Motori 17 Marzo 2022

Rally, Fabrizio Bacci e Proracing al “Val d’Orcia in cerca di riscatto 

Rally, Fabrizio Bacci e Proracing al "Val d'Orcia in cerca di riscatto 

Nella foto: Fabrizio Bacci in azione con la Ford Sierra (foto M. Bettiol)

Livorno 17 marzo 2022 – Rally, Fabrizio Bacci e Proracing al “Val d’Orcia in cerca di riscatto

Il pilota livornese, con la Ford Sierra Cosworth 4×4, questo fine settimana sarà al via alla seconda prova del Campionato Italiano Rally Terra Storico, con la voglia di rivalsa dopo la battuta di arresto al “Valle del Tevere”, quando era al comando.

Al suo fianco l’esperto Sauro Farnocchia.

E’ un Fabrizio Bacci assai motivato, quello che questo fine settimana si appresta a correre la seconda prova del Campionato Italiano Rally Terra Storici, al 13° Rally della Val d’Orcia, a Radicofani, nella campagna senese, che disputerà affiancato dall’esperto copilota Sauro Farnocchia.

Motivato e determinato, il pilota livornese portacolori della Scuderia ProRacing, in virtù del fatto che cerca il riscatto dalla sfortuna patita alla prima uscita stagionale a fine febbraio al Rally “Valle del Tevere” (Arezzo), quando dovette ritirarsi per uscita di strada quando era al comando della gara con la sua Ford Sierra Cosworth 4×4 preparata da Terrosi.

Una gara, che seppur avversata dal maltempo, anche con neve, che Bacci aveva saputo dominare senza tema di smentita, purtroppo finita anzitempo nella penultima prova speciale.

 

Le prove speciali dell’entroterra senese, molto tecniche ed anche insidiose, saranno dunque lo scenario in cui Bacci e Farnocchia dovranno trovare la giusta reazione per rimettersi in gioco bene in classifica sia assoluta che del 4. Raggruppamento, sfruttando al meglio la competitività della vettura “dell’ovale blu”.

 

“La prima uscita stagionale è andata male. – Commenta Fabrizio Bacci. – Ha dato segnali importanti del nostro livello competitivo, di noi come equipaggio che come vettura.

Ho fatto un errore, l’abbiamo pagato caro con il ritiro. Abbiamo però subito voltato pagina, concentrandosi su questa seconda gara, nella quale non dobbiamo fallire, a Radicofani dobbiamo riprendere il terreno perduto, il campionato sarà lungo, ma ogni esitazione, ogni battuta d’arresto potrebbe essere vincolante per la corsa al titolo.

 

La grande novità dell’edizione 2022 della gara sarà la disputa delle sfide in due giorni. Infatti, sabato 19 marzo è in programma la partenza della gara alle ore 12. 01 da Radicofani con la disputa della doppia ripetizione della prova di San Casciano dei Bagni – Fighine. Prova rinnovata e sostanzialmente allungata rispetto alle edizioni precedenti con una lunghezza di ben Km. 13,41. Alle ore 17.00 sempre del sabato, arrivo della prima vettura, a seguire il riordino notturno e ripartenza della gara domenica 20 marzo alle ore 06.45. La domenica si avrà il ritorno della iconica prova di Radicofani ripetuta due volte nella versione di Km. 12,61 a cui si aggiungerà una terza ripetizione ridotta a Km. 9,52 oltre che la doppia tornata della confermata prova di Piancastagnaio di Km. 11,05. Arrivo quindi alle ore 16.30 di domenica, a Radicofani, con premiazione sul palco d’arrivo.

 

 

CONDIVIDI SUBITO!
@labrolens · Negozio di occhiali da sole e da vista
Inassociazione
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua