Rugby 13 Novembre 2018

Rugby di B. Livorno vince con l’Arieti Rieti

LIVORNO RUGBY – ARIETI RIETI 29-8

LIVORNO RUGBY: De Donato; Menicucci, Pellegrini, Ianda, Cristiglio; Pedemonte, Zannoni; Piras, Merani (30’ pt Gragnani Giacomo), Bitossi; Scrocco (cap.), Bottari; Bufalini, Bastita, Ciapparelli (38’ st Sforzi). A disp.: Pardini, Gragnani Giorgio, Stiaffini, Mazzocca, Pieroni. All.: Marco Zaccagna (assente: in sua sostituzione, in panchina, Stefano Gesi).

ARIETI RIETI: Perugini V.; Pacifici, Rosati, Gudini (16’ st Bozza), Izzo (5’ st Del Zoppo); Ferrini, Carotti F.; Raitilainen, Steri (11’ st De Amicis), Paniconi, Rossi (cap.), Carotti G.; Amedei, Cucco, Perugini T. (21’ st Biondi). A disp.: Rinaldi, Chiaretti, Angelucci. All.: Stefano Bordon.

ARBITRO: Markus Dosti di Roma.

MARCATORI: nel pt (12-8) 2’ m. e tr. Pellegrini, 13’ m. Pacifici, 22’ cp Perugini, 37’ m. Gragnani Giacomo; nel st 6’ m. Piras, 33’ m. Piras tr. Pellegrini, 41’ m. Pellegrini.

NOTE: espulsione temporanea (27’ pt) per Piras. In classifica 5 punti per il Livorno (successo e bonus-attacco; cinque mete realizzate) e 0 per il Rieti (battuto con un margine superiore alle sette lunghezze; una meta realizzata).   

LIVORNO. Il giovane Livorno Rugby non sta perdendo le sue buone abitudini. Per la terza domenica consecutiva, il quindici biancoverde vince e coglie il massimo della posta (cinque punti). Così come accaduto nelle due precedenti uscite (con Amatori Parma e Reno Bologna), i labronici, contro l’Arieti Rieti, si sono assicurati successo e bonus-attacco. I livornesi – in versione ‘diesel’ – hanno, nella circostanza carburato alla distanza. Dopo aver incassato il piazzato del 7-8 al 22’, Scrocco e compagni hanno aumentato l’intensità del proprio gioco e, tra il 37’ del primo tempo e il 41’ della ripresa, hanno piazzato un terrificante break di 22-0, con il quale hanno scavato un profondo solco. Il punteggio conclusivo di 29-8 premia i padroni di casa, capaci a tratti di mettere in mostra un rugby di buona qualità, ma punisce oltremisura i sabini, in chiara crescita rispetto alle precedenti uscite. Il Rieti, proprio in questi giorni, si è rinforzato, ha cambiato pelle e si è presentato al ‘Montano’ agguerrito e con una squadra degna delle posizioni di centro classifica. A proposito di classifica: Livorno è sempre quarto, a ridosso del trio di testa. Le formazioni di vertice hanno tutte quante vinto (anche se il Civitavecchia non ha condito la sua affermazione con il bonus aggiuntivo). Questi gli altri risultati della 5° giornata di serie B, girone 2 (tra parentesi i punti validi in classifica): Civitavecchia-Parma’31 20-13 (4-1), Romagna-Cus Siena 38-7 (5-0), Florentia-Modena 34-3 (5-0), Jesi-Arezzo 27-10 (5-0), Amatori Parma-Reno Bologna 47-22 (5-1). La nuova classifica: Romagna 25 p.; Florentia 20; Civitavecchia* 19; Livorno 16; Jesi 14; Parma’31** e Amatori Parma 11; Modena 10; Cus Siena** 4; Reno 1; Rieti* e Arezzo 0. *Civitavecchia e Rieti scontano (per ora) 4 punti di penalizzazione; **Parma’31 e Cus Siena una partita in meno. Domenica prossima Livorno renderà visita al Modena. Contro il Rieti, Livorno rimaneggiato: out anche Rattalino (impegni personali) e Simone Gesi (convocato per la partita tra le selezioni giovanili delle Accademie). I ragazzi di Marco Zaccagna (assente perché alle Bermuda con la nazionale over 30; al suo posto in panchina Stefano Gesi) iniziano con il turbo. Tambureggiante l’azione che, subito al 2’, permette al centro Pellegrini (tra i migliori del confronto) di realizzare la prima meta del match. Lo stesso Pellegrini arrotonda con la trasformazione: 7-0. Il Rieti non accusa il colpo. Paradossalmente il fulmineo vantaggio diventa un boomerang per i locali, che, nella parte centrale della prima frazione, faticano ad esprimersi su alti livelli. I laziali ne approfittano per operare il sorpasso: 7-8 per effetto della meta dell’ala Pacifici (13’) e del piazzato dell’estremo Virgilio Perugini (22’). Livorno attacca e pur rimanendo momentaneamente in 14 (discutibile il cartellino giallo per il valido terza centro Piras al 27’), trova con il neo-entrato seconda linea Giacomo Gragnani (reattivo appena entrato in campo) la meta del definitivo contro-sorpasso: 12-8 all’intervallo. Piras, scontati i 10 minuti di ‘castigo’, segna la pesante meta dell’allungo, al 6’ della ripresa: 17-8. I reatini provano il tutto per tutto. I biancoverdi, però, sono attenti e determinati nel chiudere i varchi, anche a ridosso della propria fatal linea. Negli ultimi minuti, i labronici chiudono i conti. Piras, su avanzata in una mischia a cinque, segna la meta-bonus. Pellegrini trasforma: 24-8. Lo stesso attivo Pellegrini ‘chiude il cerchio’: dopo la sua marcatura giunta in avvio di gara, sigla in velocità l’ultima meta della sfida (41’). Finisce 29-8. Per i labronici un successo pesante e meritato, che consente di rimanere nelle zone più nobili della classifica.

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento