Rugby 15 Novembre 2017

Rugby giovanile, Risultati e commenti

In terra maremmana, gli Etruschi Livorno under 10 (atleti nati negli anni 2008 e 2009) hanno pienamente confermato le proprie qualità di primo ordine per la categoria: doti già messe in evidenza, in precedenza, nei primissimi appuntamenti ‘ufficiali’ della stagione. In questa domenica di metà novembre, sul campo di via Lazzaretti, a Grosseto, i giovani atleti verde-amaranto, sotto la guida degli allenatori-educatori Carlo Ghiozzi, Nicolas Borella e Federico De Robertis hanno ottenuto, nel raggruppamento della costa toscana, due successi ed una sconfitta. Superato per 6-0 (ogni meta un punto) il Cecina, battuto 6-4 la mista Grosseto-Scarlino e perso per 4-8 con il Piombino. Nei concentramenti (o raggruppamenti che dir si voglia), propri del settore propaganda, gestiti ed organizzati dal comitato toscano della Fir, non si va a stilare una vera classifica. L’importante, per i giocatori, è maturare significative esperienze e crescere. Da questo punto di vista, indipendentemente dai risultati registrati nell’arco delle tre mini-gare giocate, i conti, in casa Etruschi, tornano. Tutti gli elementi della formazione labronica stanno migliorando a vista d’occhio, sotto ogni aspetto. I tre allenatori-educatori non nascondono la propria soddisfazione per il livello tecnico raggiunto. I giocatori verde-amaranto di scena a Grosseto: Alex Bernini, Maurizio Biagi, Francesco Guantini, Tommaso Del Secco, Matteo Nuti, Ryan Peruzzi, Filippo Consani, Matteo Parenti.
———————————-
Etruschini in grande evidenza nel raggruppamento (o concentramento che dir si voglia) della costa toscana andato in scena, in questa seconda domenica del mese di novembre, sul campo ‘Venturelli’ di Piombino. Sotto la guida degli allenatori-educatori Fulvio Incrocci, Mario Pracchia e Stefano Biagi, gli under 8 degli Etruschi (categoria relativa ai giovanissimi nati negli anni 2010 e 2011) hanno messo in vetrina giocate di qualità. Grazie all’ampia rosa a disposizione, i tre tecnici labronici hanno schierato due squadre: il ruolino globale è di sette vittorie ed una sconfitta. Il bottino di mete realizzate è ingente, ma ben più del numero delle marcature messe a segno, il dato saliente della giornata è relativo alla crescita di tutti gli atleti. Evidentemente il lavoro svolto dalla società verde-amaranto nel proprio vivaio sta portando frutti concreti. Nella squadra degli Etruschi ‘1’, utilizzati Adriano Paolo Biagi, Andrei Ciuperca, Mattia Dell’Unto, Valentino Ferro, Karim Niang e Cristian Ricci. La formazione ‘1’, nel corso del raggruppamento, ha superato gli Amatori Cecina 8-1 (ogni meta un punto), lo Scarlino 9-1, i locali dell’Etruria Piombino 6-0 ed il Grosseto 7-0. Nella squadra degli Etruschi ‘2’ sono stati schierati Alessandro Brunelli Felicetti, Samuele Michel, Ryan Romano, Nathan Ferri, Gregorio Guidi, Tommaso Incrocci, Pietro Potenza. In rapida successione successi su Scarlino 5-4, sul Grosseto 4-2 e sull’Etruria Piombino 6-1 e sconfitta con gli Amatori Cecina 2-5.
—————————————–
Sul campo ‘Lodigiani’ di Firenze è andato in scena, nel pomeriggio di sabato 11 novembre, un raggruppamento di alto livello per la categoria under 12. Un raggruppamento (o concentramento che dir si voglia) ricco di soddisfazioni per l’agguerrita rappresentativa degli Etruschi Livorno, capace di chiudere l’evento imbattuta, con un brillante ruolino di tre vittorie ed un pareggio. Al cospetto di formazioni di buon livello, i giovanissimi verde-amaranto (nati negli anni 2006 e 2007) hanno giocato le loro quattro migliori gare della stagione. E’ evidente come il lavoro svolto nel corso delle sedute settimanali, condito con la serietà di questi piccoli-grandi rugbisti, stia portando frutti concreti. I due allenatori-educatori Francesco Consani e Daniele Campani sono soddisfatti del livello raggiunto. Le cinque formazioni al via del raggruppamento effettuato nel capoluogo gigliato hanno dato vita ad un girone all’italiana: ogni squadra ha disputato quattro gare ciascuna lunga 14′ (due tempi da 7′). Gli ‘Etruschini’ hanno battuto il Firenze ‘1’ , i Lions Amaranto Livorno e i Puma Bisenzio. Rocambolesco – e sostanzialmente giusto – il pareggio colto contro il Firenze ‘2’. Sabato prossimo i verde-amaranto torneranno a Firenze, sia per giocare (con ben due rappresentative) un simpatico torneo, sia per assistere al prestigioso test-match in programma allo stadio ‘Franchi’ tra Italia e Argentina. Questi giovanissimi atleti vogliono crescere con i sani principi propri della palla ovale… L’elenco degli ‘Etruschini’ grandi protagonisti al campo ‘Lodigiani’ (guarda caso è l’impianto attiguo al ‘Franchi’): Campani, Merlo, Consani, Parziale, Tognetti, Ceccarini, Melani, Perciavalle, Giusti L., Sgherri, Nuterini, Giusti E., Sangiorgi, Savi, Papucci.
—————————
La crescita dei Lions Livorno under 10 non conosce sosta. I giovanissimi leoni, classe 2008 e 2009, nel raggruppamento (o concentramento che dir si voglia) svoltosi in questa seconda domenica del mese di novembre sul campo amico della via della Chiesa di Salviano, hanno messo in mostra buonissimi numeri. A livello di attività propaganda, in questo tipo di appuntamenti gestiti ed organizzati dal Comitato Toscano della Fir, non vengono stilate ‘vere’ classifiche. Il dato del primo posto ottenuto dalla rappresentativa dei Lions ‘Amaranto’ (a pari merito con il Sesto Fiorentino ‘3’) è comunque significativo. I successi – soprattutto se frutto di prestazioni brillanti – consentono di far crescere l’autostima in questi piccoli-grandi atleti e di effettuare, con più entusiasmo, nel corso della settimana, le classiche ‘sedute’. Al via del raggruppamento salvianese, insieme alle ‘solite’ due squadre Lions, si sono presentati il Sesto Fiorentino con ben 3 rappresentative, il Rufus San Vincenzo e l’Elba. Le sette compagini si sono confrontate su due campi, in un girone all’italiana con partite di 8 minuti ciascuna. I Lions ‘Bianchi’ ed i Lions ‘Amaranto’, guidati dagli allenatori educatori Landi, Siviero, Ubaldi e Russo, hanno mostrato personalità e carattere, combattendo con determinazione e vincendo gran parte delle sfide disputate. Questo il lungo elenco dei leoncini ‘profeti in patria’: Giacomo Ubaldi, Matteo Russo, Enzo Monti, Andrea Buscarino, Manuel Marrone, Alessandro Vasta, Samuele Di Profio, Lorenzo D’Attoma, Tommaso Bertolini, Samuel Korriku, Raul Rum, Achille Botti, Edoardo Braccini, Luca Del Nista, Davide Meoni, Gabriele Pannocchia, Rocco Pavesi, Paolo De Angelis, Lorenzo Giovanni Morini.
