Romiti: il centro destra unito ha presentato programma e liste elettorali

Livorno. Ieri nella sede di via Mayer il centro destra unito ha presentato programma e liste elettorali a sostegno di Andrea Romiti. “A Livorno soffia il vento del cambiamento – ha detto il candidato sindaco – dopo anni di clientelismi metteremo il cittadino al centro dell’azione di governo del territorio. L’obiettivo è far ripartire la città”. I commissari provinciali dei tre partiti della colazione ed i capilista hanno quindi presentato i punti del programma.

Ambiente, Cultura-Istruzione, Famiglia, Lavoro, Sanità, Sicurezza, Sociale, Trasparenze,Turismo e Urbanistica i temi trattati dai presenti. Radicali e innovativi gli interventi proposti: si va dal taglio delle tasse alle modifiche all’urbanistica passando per l’istituzione delle sedi periferiche di Polizia Municipale. Queste ultime costituiranno una delle novità nel panorama dei programmi elettorali per le prossime amministrative: ogni sede conterà cinque agenti che opereranno su turni nelle zone “dimenticate” della città, a stretto contatto con gli abitanti e relazionando a Sindaco, Comandante e Responsabili del Servizio.

La cronaca dell’incontro. Giacomo Lensi, commissario provinciale Fdi, ha parlato di Lavoro (di Porto in primis ma anche di “Pacchetto Impresa”, di riduzione di Tari e Tosap, di sviluppo dei Centri Commerciali Naturali) e Sanità. Sul diritto alla Sicurezza è intervenuta Costanza Vaccaro, commissario provinciale Lega: “Verrà istituito un assessorato specifico per prevenire e combattere le sacche di illegalità e le zone ghetto attraverso la figura del poliziotto di quartiere, il potenziamento dell’illuminazione e della videosorveglianza”. Lotta dura allo spaccio. Di Sociale e Viabilità ha discusso la padrona di casa, Maristella Bottino (Fi): ridefinizione dei criteri di assegnazione delle case popolari e realizzazione di un piano del traffico urbano per residenti e attività in difficoltà”.

Poi il turno dei capolista con Marco Valiani (Livorno in Movimento) sui temi della Trasparenza, dell’ Ambiente e della Sicurezza sul Lavoro dove “finora a Livorno sono stati privilegiati i dirigenti ai lavoratori. L’apparato comunale deve essere efficiente e dobbiamo offrire garanzie ad Aamps” dice il consigliere comunale uscente. Bruno Tamburini, ammiraglio in pensione e candidato in quota Fdi spiega tanto del Porto e nel suo discorso tocca la piattaforma Europa, la Società Porto2000 e si augura Livorno Porto Madre. Giulia Pacciardi (manager e capolista Lega) affronta il tema del Turismo e di come potrebbe essere sviluppato nelle sue varianti escursionistico, enogastronomico, religioso, culturale e sportivo. Elisa Amato (capolista Fi), professoressa, punta il discorso su Famiglia, Scuola e Sociale con l’introduzione del bonus bebè, l’aumento dei posti negli asili nido e nelle scuole dell’infanzia, la stabilizzazione dei docenti delle scuole comunali, l’avvio del progetto “Dopo di noi”, lo sviluppo di una “Disabilità attiva” e l’istituzione dei “nonni civici”.

CONDIVIDI SUBITO!