Rugby 25 Marzo 2019

Rugby di C1, Lions Amaranto Livorno ora sicuri matematicamente della prima piazza

11° successo su 11 per i leoni livornesi

CECINA. Con l’ennesima prova ricchissima di sostanza, i famelici Lions Amaranto Livorno si assicurano, con una giornata di anticipo sulla fine della regular season, l’aritmetica certezza del primo posto nel proprio raggruppamento. Per la matematica sicurezza sarebbe bastato ‘nel derby della provincia’ anche un solo punto.

Scardino e compagni, tanto per non smentirsi, hanno però voluto fare le cose in grande stile.

Gli amaranto, sul campo ‘Aldo Castellani’, contro i (validi) locali degli Amatori Cecina, hanno centrato addirittura cinque punti. La capolista, all’undicesima vittoria in undici giornate, vanta ora ben 10 lunghezze di margine sulla seconda forza del torneo, quell’Elba, che in questa calda domenica di inizio primavera ha osservato un turno di riposo e che nell’ultima giornata, il 7 aprile, renderà visita proprio agli indomabili ‘Leoni’.

Dopo l’appuntamento con l’Elba, ci sarà (il 28 aprile e il 5 maggio), per gli amaranto, il doppio spareggio promozione con l’Olbia, primo nella poule 2 del girone F di C1.

Questo il quadro completo della 13° giornata di C1, girone F, poule 1 (tra parentesi i punti validi per la classifica): Am. Cecina – Lions 26-38 (1-5); Piombino – US Firenze 12-30 (0-5); CUS Pisa – Cavalieri Prato/Sesto cadetti 20-32 (0-5).

La classifica a 80 minuti dal termine: Lions Livorno 53 p.; Elba 43; Cecina 24; Cavalieri cadetti* 23; US Firenze 21; Piombino e CUS Pisa** 17. *I Cavalieri cadetti scontano 4 punti di penalizzazione. **Il CUS Pisa, che deve ancora osservare il proprio turno di riposo, figura, rispetto alle altre squadre, con una partita in più. Splendido il ‘derby della provincia’ giocato di fronte ad un bel pubblico.

Il Cecina – che anche all’andata, pur perdendo, strappò due punti in classifica contro la prima della classe – ha confermato le proprie indubbie qualità.

Prende ulteriore valore l’impresa dei Lions, che in tutte le partite disputate in questo girone (livellato verso l’alto, per la categoria) ha sempre saputo piazzare la sua zampata vincente.

Anche al ‘Castellani’, tutti i settori e tutti i reparti amaranto sono funzionati in modo brillante. Gli ospiti sbloccano il punteggio al 10′, con il solito attivo tallonatore Giusti, in meta dopo un attacco successiva ad una touche in zona d’attacco.

L’apertura Rolla (cento per cento per lui nei tiri da fermo) trasforma: 0-7. Al 18′ mischia a cinque per gli amaranto. Quando capitan Scardino è pronto a schiacciare oltre la linea bianca, giunge il fallo degli avversari: meta tecnica e punteggio che si gonfia (0-14). Al 24′ è il possente pilone cecinese Bellucci a siglare la prima meta della propria squadra.

L’apertura Ambrogini trasforma: 7-14. I Lions sono lucidi e indovinano tutte le scelte tattiche. Al 39′ ‘si accontentano’ dei tre comodi punti di un piazzato dell’implacabile cecchino Rolla. All’intervallo, sul 7-17, la situazione per i ragazzi di Brancoli, è invidiabile.

I Lions, nei primi minuti della ripresa, continuano a spingere sull’acceleratore. Al 5′ meta in velocità del talentuoso centro Novi.

Rolla trasforma: 7-24. Cecina non demorde: meta del mediano Vanni, trasformata da Ambrogini (14-24 al 10′). Al 21′ ecco la marcatura-bonus degli ospiti, quella che consente di celebrare, a partita in corso, la matematica sicurezza della prima piazza.

La quarta (preziosissima) meta è firmata dall’estremo Campisi (tra i migliori). Meta in mezzo ai pali, condita dalla nuova trasformazione di Rolla: 7-31. Break water e alla ripresa del gioco, c’è gloria anche per il trequarti ala Rela, che, con abilità, dopo una fuga solitaria, realizza la quinta meta della propria irresistibile formazione. Rolla arrotonda: il 14-38 vale il massimo divario esterno e vale l’ipoteca sull’undicesima vittoria di fila.

La gara resta vivace fino alla fine. Merito dei mai domi padroni di casa: l’Amatori Cecina accorcia le distanze con le mete dei trequarti Paoletti (35′) e Calvaresi (40′), con Ambrogini che realizza una trasformazione, per il 26-38 conclusivo. I rossoblù colgono così, con merito, il bonus-attacco. Con merito, i Lions allungano la loro favolosa striscia di successi e, soprattutto, mettono al sicuro la prima piazza. E ora – con l’intermezzo della ‘passerella’ relativa al match interno con l’Elba – massima concentrazione in vista del doppio spareggio con l’Olbia. Il mirino è puntato su qualcosa di importante….

AMATORI CECINA – LIONS AMARANTO LIVORNO 26-38

AMATORI CECINA: Paoletti; Orsucci, Ciciriello, Calvaresi, Cella; Ambrogini, Vanni; Giomi, Leoncini, Bacci; Cambi (cap.), Gianfaldoni; Bellucci, Rragami, Dal Canto. Entrati anche: Peruzza, Lorenzini, Chiti, Musto, Cinci. All.: Marco Natale.

LIONS AMARANTO LIVORNO: Campisi (31′ st Siviero); Banchieri, Novi (21′ st Vitali L.), Di Mauro (12′ st Gregori), Rela; Rolla, Magni Matteo; Scardino (cap.), Giglioli, Tamberi; Sarno, Pulaha (1′ st Ciandri); Ciapparelli (1′ st Bertini), Giusti (21′ st Vitali G.), Fusco (33′ pt Filippi). All.: Giampaolo Brancoli.

ARBITRO: Marco Spirito di Prato.

MARCATORI: nel pt (7-17) 10′ m. Giusti tr. Rolla, 18′ m. tecnica mischia Lions, 24′ m. Bellucci tr. Ambrogini, 39′ cp Rolla; nel st 5′ m. Novi tr. Rolla, 10′ m. Vanni tr. Ambrogini, 21′ m. Campisi tr. Rolla, 22′ m. Rela tr. Rolla, 35′ m. Paoletti, 40′ m. Calvaresi tr. Ambrogini.

NOTE: giornata di sole; water break a metà dei due tempi, nessun cartellino estratto dall’arbitro. In classifica 1 punto per il Cecina (che ha perso con un margine superiore alle sette lunghezze ed ha segnato quattro mete) e 5 per i Lions (che hanno vinto e si sono assicurati il bonus-attacco; cinque le mete realizzate).

 

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento