Cronaca 17 Aprile 2020

Quale estate attenderà il settore balneare? Molti lavoratori non conoscono loro destino

Forza Italia, le dichiarazioni dei Parlamentari e della coordinatrice provinciale Livorno

Toscana (Livorno) 17 aprile 2020 – Mugnai, Mazzetti e Tenerini (Forza Italia): sulla costa livornese bene il via alla manutenzione spiagge, ma quale estate attendera’ il settore balneare? La Regione emani un’apposita ordinanza. Molti lavoratori non conoscono loro destino.

Le dichiarazioni dei Parlamentari On. Stefano Mugnai e dell’On. Erica Mazzetti insieme alla Coordinatrice Provinciale di Forza Italia Livorno, Chiara Tenerini:

“In queste ultime settimane su tutte le coste della Toscana si è alzata forte la voce dei Balneari Toscani che da ogni parte chiedono chiarezza sulla apertura delle spiagge in vista dell’avvio della nuova stagione estiva.

Purtroppo da più parti la prospettiva di una stagione piuttosto “fredda” sta prendendo corpo.

D’altronde come emerso dalla stampa, l’Emergenza Coronavirus ha provocato cancellazioni in tutte le destinazioni turistiche tanto che il fenomeno si sta propagando in modo importante in tutta Italia col conseguente crollo delle prenotazioni.

Il sistema balneare italiano vale un terzo del totale delle presenze turistiche italiane, costituendo un importante segmento del settore turistico che il Governo ha l’obbligo di proteggere, soprattutto in questo drammatico momento.”

“Siamo soddisfatti del via libera concesso alla manutenzione delle spiagge, è infatti un primo importante seppur piccolo punto di partenza per dare una minima speranza agli stabilimenti ed a coloro che ci lavorano.

Adesso però la Regione Toscana deve parlare chiaro per il futuro dei prossimi mesi da oggi a settembre 2020.

Serve capire che idea di spiaggia e di vita su di essa si intenda prevedere.

Molti balneari hanno paura del futuro, si fanno giustamente “i conti in tasca” e temono alla fine sia addirittura più conveniente chiudere che attendere una inutile riapertura  nella seconda parte della stagione estiva.

Troppe sono state infatti le ipotesi circolate sui giornali tanto che hanno creato soltanto ulteriori timori”

“E’ bene chiarire inoltre, che i gestori degli stabilimenti sono i primi ad avere interesse nel far rispettare le normative igienico sanitarie imposte dall’emergenza Covid-19.

Tutti sono consci dell’importanza di queste e sono pronti a farle applicare in modo ferreo.

Si chiede soltanto di capire come organizzare le spiagge, i bar ed i ristoranti presenti in molti stabilimenti, soprattutto si chiedono informazioni molto dettagliate sull’allestimento degli arenili, sulle distanze e sulla gestione anche della cosiddetta “battigia” nei confronti dei clienti.

Si potrà infatti o no distendersi sopra? Ed infine tutti i materiali richiesti per la sanificazione potranno essere acquistati dai balneari con particolari sgravi concessi dalla Regione, visto l’uso frequente e costante che ne dovranno fare?”

“Subito il Presidente della Regione Rossi, dia risposte complete e provveda con una apposita Ordinanza regionale a dipanare le “nuvole” che si sono addensate ormai da troppe settimane sopra le coste toscane e convochi, se opportuno, tutti i gestori ad un tavolo unico regionale con i sindacati al fine di ascoltare ogni particolare esigenza in modo da non tralasciare nulla e nessuno.”

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, promozioni 21 giugno – 4 luglio
Banner 730 caf usb
Banner 5x1000 svs 2022
Precisamente a Cala Beach
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Inassociazione