Cronaca 10 Settembre 2020

Ruba smartphone ad un uomo che saliva sull’autobus in via Grande, arrestato

Sfila lo smartphone a un cittadino in Via Grande, inseguito e bloccato da due Carabinieri: arrestato.

 

Livorno 10 settembre 2020

112 carabinieri logo autoNel pomeriggio di ieri, mercoledì 9 settembre, i Carabinieri hanno tratto in arresto in flagranza un 41enne di origini nordafricane, senza fissa dimora. Il nordafricano aveva sottratto uno smartphone a un cittadino livornese.

Alle 18:30 circa due Carabinieri del Reggimento Paracadutisti “Tuscania”, mentre si trovavano in Via Grande; venivano attirati dalle grida di un uomo e dalla sua richiesta di aiuto, mentre era impegnato nel tentativo di fermare un cittadino extracomunitario con della refurtiva in mano.

I due Carabinieri, liberi dal servizio, si lanciavano immediatamente all’inseguimento a piedi del 41enne intento alla fuga.

Il fuggitivo, vistosi scoperto ed inseguito, lanciava a terra un telefonino, risultato poi essere quello sottratto al cittadino livornese. Il cellulare veniva recuperato al volo pur proseguendo l’inseguimento.

La fuga continuava fino all’incrocio con Piazza Barontini dove, con non poche difficoltà, vista la resistenza opposta dal reo; questo veniva immobilizzato dai due militari.

Alcune volanti della Polizia di Stato, presenti per competenza territoriale in zona, intervenivano in ausilio dei due Carabinieri; coadiuvandoli al fine di condurre il ladro presso gli Uffici del Nucleo Operativo e Radiomobile, dove i Carabinieri della Compagnia di Livorno esperivano le formalità relative all’arresto in flagranza.

Il telefono cellulare veniva restituito legittimo proprietario, al quale gli era stato sottratto mentre stava salendo su un autobus di linea.

L’autore del reato, a cui è stata contestata anche la resistenza a pubblico ufficiale, nella mattinata odierna è stato condotto c/o la locale Casa Circondariale, a disposizione dell’A.G., in attesa dell’udienza di convalida.

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, promozioni 13-26 aprile
SVS 5x1000
Inassociazione

Lascia il tuo commento