Rugby 1 dicembre 2019

Rugby di B: i Lions Amaranto Livorno vincono 33-0 con Formigine

Livorno 1 dicembre 2019

LIONS AMARANTO LIVORNO – HIGHLANDERS FORMIGINE 33-0

 

LivornoPress Lions Amaranto Livorno 19-20

Rugby di B, Lions Amaranto Livorno, mischia

LIONS AMARANTO LIVORNO: Magni N.; Barsali, Shehu, De Libero (8′ st Novi), Gregori (4′ st Banchieri); Rolla (24′ st Siviero), Magni M.; Bernini (17′ st Cortesi), Scardino (cap.), Tamberi; Pulaha (17′ st Vitali L.), Ciandri; Tichetti, Giusti (36′ pt Sarno), Fusco (4′ st Filippi). All.: Giampaolo Brancoli.

HIGHLANDERS FORMIGINE: Cantarelli (cap.); Sereni (22′ st Splendi), Cerza, Susa, Morano (5′ st Minì); Fontanesi, Marangoni; Ozzarini (5′ st Palladino), Poli, Corradini Zini (25′ st Ricciardi); Coppola (30′ st Califano N.), Ranuccini; Babbo, Molinaro (23′ st Vaccari), Califano M. (25′ st Visentino). All.: Jacopo Rubbi.

MARCATORI: nel pt (21-0) 2′ m. Fusco tr. Magni M., 15′ m. Barsali tr. Magni M., 22′ m. Giusti tr. Magni M.; nel st 2′ m. Barsali, 33′ m. Barsali tr. Magni M..
NOTE: giornata piovosa, espulsione temporanea per Morano (21′ pt). Calci: Magni N. 4/5 (trasformazioni); Fontanesi 0/1 (piazzati). In classifica 5 punti per i Lions (successo e bonus-attacco; 5 mete all’attivo) e 0 per il Formigine (battuto con un margine superiore alle sette lunghezze; nessuna meta realizzata).

STAGNO (Livorno). L’ultimo impegno interno di un 2019 fantastico, culminato con la promozione dello scorso 5 maggio, coincide con un successo largo, mai in discussione. Una vittoria – la terza in sei giornate – che consente di scalare posizioni in classifica e, soprattutto, di mettere in cassaforte, con largo anticipo, l’obiettivo salvezza. Rispettando il pronostico favorevole della vigilia, i Lions Amaranto Livorno si sono imposti in scioltezza, 34-0 (5 mete a 0), sul fanalino di coda Formigine. Un’affermazione colta in scioltezza, con il bonus-attacco già in ghiaccio al 2’ della ripresa. Sono ora ben 14 le lunghezze di margine dei labronici sulla zona retrocessione (scenderà in C1 solo l’ultima classificata). Ad essere realisti, non ci sono possibilità per lo stesso (non irresistibile) Formigine di rimontare in graduatoria il disavanzo dai Leoni. Gli amaranto dunque possono programmare serenamente le restanti 14 fatiche del torneo. I mezzi per consolidarsi in questa categoria non mancano. I risultati di questa 6° giornata di B, girone 2 (tra parentesi i punti validi per la classifica): Imola – Jesi 27-31 (2-5), Capitolina Roma cadetta – CUS Siena 30-3; Lions Amaranto Livorno – Highlanders Formigine 33-0 (5-0), Florentia – Valorugby cadetta 38-21 (5-0), Parma’31 – Livorno 13-29 (0-5). Riposava il Modena. La nuova classifica: Florentia 29 p.; Modena* 19; Livorno* e Jesi 18; CUS Siena 15; Lions Amaranto 14, Capitolina cadetta* 12; Valorugby cadetta* 11; Parma’31* 9; Imola* 3; Formigine* 0. *squadre che hanno già osservato il proprio turno di riposo e dunque figurano con una gara in meno. Sotto la pioggia, i Lions hanno iniziato la sfida del ‘Priami’ con il piglio giusto. Alla prima azione costruita, dopo una ficcante percussione di Tamberi, è l’attivo pilone Fusco (2’) a siglare, di forza, la prima meta del confronto. Il mediano Matteo Magni, dall’angolo sinistro, trasforma: 7-0. Lions concreti in difesa e lucidi in fase offensiva. L’ala Barsali, al 15’, inizia il suo show personale (per lui, in tutto, tre mete) e in velocità, schiaccia in mezzo ai pali. Matteo Magni trasforma: 14-0. Su classica azione della mischia successiva ad una touche in zona d’attacco, va a segno, al 22’, il valido tallonatore Giusti (costretto poco dopo a lasciare la sfida per infortunio). Matteo Magni trasforma ancora: 21-0. Il Formigine prova, senza successo, a siglare, con l’apertura Fontanesi, dalla piazzola, i primi punti del proprio confronto. All’intervallo, sul 21-0, la situazione, per i padroni di casa, è a dir poco invidiabile. In avvio di seconda frazione, giunge la meta-bonus dei locali messa a segno, sull’out sinistro, dallo scatenato Barsali: 26-0. A risultato acquisito, comincia il valzer delle sostituzioni. Il ritmo cala: i Lions non spingono più sull’acceleratore, mentre i modenesi, denotando tutti i propri limiti, non riescono ad accorciare le distanze. Al 33’ terza meta di Barsali, dopo un bell’attacco al largo. Ancora Matteo Magni – nel frattempo slittato all’apertura -, arrotonda con la trasformazione, per il definitivo 33-0. Dopo la pausa di domenica prossima, gli amaranto giocheranno il 15 dicembre al Moletolo di Parma, contro i locali degli Amatori Valorugby cadetti.

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento