Uncategorized 27 Novembre 2020

Problema droga a Cecina, approvata all’unanimità una mozione di FI

Chiara Tenerini, Coordinatore provinciale Livorno Forza Italia

Chiara Tenerini, Coordinatore provinciale Livorno Forza Italia

Cecina (Livorno) 27 novembre 2020

Problema droga a Cecina, approvato all’unanimità una mozione di FI, la soddisfazione di Chiara Tenerini, Capogruppo Consiglio Comunale Cecina – Forza Italia

“La Mozione sul grave problema dell’uso di droga, e dell’abuso di fumo ed alcol ha finalmente trovato la sua approvazione in Consiglio Comunale a Cecina.

A distanza di un anno preciso dalla prima mozione da me presentata su questi temi (era il 29 novembre 2019), dopo molto lavoro di studio, ascolto e approfondimento, sono riuscita ad ottenere l’ approvazione all’ unanimità.

Un lavoro che mi rende particolarmente orgogliosa, perché ho portato finalmente a destinazione un treno che era fermo da troppo tempo su un binario morto.

Sono molto soddisfatta per il risultato raggiunto, perché ritengo che il tema affrontato sia troppo importante per farne strumento o bandiera di un successo politico ovvero, al contrario, ragione di scontro su questioni puramente ideologiche.

 

Il problema sociale è attuale e sempre più grave, ciò che conta è essere riuscita a trovare una quadra tra le diverse “esigenze” politiche non snaturando l’impianto programmatico e giuridico, della mia proposta.

L’approvazione di questa mozione è, e deve rappresentare, il punto di partenza per una serie di interventi sociali a sostegno della prevenzione, specialmente verso i giovani, che sempre di più finiscono in questo tunnel senza uscita.

 

Un testo che non può lasciare spazio ad interpretazioni ideologiche di parte, che deve rappresentare un protocollo da applicare, senza se e senza ma, ma soprattutto urgentemente.

 

L’atto definitivo e approvato prevede, in estrema sintesi, la promozione di una serie di iniziative per sensibilizzare i giovani sugli effetti dell’uso delle sostanze stupefacenti, d’intesa con l’ Osservatorio legalità e sicurezza, i servizi della ASL locale, il SERD e le Forze dell’Ordine.

Mi preme qui sottolineare, in estrema sintesi, che trovo importantissima la previsione di intraprendere un dialogo attivo con l’ Associazione “WeFree”.

 

WeFree è nata grazie all’ impegno della comunità  di San Patrignano, per valutare l’attivazione di un percorso di conoscenza ed educazione per i ragazzi delle scuole secondarie e la collaborazione con le realtà del terzo settore presenti sul territorio, in modo da creare progetti formativi radicati sul territorio che possano dare continuità a questa esperienza.

La comunità di San Patrignano, che ho voluto contattare e che ho visitato personalmente, mi ha segnato costruttivamente.

Ho conosciuto tantissimi giovani, anche tanti minorenni, distrutti da alcol e droga, che stanno cercando di liberarsi da queste dipendenze, che li hanno resi schiavi e persi.

Un dramma per molte famiglie e molti ragazzi che non possiamo più tollerare e che dobbiamo cercare di combattere con tutti gli strumenti che possiamo mettere in campo. In questi mesi ho avuto paura che l’eccessiva delicatezza di questo tema e la possibilità che la mia proposta potesse essere strumentalizzata, potesse far in qualche modo naufragare un progetto che, invece, deve essere accolto come una concreta possibilità per aiutare i nostri giovani a non sottovalutare le conseguenze della droga e dello sballo.

Adesso dobbiamo solo fare qualcosa di concreto per loro, dando attuazione immediata a quanto abbiamo deliberato”.

 

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom offerte 6-12 aprile
SVS 5x1000
Inassociazione

Lascia il tuo commento