Livorno Rugby under 10 in grande spolvero nel raggruppamento (o concentramento che dir si voglia) andato in scena domenica mattina sul campo della polisportiva Bellaria Pontedera. I labronicI, come da consuetudine, si sono presentati all’appuntamento con ben due squadre: evidentemente il lavoro della ‘storica’ società biancoverde, svolto alla base, anche nell’opera di reclutamento, sta portando frutti concreti, non solo a livello qualitativo, ma anche quantitativo. Nella città della Piaggio, il Livorno Rugby, guidato dagli allenatori-educatori Tavella, Chiesa e Quartararo, si è distinto sia con la formazione ‘bianca’ (composta da Diego Andreotti, Mattia Bartolini, Andrea Bascietto, Giano Bianchi, Giovanni Campora, Diego Celati, Giorgio Criscuolo, Federico De Villa, Jacopo Gambogi, Jonny Giorgi e Alberto Saltapari), sia con la rappresentativa ‘verde’ (formata da Massimiliano Agostini, Romeo Celi, Alessio Galvagno, Cristian Isozio, Giulio Lenzi, Matteo Orlandi, Diego Padella, Alessandro Quartararo, Aldo Romano, Dario Soldati, Daniele Tosi e Riccardo Tozzi). Larghi i successi ottenuti dalle due squadre labroniche nell’arco dell’evento. In tutto, su sei partite (tre per ciascuna delle due compagini biancoverdi), sei vittorie, condite da 53 mete realizzate e solo 6 incassate. Al raggruppamento hanno partecipato, oltre agli scatenati atleti del Livorno Rugby, anche Titani Viareggio, Firenze ed i locali del Bellaria. I biancoverdi (nati negli anni 2008 e 2009) stanno dimostrando, settimana dopo settimana, impegno dopo impegno, qualità di primissimo piano per la categoria.
—————————————-
A San Vincenzo brilla la stella dei giovanissimi atleti Lions Livorno. Gli amaranto under 6, sul campo sanvincenzino ‘Santa Costanza’ hanno disputato, domenica mattina, un raggruppamento ricco di soddisfazioni. Al via dell’evento, disputato lontano dalle ‘tensioni di partite drammatiche, che valgono l’intera stagione’, quattro squadre della provincia: due rappresentative Lions, l’Elba e ovviamente i padroni di casa del Rufus. Sotto un piacevole sole, i ‘leoncini’ hanno ottenuto brillanti vittorie, confezionando mete di buona fattura. Il dato più importante, ovviamente, non è relativo al numero delle marcature messe a segno nell’arco delle gare effettuate, ma è relativo all’entusiasmo che, partendo dai bambini in campo, ha coinvolto i tanti adulti presenti a bordo campo. Ben 15 i piccoli-grandi giocatori amaranto al via del raggruppamento: segno che il lavoro svolto in fase di reclutamento da parte della società amaranto sta portando frutti sempre più concreti. I ‘leoncini’ di scena a San Vincenzo: Filippo Aldovardi, Nicola Marchesini, Vittorio Ciaravolo, Giorgio Guidi, Matteo Bertolini, Alessandro Della Santa, Achille Scardino, Diego Banchetti, Mattia Ceselli, Mirco Rossi, Cesare Botti, Pietro Benedetti, Pietro Nerini, Tommaso Palermo, Vittorio Frosali.
Gli ‘Etruschini’ hanno disputato due divertenti partite sul campo ‘Venturelli’ di Piombino. Domenica mattina, la rappresentativa verde-amaranto under 6 è stata protagonista di un mini-raggruppamento sul terreno piombinese. Al via del simpatico evento – disputato con lo spirito giusto da parte di tutti i bambini coinvolti – tre formazioni della provincia. Entusiasmo alle stelle sia da parte dei piccolissimi atleti, sia da parte dei tanti adulti presenti a bordo campo. E’ evidente come il dato delle mete realizzate nell’arco delle ‘partite’ effettuate abbia un valore del tutto relativo. Gli Etruschini hanno pareggiato 4-4 (ogni meta un punto) con il Cecina e perso 2-8 coi i padroni di casa del Piombino. Ma – è bene ribadirlo – l’ultimo aspetto da considerare in questa memorabile domenica mattina è relativa ai risultati tecnici. E’ stata una vera e propria festa dello sport: i veri valori del rugby si apprezzano anche in tenera età. Gli allenatori-educatori verde-amaranto Silvia Nocelli, Giulia Campani e Stefano Biagi sono soddisfattissimi delle risposte giunte, anche in questa occasione, da parte dei ‘propri’ atleti. Questi gli ‘Etruschini’ schierati al ‘Venturelli’: Geronimo Conforti, Matteo Feliciani, Samuele Marinari, Edoardo Bini, Giacomo Pollastri e Nicola Ascenzi.
—————————–
Una rosa ampia e di spessore. Un roster talmente numeroso da permettere ai due allenatori-educatori Vittorio Abbiuso e Vincenzo Liguori di poter allestire due squadre: la rappresentativa ‘bianca’ e quella ‘amaranto’. Per i Lions Livorno under 8 il bilancio del raggruppamento andato in scena sul campo ‘Coiano’ di Prato è decisamente positivo. Le otto formazioni al via dell’evento (le due compagini Lions, quattro squadre dei padroni di casa del Gispi Prato, il Sieci ed il Bellaria Pontedera) sono state divise in due gironi distinti. I labronici, dimostrando di poter abbinare qualità a quantità, hanno chiuso con un ruolino (globale) di cinque vittorie ed una sola sconfitta. Al di là del (comunque positivo) esito delle mini-partite disputate, il dato saliente di questa seconda domenica del mese di novembre è relativo alla crescita di tutta la rosa. I miglioramenti sono costanti. L’entusiasmo di questi giovanissimi atleti (nati negli anni 2010 e 2011) è coinvolgente e dimostra come la società amaranto stia operando nel modo migliore nella cura del proprio vivaio. L’elenco dei ‘leoncini’ grandi protagonisti al campo ‘Coiano’ di Prato: Niccolò Giaconi, Gabriele Archibusacci, Morgan Pannese, Filippo Serafini, Diego Bellandi, Luca Brondi, Francesco Prestinari, Michele Zampini, Alessandro Botti, Dario Padovani, Edoardo Rovelli, Valerio Donati, Damiano Casolari, Fabio Cappanera, Michelangelo Falleni.
Il Granducato Livorno under 18 segna più mete degli avversari (2 a 1), ma si deve accontentare del bonus-difesa, il punto che premia le squadre battute con un margine inferiore alle otto lunghezze. I giallo-bianco-rossi allenati da Riccardo Della Rosa, nella delicata gara giocata sul campo neutro ‘Scacciati’ di Pisa, contro l’attuale capolista Cavalieri Prato/Sesto, hanno perso di misura 12-13. Sfida viaggiata sui binari dell’equilibrio, decisa da piccoli particolari. Difese accorte, capaci di gettare sabbia negli ingranaggi offensivi degli avversari. I Cavalieri, di fatto, si sono assicurati il successo grazie alla propria partenza lanciata (0-10 la situazione al 7′). Il Granducato, alla prima sconfitta del torneo (almeno sul campo..) scivola sul terzo gradino della classifica. Il cammino per traguardi di grande prestigio si complica, ma niente, a 13 giornate dalla fine della regular season, è compromesso. Sono i Cavalieri a sbloccare il punteggio al 7′ con un piazzato del proprio estremo: 0-3. Lo stesso estremo sigla al 7′ la meta e la successiva trasformazione dello 0-10. I labronici, dopo le difficoltà iniziali, crescono: la meta del trequarti centro Mori (35′) consente di dimezzare il ritardo e di chiudere la prima frazione in svantaggio solo 5-10. I livornesi insistono in avvio di ripresa: la meta del pilone Migliori, trasformata dall’apertura Del Bono permette di effettuare il sorpasso: 12-10 al 3′. L’incontro è sempre in bilico. Al 10′ ancora l’estremo dei Cavalieri indirizza tra i pali il piazzato del controsorpasso e del definitivo 12-13. Lo schieramento livornese: Batista; Del Fiorentino, Mori, Shehu, Barsali; Del Bono, Jelic; Krifi, Lucchesi, Mannelli; Dalla Valle, Pacini; Bertini, Vitiello, Migliori. Entrati anche: Rum, Andorlini, Bonaccorso, Bientinesi, Magni, Orifici, Chiarugi. La classifica del girone del centro Italia del campionato elite dopo 5 turni: Cavalieri 23 p.; Amatori Parma 19; Granducato Livorno 16; Firenze e Florentia 15; Costa Toscana 14; Romagna 13; Perugia 10; Reggio E. 2; Modena 1.
Una derby della costa tremendamente equilibrato, dal punteggio alto. Una sfida che ha pienamente confermato la qualità delle due squadre, che non a caso guidano la classifica del girone 2 del torneo regionale under 16. Sul campo amico ‘Falchini’, il Rosignano ha superato 40-33 il Granducato Livorno. Attacchi scatenati (in tutto 11 le mete registrate nell’arco del match), con difese talvolta distratte. I solvaini padroni di casa (che hanno siglato 6 mete) si aggiudicano 5 punti e restano solitari in vetta alla classifica. 2, invece, i punti raccolti dai giallo-bianco-rossi, che si sono assicurati il bonus-attacco (5 mete) ed il bonus-difesa (per il passivo finale inferiore alle 8 lunghezze). Questa la classifica al termine del girone d’andata (le 5 squadre hanno, ciascuna, giocato 4 partite): Rosignano 20 p.; Granducato Livorno 17; Golfo Scarlino 7; Ghibellini’2′ 4; Elba 3. La sensazione è che la battaglia per la prima piazza si deciderà all’ultima giornata del girone di ritorno, quando le due battistrada si ritroveranno nuovamente di fronte (stavolta al ‘Tamberi’, il campo amico dei ‘Granduchi’). A Rosignano, gli allenatori ospiti Giampaolo Brancoli e Michele Pelletti hanno utilizzato questi atleti (nati negli anni 2002 e 2003): Bicchierai, Dalla Valle, Uccetta, Chiarugi, Pellegrini, Porciello, La Rosa, Barba, Rondelli, Marchi, Castelli, Barsacchi, Lentini, Cappelli, Lischi, Pioli, Brondi, Tellini, Cadau, Mazzoni, Bernieri, Taddeini. Per il Granducato, due mete di Mazzoni (al suo attivo anche quattro trasformazioni), due di Lischi ed una di Chiarugi. I giallo-bianco-rossi, dopo aver mancato nelle gare di inizio stagione l’accesso nel campionato d’èlite di categoria (nei barrage sono giunte severe sconfitte con Imola e Valnure/Lyons Piacenza) si stanno ritagliando, in questo torneo regionale, non poche soddisfazioni. Prima della sconfitta di Rosignano, i ‘Granduchi’ avevano ottenuto tre vittorie, tutte quante condite dal bonus-attacco. Prossimo impegno per la rappresentativa della franchigia (il Granducato è nato nel 2015 grazie al lavoro sinergico tra le società cittadine dei Lions Amaranto e gli Etruschi) è fissato per il 3 dicembre, a Siena, contro i locali dei Ghibellini’2′.
———————————-
Il clima festoso del carnevale, a Viareggio, è stato vissuto dal Livorno Rugby under 8 fuori stagione. In questa domenica di metà novembre sul campo ‘Marco Polo’, organizzato dalla locale società dei Titani Viareggio, è andato in scena un raggruppamento (o concentramento che dir si voglia) ricco di soddisfazioni per i biancoverdi labronici. Grazie all’ampia rosa a disposizione, gli allenatori-educatori Gabriele Biagiotti, Alessia Fraschetti e Daniele Di Domenico hanno presentato al via dell’evento due squadre. Protagonisti, in terra versiliese, pure una formazione del Rosignano, una del Valdinievole ed una, ovviamente, dei Titani Viareggio. E’ stata una festa contagiosa per tutti quanti: per i piccoli atleti (nati negli anni 2010 e 2011) e per i tanti genitori al seguito. Gli under 8 hanno già compreso i veri valori propri dello sport della palla ovale. Nessuno ha tenuto il conteggio delle mete messe a segno e di quelle incassate nell’arco delle varie mini-gare disputate. Entrambe le squadre livornesi si sono comunque fatte rispettare.. I brillanti risultati ottenuti dalle squadre del settore propaganda conferma la bontà del lavoro di base del Livorno Rugby, società nata nel lontano 1931, da sempre attenta a curare con puntiglio il proprio vivaio. Questi, in rigoroso ordine alfabetico, gli atleti biancoverdi di scena domenica a Viareggio: Filippo Aspromonti, Giorgio Campora, Filippo Carrai, Ettore Carrara, Gregorio Cecere, Ugo Chiesa, Nicolò Compagnone, Edoardo Danero, Lorenzo Danza, Filippo Del Moro, Tommaso Del Vivo, Francesco Fiorentini, Simone Frà, Thomas Gennari, Pietro Marini, Christian Paolini, Ryan Rosini, Lorenzo Savi, Filippo Tani.
—————————-
Brillante prestazione della rappresentativa ‘A’ della Costa Toscana under 18, capace, nella quinta giornata del campionato èlite di categoria, girone del centro Italia, di liquidare 38-19 (6 mete a 3) il Perugia. Per la compagine allenata dal terzetto composto da Michele Ceccherini, Gianluca Barsacchi e Stefano Gesi si tratta della terza affermazione del torneo. Un successo – ovviamente condito dal bonus-attacco – che consente, in classifica, di rimanere aggrappati al treno delle migliori. Questa la situazione in graduatoria: Cavalieri Prato/Sesto 23 p.; Amatori Parma 19; Granducato Livorno 16; US Firenze e Florentia 15; Costa Toscana ‘A’ 14; Romagna 13; Perugia 10; Reggio E. 2; Modena 1. Al termine della regular season, la prima passerà direttamente nei gironi finali per il titolo italiano. La seconda e la terza, invece, effettueranno un ‘barrage’ per l’accesso a tali gironi. La Costa Toscana è, come noto, la franchigia nata nel 2016, grazie alla proficua collaborazione tra Livorno Rugby, Amatori Rosignano, Emergenti Cecina e Bellaria Ponteria. La franchigia è attiva nei campionati under 18 con due squadre (la ‘A’ nel duro torneo d’èlite e la ‘B’ impegnata nel torneo regionale). La squadra ‘A’, formata di fatto solo da giocatori del Livorno Rugby, disputa le proprie gare casalinghe sul terreno ardenzino ‘Maneo’. E proprio sul campo amico, contro il Perugia, la Costa Toscana ‘A’ ha cominciato con il piglio giusto. E’ Piras, al 5′ a realizzare la prima meta della gara. Gesi trasforma: 7-0. All’11’ seconda meta dei locali (a bersaglio Ianda). Gesi e Zannoni G. siglano, nella seconda parte del primo tempo, una meta a testa. Lo stesso Gesi arrotonda con le due successive trasformazioni: all’intervallo, sul 26-0 (ed il bonus-attacco già in ghiaccio), la situazione è invidiabile. Il Perugia non si arrende e trova, in avvio di ripresa, la meta (trasformata) del 26-7. Gesi, dopo un intercetto, deposita oltre la fatal linea, per poi firmare la nuova trasformazione: 33-7. La ripresa è più equilibrata rispetto ad un primo tempo tutta di marca Costa Toscana. Altra meta degli ospiti (33-14). Quinta meta dei locali, con Pellegrini (38-14). Nel finale terza meta (non trasformata) degli umbri. Finisce 38-19. Per la Costa Toscana ‘A’ 5 punti; per i perugini, invece, nessun punto. Domenica prossima i ragazzi di Ceccherini, Gesi e Barsacchi saranno di scena a Reggio Emilia. Un’altra partita fondamentale, prima della sosta. I giocatori inizialmente utilizzati sul sintetico di casa ‘Maneo’: Romano; Politano, Zannoni G., Pellegrini, Bagnoli; Gesi, Zannoni N.; Piras, Merani, Ianda; Pardini, Ianniciello; Andreotti, Mattei, Campanile. Entrati anche: Saylon, Vellutini, Pini, Freschi, Fabbri.
—————————–
Il processo di crescita dell’under 12 dei Lions Amaranto Livorno passa soprattutto da questi impegni, così duri e difficili. E’ decisamente più istruttivo confrontarsi (anche a costo di perdere) con solide realtà della categoria, che non limitarsi a ‘scorpacciate di mete’ contro antagonisti di secondo piano. Per migliorare la qualità del proprio gioco, servono come il pane le partite più complicate. La formazione amaranto, guidata dai due allenatori-educatori Alessandro Brondi e Marco Antonazzo ha disputato, sabato pomeriggio, sul campo ‘Lodigiani-Padovani’ di Firenze, un raggruppamento di spessore per la categoria. Le cinque formazioni al via hanno dato vita ad un classico girone all’italiana: tutte quante si sono affrontate l’un l’altra, in mini incontri. I ‘leoncini’ (classe 2006 e 2007) hanno perso 1-2 (ogni meta un punto) con il Firenze ‘1’, hanno ceduto 2-3 con il Firenze ‘2’, hanno successivamente battuto 7-1 i Puma Bisenzio ed hanno chiuso il concentramento alzando bandiera bianca (0-5) con i ‘cugini’ degli Etruschi Livorno. In tutto, per gli amaranto, quattro mete di Meini, due di Omar Spagnoli, due di Bianucci ed una ciascuno di Pellegrini e Bani. Questo, in rigoroso ordine alfabetico, l’elenco dei 17 giocatori Lions under 12 protagonisti a Firenze: Leonardo Bacci, Filippo Bani, Tommaso Bianucci, Giulio Ciapini, Giacomo Contini, Simone Del Mazza, Niccolò Falleni, Federico Funghi, Diego Giudici, Mattia Longhi, Vittorio Meini, Gianluca Munafò, Matteo Poli, Riccardo Pellegrini, David Santiago Spagnoli, Omar Spagnoli, Edoardo Tonarini. Prossimo appuntamento domenica 25, in casa (a Salviano), per un nuovo raggruppamento. Il processo di crescita continua, senza soste. Indipendentemente dal numero delle mete messe a segno e di quelle incassate nei singoli impegni.

Brillante l’opera in fase d’attacco (4 le mete siglate), poco concreta la difesa (7 le mete incassate). Nella terza fatica del campionato toscano, girone ‘1’, nel quale sono impegnate le migliori dieci formazioni di categoria della regione, i Lions Amaranto Livorno hanno perso 47-24, ‘in trasferta’, contro i ‘cugini’ del Livorno Rugby ‘1’. Derby cittadino a lungo in equilibrio (14-12 per i biancoverdi all’intervallo, 19-19 all’11’ della ripresa) deciso da un allungo dei ‘padroni di casa’ nella seconda parte del secondo tempo. A livello under 14, non viene stilata una vera classifica: se però fosse valido il ‘classico’ sistema di punteggio australe, in vigore, in Italia, nei campionati seniores, under 18 e under 16 ormai dal ‘lontano’ 2000, un punto (bonus-attacco) sarebbe stato assegnato ai Lions e cinque (vittoria condita dal bonus aggiuntivo) al Livorno Rugby ‘1’. I Lions, che hanno in questa primissima parte del torneo già affrontato Gispi Prato e Livorno Rugby ‘1’ (due delle tre squadre del torneo sempre imbattute), stanno dimostrando di poter lottare per le primissime piazze del ‘massimo’ campionato toscano. Nella seconda parte del girone d’andata, sono in agenda gare sulla carta meno difficili. La squadra guidata da Emanuele Bertolini e Davide Mantovani è attesa ora dagli incontri casalinghi con Florentia ‘1’ (domenica 19) e Cus Siena (il sabato successivo). Sul sintetico del ‘Maneo’, nel derby con il Livorno Rugby, Lions a bersaglio con due mete di Michelazzi (una nel primo ed una nel secondo tempo), una di Ferra (nella prima frazione) ed una di Tedeschi (negli ultimi minuti del match). Chelli ha arrotondato con due trasformazioni (una nel primo ed una nel secondo tempo). Più dell’amarezza della sconfitta, è emersa la soddisfazione di aver visto una squadra in costante crescita (soprattutto in attacco…), in grado di puntare a traguardi di spessore. Nota stonata del confronto, l’infortunio al braccio di Ouhdif. In rigoroso ordine alfabetico, ecco l’elenco dei giocatori amaranto protagonisti al ‘Maneo’: Diego Biagi, Giovanni Cerrai, Thomas Chelli, Gabriele Del Pero, Niko Fantozzi, Lorenzo Fappiano, Giorgio Ferra, Jonathan Frassinelli, Lorenzo Giorgi, Cristiano Lunardi, Paolo Michelazzi, Lorenzo Mura, Omar Ouhdif, Lorenzo Pannocchia, Nico Quercioli, Cristiano Sagliano, Giulio Tedeschi, Febo Vodicer, Luca Zampini. Assenti per infortunio Nico Bernini, Matteo Mazzi, Diego Polese e Lorenzo Porciello.
