Cronaca 19 Giugno 2019

Psichiatria Livorno, Fials: “Basta con questa situazione di rischio per i lavoratori”

ospedale di livorno veduta ingressoLivorno – “L’episodio della grave lesione riportata da un infermiere della psichiatria (S.P.D.C. Livorno) a causa dell’aggressione di un ricoverato ripropone il tema della sicurezza degli operatori in tale realtà. Il FIALS nel corso degli anni ha rappresentato e denunciato in varie occasioni carenze relative al numero dei posti letto con ripetuti problemi di sovraffollamento; il numero è infatti pari a 16 per tutta la Provincia quando il parametro è di un posto letto ogni 10.000 abitanti. In tale ambito abbiamo evidenziato varie inadeguatezze strutturali sempre allo scopo di garantire la sicurezza degli operatori avendo in proposito risposte insufficienti e parziali. Le aggressioni ai lavoratori, il numero degli infortuni registratosi è giunto ad un livello elevato che rende inderogabile assumere decisioni importanti e risolutive. E’ inaccettabile che un lavoratore sia sottoposto quotidianamente a rischi che possono produrre effetti sulla propria incolumità fisica. Il necessario contemperamento tra l’esigenza di assicurare un servizio adeguato e di qualità per l’utente e la garanzia di sicurezza per gli operatori è il vero tema su cui misurarsi e che ormai è divenuto ineludibile. Abbiamo domandato e continueremo a chiedere una seria valutazione dei protocolli operativi in uso allo scopo di una esatta ripartizione di competenze tra gli operatori medici e quelli del comparto, dei comportamenti e delle procedure da adottare per la gestioni dei casi trattati. Ad oggi ciò che è avvenuto dimostra la assoluta inadeguatezza delle attuali modalità organizzative e strutturali che ribadiamo vedono esposti i lavoratori a situazioni di rischio spesso sommate a responsabilità di natura legale.

Manca poi in generale una sistematica valutazione di tutti i comportamenti aggressivi rivolti ai dipendenti del servizio sanitario anche quando, prima di sfociare in violenza fisica, si manifestano in minacce verbali e comportamenti intimidatori che concorrono a creare un clima di tensione in danno dei livelli di sicurezza nell’erogazione delle prestazioni allo scopo di mettere in atto azioni di prevenzione e controllo finalizzati a permettere di lavorare in sicurezza.

Il FIALS ha chiesto un urgente incontro al Direttore del Presidio Ospedaliero di Livorno, al Capo del Dipartimento, al Responsabile della Unità Funzionale”.

 

Segreteria FIALS Prov.le Livorno

Daniela Boem

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, promozioni 21 giugno – 4 luglio
Banner 730 caf usb
Banner 5x1000 svs 2022
Precisamente a Cala Beach
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Inassociazione