Cronaca 19 Agosto 2017

Raccolta differenziata e “le informazioni non corrette di Sinistra Italiana”

Andrea Romano, esponente del Coordinamento Rifiuti Zero, risponde alle affermazioni “non corrette di Sinistra Italiana Livorno”, pubblicate ieri sul nostro sito

Andrea Romano: “Oggi ci pensa Sinistra Italiana a diffondere informazioni non corrette sulla raccolta dei rifiuti.

Ribadisce per esempio un’altra leggenda metropolitana, quella per cui il porta-a-porta è solo un costo se Aamps non si fa carico di gestire la famosa filiera del riciclo.

Non è vero. Il porta-a-porta rappresenta automaticamente un guadagno perché la filiera del riciclo esiste comunque: per legge da anni esistono i consorzi del riciclo, che in base ad accordi nazionali pagano regolarmente il materiale differenziato, in base alle fasce di purezza.

Quindi già oggi più differenziamo e meglio lo facciamo, più Aamps incassa dai consorzi e vede ridurre i costi complessivi del servizio.

Inoltre, più roba consegna ai consorzi del riciclo e meno deve spendere per le attività di smaltimento. 


Infine, con l’estensione del porta-a-porta in tutta Livorno verrà superato il 65% minimo di differenziata richiesto dalla legge per non dover pagare l’ecotassa, quindi altri costi in meno per azienda, cittadini e imprese, con o senza la filiera del riciclo gestita da Aamps.”

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento