Politica 4 Maggio 2021

Rosignano: deliberati 7.500.000 euro per Armunia, l’interveto di FdI

Stefano Scarascia

Stefano Scarascia

Livorno 4 maggio 2021

L’intervento dei consiglieri comunale di Fratelli d’Italia scarascia e Niccolini in merito ai soldi che il Comune ha stanziato per Armunia

“Crisi? Non per tutti. Il Comune trova 7.500.000 di euro per “Armunia”

E’ stata approvovata durante l’ultimo Consiglio Comunale la Convenzione Quadro che regolerà i rapporti tra il Comune di Rosignano Marittimo e la Fondazione Armunia nei prossimi dieci anni.

Non pubblicizzandola e tentando di farla passare come una banale delibera di ordinaria amministrazione la maggioranza a guida PD ha deliberato un’operazione da 7.500.000 (settemilioni e mezzo) di euro (dei cittadini di Rosignano) che andranno a finanziare la Fondazione Armunia, di esclusiva proprietà del Comune.

Ma non basta:

la cifra di 7.500.000 non è in realtà certa, anzi i meccanismi della convenzione porteranno sicuramente ad un sensibile aumento degli importi che saranno erogati, si tratta di una spesa praticamente fuori controllo,  pagata da tutti noi.

A fronte di tali finanziamenti, ai quali se ne aggiungeranno probabilmente altri con denaro pubblico (Regione, REA e Ministero) come almeno finora è avvenuto, Armunia incassa cifre poco più che simboliche.

 

Fratelli d’Italia ha proposto numerosi emendamenti alla delibera con lo scopo di ricondurre, almeno, la spesa sotto controllo.

I Consiglieri delle altre forze politiche di opposizione hanno tutti condiviso le nostre ragioni e perplessità, le nostre infatti erano perplessità e ragioni dettate esclusivamente da buonsenso e non da pregiudizio politico.

 

Abbiamo evidenziato che:

almeno una parte di quelle risorse si sarebbero potute, più opportunamente, dirottare su interventi sociali estremamente urgenti per alleviare grandi sofferenze presenti sul nostro territorio;

con un impegno decennale si sarebbero ipotecate anche le prossime due legislature e che sarebbe stato opportuno limitare l’impegno al massimo a tre anni.

Il PD non ha inteso ragioni e, senza neanche replicare ai nostri emendamenti, li ha bocciati.

Purtroppo i consiglieri di maggioranza hanno dovuto accettare, con un’unica lodevole eccezione, gli ordini di scuderia del partito.

Noi continueremo a batterci contro queste scelte profondamente sbagliate.

Siamo certi di interpretare l’opinione anche di molti cittadini che non condividono la nostra linea politica.

 

 

CONDIVIDI SUBITO!
EKOM Promozioni 11-24 maggio
SVS 5x1000
Inassociazione

Lascia il tuo commento