Rugby 4 Dicembre 2018

Rugby C1. I Lions Amaranto Livorno vincono con gli Amatori Cecina

Segnano una meta in meno degli avversari, ma vanno alla cassa e raccolgono, per la quinta volta su cinque, l’intera posta in palio.

Sul campo amico ‘Maneo’, i Lions Amaranto Livorno si sono imposti 34-31 sugli Amatori Cecina. Grazie ai 5 punti raccolti (successo e bonus-attacco; quattro le mete messe a segno), Scardino e compagni tornano solitari sul tetto della classifica.

Per i cecinesi ‘solo’ 2 punti (bonus-attacco, con le cinque mete realizzate, e bonus-difesa, per lo scarto finale inferiore alle otto lunghezze). I Lions sorpassato in graduatoria l’Elba, che in questa 6° giornata ha osservato un turno di riposo.

Domenica prossima, nell’ultima di andata, a Portoferraio, ‘big-match’ tra gli elbani e i Lions: saranno 80’ importantissimi (forse già decisivi) per la promozione.

Questa la classifica in C1, girone F, poule 1, ad un turno dal giro di boa (tra parentesi le gare realmente giocate): Lions (5) 25 p.; Elba (5) 23; Cavalieri Prato/Sesto cadetti (5) 16; Piombino (5) 10; Cecina (5) 8; US Firenze (5) 6; Cus Pisa (6) 4.

La prima accederà alla finale playoff dove incrocerà la prima del girone della Sardegna. Nel ‘derby della provincia’, contro gli Amatori Cecina, così come successo nel precedente impegno casalingo, giocato contro i Cavalieri cadetti, i Lions si sono riusciti ad imporre grazie al proprio attacco.

Il punteggio alto (con 9 mete siglate in tutto nell’arco dell’equilibrato match) testimonia come non tutto, a livello difensivo, sia funzionato nel modo dovuto.

I Lions hanno quasi sempre condotto. Nel primo tempo gli amaranto sbloccano il punteggio (5’) con la meta del pilone Fusco trasformata dall’apertura Rolla.

Il Cecina, sfruttando un intercetto, risponde subito: meta e trasformazione dell’attiva apertura Ambrogini e al 6’ situazione in parità, 7-7. I Lions fanno gioco, esercitano un chiaro predominio territoriale, ma faticano a concretizzare.

Nella seconda metà del primo tempo ‘solo’ 10 punti per gli amaranto, con il tallonatore Giusti (in meta al 23’) e con Rolla (per lui una trasformazione ed un piazzato al 27’). Il 17-7 all’intervallo va stretto ai Lions. Comincia, con l’inizio della ripresa, a piovere. Tanti gli ‘in avanti’, per i giocatori delle due squadre.

Gli Amatori Cecina – squadra ben più quadrata rispetto a quanto indicherebbe la classifica – accorcia le distanze, con una meta siglata in azione di mischia.

Ambrogini trasforma: 17-14 al 50’. I locali, nella parte centrale del secondo tempo, si fanno più concreti. Piazzato di Rolla al 58’, meta del mediano Matteo Magni (62’) e dell’estremo Valente (65’). Rolla arrotonda con le due trasformazioni. A 15’ dalla fine i Lions, con il loro break di 17-0, si issano sul massimo divario: 34-14 e bonus in ghiaccio.

Il Cecina non demorde e nel finale sigla tre mete (!) con le quali mette paura agli antagonisti.

Ambrogini trasforma solo una delle tre mete e gli amaranto conservano 3 preziosissime lunghezze di margine.

Finisce 34-31. Incontro corretto, con l’arbitro Salzillo che non è mai ricorso ai cartellini.

Lo schieramento vittorioso in questo emozionante ‘derby della provincia’: Campisi (36’ st Giovannini); Banchieri (6’ st Di Mauro) (34’ st Magni N.), De Libero, Rela; Rolla, Magni M.; Scardino (cap.) (24’ st Del Moro), Cortesi, Sarno; Ciandri (15’ st Vitali L.), Pulaha; Vitali G. (34’ st Tichetti), Giusti, Fusco (15’ st Valente). All.: Giampaolo Brancoli.

CONDIVIDI SUBITO!