Cronaca 12 giugno 2018

Rugby Etruschi Livorno, la festa di fine stagione

Durante il riuscitissimo evento di fine stagione svoltosi nella serata di questo secondo sabato del mese di giugno al centro del campo amico ‘Tamberi’, non sono mancate forti emozioni. 

Sensazioni che solo chi ha giocato a rugby, che sa cosa vuole dire andare in meta con il sostegno dei compagni e poi placca un avversario in velocità, può – a qualsiasi età – comprendere fino in fondo.

L’evento ha concluso nel modo più degno l’intensa (e positiva) annata 2017/18 delle varie formazioni degli Etruschi (prima squadra, under 12, 10, 8 e 6) e delle rappresentative under 18 e under 16 del Granducato (la Franchigia cittadina nata nel 2015 grazie al lavoro sinergico tra gli stessi Etruschi ed i Lions Amaranto). Gran cerimoniere, il presidente della società degli Etruschi Carlo Ghiozzi.

La ‘festa’ è iniziata con le premiazioni di tutte le squadre. I primi a salire sul palco gli under 18 del Granducato, squadra capace di esaltarsi nel proprio duro campionato elite, di ottenere un eccellente settimo posto nel campionato nazionale di categoria e di portare tanti validi elementi nel giro delle nazionali giovanili. “Molti di voi – ha detto Ghiozzi rivolto ai giocatori under 18 – sono pronti per effettuare il salto in grandi squadre di fama europea. Noi non vi dimenticheremo. Vi chiediamo di non dimenticarvi della nostra realtà, di questo campo e di un presidente che prepara il sugo per il terzo tempo e traccia, la domenica mattina, prima delle gare, con il gesso, le linee sul terreno di gioco”.

Dopo le premiazioni agli under 18, sul palco è stata chiamata la squadra del Granducato under 16, che si è ritagliata nel campionato regionale un ruolo da protagonista. Poi, nell’ordine, c’è stata gloria per le formazioni under 12, 10, 8 e 6 degli Etruschi: ricordati, nel momento delle premiazioni, i successi ottenuti in tutta la Toscana e non solo (al prestigioso torneo nazionale di Perugia ‘storica’ prima piazza degli under 8 ed eccellente seconda posizione degli under 12).

Premiati, successivamente, gli atleti della prima squadra (targata ‘Fulgida’), compagine che nella poule silver del campionato di C2 ha colto la terza posizione, sfiorando il passaggio alle semifinali della Coppa delle Province. Toccante, alla fine della cerimonia di premiazione, il momento in cui Ghiozzi ha ricordato la figura di Renzo Berti: la segreteria dell’impianto ‘Tamberi’ è da questo sabato intitolato allo stesso Berti, un grande uomo (come recita la targa a lui intitolata) ed un amico di tutto l’ambiente.

Dopo tale speciale momento, c’è stato spazio per la musica dal vivo, curata dal gruppo ‘Riptide’ e per la cena all’aperto, comsumata sul campo. Un ‘terzo tempo’ che ha coinvolto centinaia di appassionati: giocatori di tutte le età, tecnici, dirigenti e simpatizzanti. Ora – a parte tornei beach in programma a Firenze e a Senigallia, che vedranno protagoniste nelle prossime settimane gli under 12 – tutti quanti ‘staccano la spina’. Alla fine dell’estate, tutti quanti pronti a ripartire per cominciare la preparazione della nuova annata. Si vuole alzare l’asticella, ben sapendo cosa vuol dire andare in meta con il sostegno dei compagni e placcare un avversario in velocità…

Lascia il tuo commento