Aree pubbliche 6 Aprile 2018

Progetto Modì, gli interventi proposti dal Comune di Livorno

Mobilità integrata e sostenibile: percorsi pedonali, ciclovie, car-pooling, taxi-scuola e bike-sharing, con particolare attenzione agli studenti

 Previste opere per un milione e 745mila euro, di cui 870mila in città

Presentati ieri, al Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, gli interventi previsti nell’ambito del Progetto Modì (per una Mobilità Dolce e Integrata nell’area vasta livornese), promosso dall’Amministrazione Provinciale di Livorno e dai Comuni di Livorno, Cecina, Collesalvetti e Rosignano.

Scopo del progetto promuovere una mobilità ambientalmente sostenibile, attraverso interventi sul territorio (infrastrutturali, ma non solo) che incrementino l’utilizzo di modalità di spostamento “dolce” e lo sviluppo di forme integrate di trasporto pubblico nelle zone con minore densità di popolazione, rafforzati da iniziative che abbiano lo scopo di promuovere i nuovi servizi.

Il progetto complessivo presentato al Ministero dell’Ambiente, con la  Provincia di Livorno come capofila,  impegna risorse per un milione e 745mila euro, che il  Ministero ha cofinanziato per euro 995mila.

Fra questi interventi, quelli proposti dal Comune di Livorno prevedono una spesa di 870mila euro, cofinanziata dal Ministero per 473mila euro. 

I progetti scelti dal Comune di Livorno sono sette e sono incentrati, principalmente, a creare condizioni di mobilità sostenibile a vantaggio di chi si quotidianamente si sposta per motivi di studio e lavoro

  • creazione di percorsi pedonali protetti casa-scuola, comprensivi della realizzazione di attraversamenti pedonali rialzati, per un totale di 8 itinerari e 15 attraversamenti. I percorsi potranno essere utilizzati per iniziative di “pedibus”, che saranno organizzate e promosse in collaborazione con le scuole; 
  • realizzazione di tre percorsi ciclabili a servizio di complessi scolastici cittadini; 
  • creazione di un servizio di car pooling destinato agli spostamenti casa-lavoro, tramite l’acquisto di software specifico, con personale dedicato; 
  • realizzazione di un servizio di “taxi scuola” per le zone non servite da scuola-bus, con l’utilizzo del taxi collettivo per gli spostamenti casa-scuola-casa; 
  • realizzazione di due nuove postazioni di bike sharing a servizio dei poli scolastici di via Galilei e di piazza Vigo; 
  • riconoscimento di voucher (in forma di buoni acquisto presso esercizi convenzionati) per gli studenti che si recano a scuola in bicicletta, in funzione dei km percorsi (valore 0,20 euro a km), certificati con specifica “app”; 
  • utilizzo di un servizio di carsharing elettrico per gli spostamenti per motivi di servizio del personale del Comune di Livorno, con contestuale eliminazione di 6 auto a trazione termica dalla flotta comunale.

Il Progetto Modì, che formalmente può essere considerato già avviato, si concluderà entro la fine del 2019.

CONDIVIDI SUBITO!