Rugby 14 febbraio 2019

Rugby di B: Livorno domenica rende visita all’imbattuta Cemtumcellae Civitavecchia

Quella del Cemtumcellae Civitavecchia è l’unica squadra imbattuta della serie B, girone 2, ed è stata finora, in questo campionato, l’unica formazione capace di espugnare il terreno ardenzino ‘Carlo Montano’ (all’andata finì 5-20, 0 punti a 4 in classifica). La compagine laziale, sul campo, ha ottenuto 54 punti e senza la penalizzazione di 4 punti figurerebbe solitaria sul gradino più alto del podio. Il Cemtumcellae, che ha all’attivo, in 12 giornate, 11 successi ed 1 pareggio (colto contro il Romagna, con cui condivide la seconda piazza in graduatoria, con 2 lunghezze di ritardo dalla capolista Florentia), vanta il miglior attacco del girone. Era considerata, già ad inizio torneo, una delle squadre più attrezzate e competitive del raggruppamento, forte come è di giocatori (tanti con esperienze nelle Fiamme Oro Roma) con trascorsi nelle massime serie. Insomma, non meraviglia che sia in piena lotta per l’unico posto utile per il salto di categoria. Ciò non significa che sul proprio terreno di gioco, domenica (calcio d’inizio alle 14,30), avrà vita facile contro il Livorno Rugby. Il ‘derby della costa’ (che verrà arbitrato da Massimo Salierno di Napoli) rappresenta per le due squadre l’unico impegno del mese di febbraio. Giunge dopo una pausa di tre settimane ed alla vigilia di una nuova interruzione (nel turno successivo, il 3 marzo, i biancoverdi renderanno visita all’Amatori Parma). Il Civitavecchia è imbattuto, ma anche il Romagna, alla vigilia della sfida persa nell’ultima giornata, a Livorno, non aveva conosciuto l’amarezza della sconfitta… Insomma si preannuncia una gara molto dura, nella quale i biancoverdi saranno chiamati agli straordinari, soprattutto nelle aspre lotte in mischia. Ma attenzione: ripetendosi sugli altissimi livelli espressi per larghi tratti (leggi nella prima parte del primo tempo e nell’ultimo spezzone di gara) in casa con il Romagna, la sfida può non essere chiusa a doppia mandata. Grazie al lavoro del tecnico Zaccagna ed all’attaccamento ai colori sociali evidenziato in questi mesi dai giocatori (quasi tutti alle prime esperienze tra i seniores), i labronici sono cresciuti in modo esponenziale e stanno dimostrando di meritare le posizioni più nobili della classifica. Il Livorno Rugby sta disputando una stagione utilissima per gettare le basi in vista delle prossime annate, nelle quali l’obiettivo sarà quello del salto in A. E’ giusto provare ogni carta anche in questa stagione, anche se, ad essere realisti, classifica alla mano, ai labronici – quarti e con 9 lunghezze di ritardo dalla vetta – occorrerebbe una sorta di miracolo sportivo per centrare la promozione. Per tenere viva la speranza, servirebbe a Civitavecchia un successo condito dal bonus-attacco. Il tutto impedendo agli antagonisti la conquista di bonus. In tal caso, il ritardo dal Cemtumcellae, in graduatoria, diventerebbe (in virtù degli eventuali scontri diretti favorevoli) ‘solo’ di 3 punti e mezzo. La verità è che sarebbe già preziosa e prestigiosa una vittoria, anche di una sola lunghezza di margine, anche senza bonus aggiuntivi. Dopo la vittoria con il Romagna, imporre il primo stop stagionale ai fortissimi laziali sarebbe l’ennesima perla. Il tutto – ribadiamo – cercando di guardare il meno possibile la classifica. Le tre settimane di sosta agonistica sono state vissute dalla squadra livornese in modo sereno. Proficui ed intensi gli allenamenti. Recuperato, dopo l’infortunio, il valido pilone Bufalini. Sui trequarti torna a disposizione il giovanissimo Rattalino. Sempre nella linea arretrata rientra in biancoverde Righetti, che ha giocato la prima parte dell’annata nelle fila del Bellaria Pontedera. Per il resto, a Civitavecchia, ci sarà spazio per gli stessi atleti splendidi protagonisti nel memorabile match giocato con il Romagna. Servirà una prova di grandissima sostanza, ma questa squadra ci sta abituando a piacevoli sorprese….

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento