Piombino 21 Giugno 2022

Rigassificatore Piombino, FI: soluzione veloce ma molti, troppi dubbi sulla sicurezza

Tenerini – Anselmi – Bertucci (FI): Proteggere e tutelare la sicurezza di migliaia di famiglie, del nostro ecosistema e del Turismo

 

Rigassificatore Piombino, FI: soluzione veloce ma molti, troppi dubbi sulla sicurezzaPiombino (Livorno) 21 giugno 2022


Capiamo perfettamente la situazione internazionale che impone soluzioni d’emergenza per affrancare l’Italia dal gas Russo.

Allo stesso tempo, in base a quanto comunicatoci dai tecnici Snam, Piombino parrebbe risolvere il problema più velocemente rispetto ad altri porti del centro nord per la messa in funzione del rigassificatore.

Detto questo rimangono forti dubbi sul piazzare una nave di 300 metri in banchina all’interno di un porto non certo di dimensioni adeguate, un unicum in Italia che non possiamo accettare.

Le nostre perplessità puntano il dito sul tema sicurezza e sulla fascia di rispetto che è stata compressa (così ci dicono i tecnici) a soli 250 metri.

Ricordiamo che a Livorno l’ordinanza 137 del luglio 2013 della Capitaneria di Porto Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, vieta:

la navigazione, la sosta; l’ancoraggio, la pesca e qualsiasi altra attività di superficie o subacquea nel raggio di due miglia nautiche dall’impianto rigassificatore Off-shore

Consente unicamente il passaggio in transito delle imbarcazioni e la sosta solo per comprovate necessità e/o emergenze; che devono essere comunicate immediatamente alla Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Livorno entro le otto miglia marittime.

Pertanto, chiediamo che l’iter autorizzativo da esaurirsi in 120 giorni, chiediamo venga espletato a regola d’arte, i trenta enti chiamati a dare i loro pareri lo facciano oltre la diligenza del buon padre di famiglia.

 

Si parla della sicurezza di migliaia di famiglie e di un ecosistema che deve essere protetto e tutelato, oltre al turismo che non può e non deve subire ripercussioni.

Trasparenza massima, correttezza ed informazioni su coloro che andranno ad effettuare i controlli e di chi darà il via all’esercizio dell’impianto.

Perchè se Piombino e l’ Elba devono essere “violentate” l’onere della responsabilità non può e non deve essere generico.

Chiara Tenerini; Coordinatore provinciale Livorno – Forza Italia, Davide Anselmi; Coordinatore Piombino – Forza Italia e  Adalberto Bertucci Coordinatore Isola d’Elba – Forza Italia

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, promozioni 21 giugno – 4 luglio
Banner 730 caf usb
Banner 5x1000 svs 2022
Precisamente a Cala Beach
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Inassociazione