Rugby 19 Marzo 2019

Rugby, C1. I Lions Amaranto Livorno stanno per festeggiare il loro ‘primo’ primo posto

Un po’ di storia sportiva. I Lions Amaranto Livorno nascono nel 2000. Nelle prime sette stagioni curano una prima squadra femminile, ma, a livello maschile, si limitano al settore giovanile. Solo nel 2007 si crea una prima squadra maschile. La formazione amaranto, sotto la guida di Massimo Goti, chiude la regular season del campionato di C al secondo posto, ma poi, nei playoff promozione riesce a centrare la promozione in B. Promozione mancata dal Cecina, che aveva chiuso lo stesso girone iniziale al primo posto. Poi, per i Leoni, tre anni in B, la retrocessione in C1 nel 2011 e tanti tentativi (a vuoto) di tornare al piano di sopra. Mai i Lions riescono a finire la regular season sul gradino più alto del podio. Curiosa la situazione del torneo 2013/14 (allenatori Daniele Conflitto e Alessandro Gragnani): senza la penalizzazione di 8 punti, i labronici sarebbero primi, davanti agli Amatori Prato, che chiudono in prima posizione, ma poi non possono (per mancanza di un settore giovanile) disputare gli spareggi. I Lions (come Toscana ‘1’) ed Elba (come Toscana ‘2’) accedono al tabellone promozione. Gli amaranto – non senza rimpianti – sono fermati in extremis, nella sfortunata finale con il Paganica. Ricapitolando: Lions mai primi al termine della regular season. C’è però sempre una prima volta. E, salvo improbabili colpi di scena, la prima volta si registrerà in questa annata. A due giornate dalla fine del proprio raggruppamento (il girone F, poule 1), i Lions guidano la graduatoria con la bellezza di 48 punti in 10 partite. A 49 punti c’è la matematica certezza. C’è solo una combinazione di risultati che potrebbe impedire alla squadra affidata a Giampaolo Brancoli di cogliere la prima piazza. La combinazione prevede: sconfitta con 0 punti domenica prossima sul campo ‘Aldo Castellani’ contro i locali dell’Amatori Cecina e sconfitta con 0 punti (a 5) nell’ultima giornata (il 7 aprile) in casa con l’Elba. In tal caso, l’Elba, che occupa la seconda piazza a quota 44 (e che osserverà domenica prossima un turno di riposo), affiancherebbe in prima posizione gli stessi amaranto e, in virtù degli scontri diretti favorevoli (all’andata, a Portoferraio, i Lions si sono imposti 17-20; 1 punto a 4) avrebbero la meglio. La prima classificata di questa poule, composta da sette formazioni toscane, affronterà, nello spareggio promozione, la prima classificata del girone della Sardegna (già sicura della prima piazza l’Olbia). Andata il 28 aprile, ritorno, a campi invertiti, il 5 maggio. Un sorteggio stabilirà quale squadra giocherà ‘gara uno’ sul terreno amico. Ai Lions, per assicurarsi l’accesso ai playoff, occorre un ultimo sforzo. A Cecina, contro la formazione terza in graduatoria (23 punti per i rossoblù), potrebbe bastare anche solo un bonus (sconfitta con qualsiasi punteggio, ma quattro mete all’attivo, oppure sconfitta con un margine inferiore alle otto lunghezze), per fare festa e celebrare il titolo. La telecronaca di Amatori Cecina – Lions sarà trasmessa da TC2Sport (canale digitale terrestre 272) lunedì 25 marzo alle 20,30, e poi più volte in replica nei giorni successivi.

CONDIVIDI SUBITO!