Comune di Livorno 3 Settembre 2017

“Riscossione tributi: un risparmio di un milione di euro in 4 anni”

“E’ stata la stessa AAMPS a chiederlo. I dipendenti saranno ricollocati con altre mansioni tra cui la raccolta porta a porta”

Il sindaco Filippo Nogarin fa il punto sul servizio di riscossione dei tributi TARI,  finora gestito da Aamps:

“Da gennaio del prossimo anno il Comune di Livorno avrà un gestore unico del servizio di riscossione tributi.

Una razionalizzazione, illustrata oggi in Commissione dal neo assessore al Bilancio, Valentina Montanelli, che determinerà un risparmio di circa un milione di euro in 4 anni per le casse comunali e un miglior impiego dei lavoratori.

Se è vero infatti che, per quanto riguarda Imu, Tosap e affissioni pubblicitarie, il servizio è già in appalto esterno, per quanto riguarda la Tari era gestito da Aamps. 


Questo comportava un costo enorme per le casse comunali, visto che i dipendenti dell’azienda sono inquadrati con un contratto da circa 55mila euro l’anno, mentre chi svolge questo tipo di incarico è solitamente assunto con un contratto del terziario da 28mila euro annui. Una differenza che si traduce in un risparmio importante per il Comune e dunque per i cittadini.

Non solo. E’ stata la stessa Aamps a chiederci di poter dismettere questo tipo di servizio, in modo da poter ricollocare i dipendenti e far svolgere loro altre mansioni tra cui la raccolta porta a porta che nei prossimi mesi verrà estesa a tutta la città.

Sia chiaro dunque, con questa razionalizzazione non solo si risparmieranno i soldi dei cittadini e si migliorerà la capacità di riscossione dell’ente, ma non verrà perso alcun posto di lavoro e si eviterò di essere messi nel mirino della corte dei conti, che impone ai comuni di mantenere in house questo tipo di servizi solo nel caso in cui sia economicamente più vantaggioso farlo”.

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento