Cronaca 15 Aprile 2022

Ratti a scuola, Perini (Lega): “Brutto rimpallo di responsabilità tra preside e Provincia”

Livorno 14 aprile 2022

Scuola, Perini (Lega): “ratti a scuola, tra preside e Provincia un brutto rimpallo di responsabilità”

“Tutti abbiamo visto il video, o letto la notizia, dei ragazzi che, nella palestra del Cecioni sono costretti a fare ginnastica in compagnia di un grosso ratto che saltella sul parquet del campo da basket.

A questa notizia, però, che ho rilanciato in prima persona giusto ieri, se ne aggiunge, un’altra parimenti imbarazzante:

lo scarica barile in corso tra la preside e la Provincia.

Oggi ho letto la risposta della preside del liceo, dott.ssa Cristina Grieco, secondo cui il problema della presenza dei ratti nella sua scuola sarebbe da imputare alle mancate derattizzazioni che avrebbe dovuto effettuare la Provincia.

Così, in base a queste dichiarazioni, sono intervenuto in commissione Bilancio in qualità di capogruppo Lega per chiedere spiegazioni del fatto accaduto e delle accuse mosse dalla preside nei confronti dell’ente provinciale.

Ebbene, la risposta che ho ricevuto dal vicepresidente della Provincia, Pietro Caruso, mi ha lasciato senza parole per almeno due motivi.

 

Primo:

se la presenza dei ratti riguarda il giardino della scuola – così come ammesso dalla preside stessa – allora tocca alla scuola effettuare le derattizzazioni e non alla Provincia.

Secondo:

per svolgere anche questo tipo di attività, ogni scuola dispone di un fondo finanziato annualmente dalla Provincia.

Da quanto risulta, la Provincia ha finanziato giusto 15 giorni fa il fondo del liceo Cecioni con circa 80 mila euro.

Se così stanno le cose, la preside avrebbe avanzato delle giustificazioni completamente campate per aria.

C’è da chiedersi che fine abbiano fatto quei soldi stanziati dalla Provincia appena 15 giorni fa.

 

Così come c’è da chiedersi come abbia fatto la dott.ssa Grieco a commettere un così clamoroso errore di valutazione data la sua esperienza.

La Grieco infatti, storica iscritta del PD (che la voleva candidare sindaco al posto di Salvetti), oltre a ricoprire il ruolo di dirigente scolastico, ha ricoperto la carica di assessore regionale all’Istruzione ed è attualmente consigliera del ministro dell’Istruzione.

Insomma, la scuola è un mondo che dovrebbe conoscere discretamente bene. Quindi non si comprende come abbia potuto dimenticarsi che le derattizzazioni vengono fatte dalla scuola attingendo dagli 80 mila euro che ha appena ricevuto dalla Provincia.

Secondo il PD in Provincia l’errore sarebbe stato frutto della concitazione del momento in cui è stata contattata dai giornali. Strano: chissà a quante dichiarazioni alla stampa avrà rilasciato da assessore la Grieco.

Il suggerimento che mi sento di dare alla preside e al vicepresidente Caruso è quello di chiamarsi per chiarire.

Infine, non sarebbe male se poi ci potessero dare una risposta univoca su chi deve fare le derattizzazioni nella scuola.

L’importante è che questo scarica barile sulla politica non sia un tentativo per alleggerirsi di responsabilità che invece spettano alla Grieco, in quanto dirigente scolastica.

La tanto vituperata politica è già piena di colpe e di responsabilità vere, non sarebbe corretto addossarle anche quelle che non ha.

Questo è un concetto che chi ricopre ruoli istituzionali, tanto più chi fa politica, dovrebbe comprendere meglio degli altri.” Conclude il consigliere provinciale Perini nella nota ufficiale che abbiamo pubblicato integralmente.

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, promozioni 21 giugno – 4 luglio
Banner 730 caf usb
Banner 5x1000 svs 2022
Precisamente a Cala Beach
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Inassociazione