Cronaca 21 Gennaio 2018

Il programma elettorale sul lavoro di Potere al Popolo

Abolizione Jobs Act, ripristino art. 18, sicurezza sul lavoro e molto altro ancora

Potere al Popolo presenta ai cittadini il suo programma politico sul tema del lavoro  per le prossime elezioni politiche del 4 marzo 2018.

“Il nostro programma sul lavoro!

PER I DIRITTI DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI, PER IL DIRITTO AL LAVORO vogliamo:
1) la cancellazione del Jobs Act, della legge Fornero sul lavoro, e di tutte le leggi che negano il diritto ad un lavoro stabile e sicuro;
2) la cancellazione delle principali forme di lavoro diverse dal contratto a tempo indeterminato, a partire dal contratto a termine “acausale” e dai voucher;
3) la messa fuori legge del lavoro gratuito, a qualsiasi titolo prestato;
4) il contrasto effettivo al caporalato, alle moderne forme di schiavismo, al lavoro nero o “grigio”;
5) la cancellazione dell’articolo 8 della legge 148/2011 – che dà alla contrattazione aziendale la possibilità di derogare in senso peggiorativo rispetto al contratto nazionale e alle leggi – e del cosiddetto Collegato Lavoro;
6) l’abolizione degli Ordini professionali, l’introduzione di un compenso equo ed esigibile per le lavoratrici e i lavoratori autonomi, e l’estensione ad essi degli ammortizzatori sociali previsti per il lavoro dipendente;
7) il ripristino dell’originario articolo 18 e la sua estensione alle imprese con meno di 15 dipendenti;
8) il ripristino della scala mobile;
9) la fine delle discriminazioni di genere e della disparità salariale;
10) misure incisive per la sicurezza sul lavoro, aumentando fondi e risorse per i controlli;
11) la difesa e il recupero di un reale diritto di sciopero, attraverso la modifica della l. 146/90;
12) una legge sulla democrazia nei luoghi di lavoro che garantisca a tutte e tutti il diritto di scegliere liberamente la propria rappresentanza sindacale: tutte/i elettori e tutte/i eleggibili senza il vincolo della sottoscrizione degli accordi.

Per impedire che continui la fuga delle giovani e dei giovani dall’Italia e riaffermare il diritto al lavoro per tutte e tutti, è necessario un Piano per il Lavoro centrato su:

13) la riduzione dell’orario di lavoro a 32 ore settimanali, tanto più necessaria a fronte dei processi in atto di automazione delle produzioni;
14) investimenti pubblici in politiche industriali e nella riconversione ecologica delle economia;
15) assunzioni pubbliche per potenziare e riqualificare il welfare (i dipendenti pubblici in Italia in rapporto alla popolazione sono ai livelli più bassi d’Europa: 5,2% contro l’8,5 della Francia, il 7,9 della Gran Bretagna, il 6,4 della Spagna, il 5,7 della Germania);
16) la riduzione dell’orario di lavoro nell’arco della vita, cancellando la controriforma Fornero.

approfondisci il nostro programma qui:”
https://poterealpopolo.org/potere-al-popolo/programma/

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento