Ambiente 28 Aprile 2019

Raccolta differenziata e Aamps, le proposte della Lega nel programma di Romiti

La Lega ha ufficializzato il suo programma per la gestione dei rifiuti. A tratteggiarne il dettaglio sono stati l’on. Manfredi Potenti, che porta l’esperienza come segretario della Commissione di inchiesta parlamentare sul ciclo dei rifiuti e la candidata consigliere Costanza Vaccaro. Queste tematiche sono poi confluite nel programma di governo di Andrea Romiti Sindaco.

Raccolta differenziata. E’ prevista l’installazione di nuovi cassonetti intelligenti sul piano stradale oppure nel sottosuolo, secondo l’esperienza di Grosseto e altre città italiane. La Lega “dati alla mano” ribadisce che consentiranno di raggiungere un’alta efficienza nella selezione del rifiuto, con conseguenti risparmi che permetteranno di mantenere l’attuale livello occupazionale. I dipendenti di Aamps che attualmente sono impegnati nella raccolta porta a porta, laddove non destinati ad altre funzioni operative, verranno  impegnati per il mantenimento del decoro urbano e per la cura del verde. L’acquisto dei nuovi cassonetti verrà compensato con la riduzione delle spese di carburante (che quest’anno ha superato i 100mila litri). Il piano di concordato consenteribbe di farlo.

Inceneritore. Non può esser spento. Non utilizzarlo più costerebbe sette milioni di euro; mantenerlo acceso porta invece nelle casse di Aamps 700mila euro il mese, insieme alla produzione di corrente elettrica generata dalla combustione. L’impianto – ribadiscono gli esponenti della Lega – ha i migliori livelli di compatibilità ambientale; non solo è sotto le soglie di legge, ma ha i parametri tra i migliori d’Italia. Il reddito che proviene dall’inceneritore è fondamentale per la sostenibilità del piano finanziario.

Alleanza tra Aamps e Rea Impianti.  “Le aziende come Aamps, da sole, e accade in tutta Italia, fanno fatica a rimanere sul mercato se non si alleano unendo i punti di forza” ha spiegato Manfredi Potenti “Firenze, Prato e Pistoia sono in pre-emergenza e saranno presto prive di zone ove conferire rifiuti. Rea ha in progetto di realizzare un polo che tratterà rifiuto urbano e rifiuto speciale; a Livorno c’è invece il termovalorizzatore che deve lavorare 300mila tonnellate l’anno per sopravvivere commercialmente”. Ciò potrebbe accadere attivando il pre-vaglio per preselezionare i rifiuti su Livorno, mandando invece l’organico al bio-digestore di Rea. “Le due amministrazioni -aggiunge il deputato della Lega – appena elette potranno affrontare le strategie per resistere alle offerte commerciali di altre realtà esterne. Le città dell’Emilia Romagna stanno unendo le forze per estendersi su altre regioni. Vuoi la crisi economica, vuoi la chiusura di fette di mercato estero, in Italia ci sono  interi magazzini pieni di materiali come plastica e lattine che non hanno più un valore di acquisto”.

I lavoratori di Aamps. Il programma prevede di riqualificare i lavoratori esistenti e trovare nuove figure professionali a sostegno della specializzazione di Aamps e Rea. Serviranno infatti figure specifiche per gestire il trattamento del rifiuto che faranno a Livorno e Rosignano.

Casi speciali. Nell’occasione sono state trattati alcuni casi speciali. Le alghe raccolte sulle coste (ai Tre Ponti per esempio) attualmente sono un rifiuto catalogato come speciale, ma c’è un progetto per renderle interrabili sotto la sabbia. Giocattoli e plastiche di provenienza extra UE (Cina) rimangono un grosso problema: essendo prodotte con modalità diverse dalle prescrizioni europee, non sono riciclabili e devono essere considerate rifiuti indifferenziati.

CONDIVIDI SUBITO!
Banner laboratorio ottico Labrolens
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
SVS 5x1000
Inassociazione