—————————

Nel campionato regionale under 14 non viene stilata dal Comitato Toscano della Fir una vera classifica ufficiale. La verità, però, è che, alla luce dei risultati, gli allenatori, la classifica ‘ufficiosa’, se la stilano da soli. Ebbene, dopo le prime tre fatiche del girone ‘1’ (nel quale sono impegnate le dieci migliori formazioni della regione), il Livorno Rugby ‘1’, con all’attivo due vittorie condite dal bonus-attacco ed un pareggio (senza bonus), occupa la prima piazza insieme al Cus Siena. Dietro l’angolo, domenica, i ragazzi guidati da Massimiliano Ljubi, Alessandro Gragnani e Luca Isozio ospiteranno il Vasari Arezzo (squadra di seconda fascia nella graduatoria e finora a secco di successi). Per verificare il grado di forma raggiunto dopo l’esperienza vissuta il primo novembre nella prima tappa del Superchallenge e dopo il pareggio, in campionato, ottenuto tre giorni dopo a Siena, era importante, per i biancoverdi, la verifica del derby cittadino con i Lions Amaranto. L’incontro, disputato sul terreno del Livorno Rugby (il sintetico del ‘Maneo’) alle 16 di questo secondo sabato del mese di novembre, ha fornito a Ljubi, Gragnani e Isozio risposte più che positive. I biancoverdi si sono imposti 47-24 (7 mete a 4). Dopo una prima parte sostanzialmente equilibrata (‘padroni di casa’ avanti solo 14-12 all’intervallo), i biancoverdi, nel finale di gara, in una sorta di esaltante crescendo rossiniano, hanno presentato il conto ed hanno preso il largo. Nella ripresa il Livorno Rugby è parso preciso ed accorto in fase difensiva e cinico in attacco. Lo schieramento iniziale dei ‘locali’: Bianchi Gioele, Lenzi, Niccolai, Borgi, Freschi, Nanni, Rossi (cap), Isozio, Bianchi Amedeo, Casini, Santuari, Bruni, Tavella. Entrati nel corso del match: Giunta, Gambini Tommaso, Migli e De Ranieri. Sempre sul ‘Maneo’, e sempre sabato pomeriggio (ma alle 17), il Livorno Rugby ‘2’, nel quadro del girone regionale ‘2’ ha affrontato e superato in scioltezza, 49-10 (7 mete a 2) il Valdinievole. La squadra ‘2’, composta da elementi del 2005, al primo anno in categoria, è parsa briosa ed efficace con le proprie azioni in velocità. Gli ospiti, superiori a livello fisico, hanno incontrato problemi nel tentativo di superare la coriacea retroguardia avversaria. I giocatori schierati inizialmente nel Livorno Rugby ‘2’: Bernocchi, Gizzarelli, Grifoni, Bandini, Nunziata, Giammattei (cap), Mazzoni, Buda, Quartararo, Raffo, Coradeschi, Mannucci, Lubrani. Entrati nel corso della gara anche Bianchini, Nicastro, Gambini Gregorio, Morelli, Paglini e Giordano.
————————————–
Prestazione brillante per il Livorno Rugby under 16, capace, nella gara valida per la quinta giornata del campionato elite di categoria, girone del centro Italia, di sconfiggere il Perugia 24-5. Le 4 mete (contro 1 degli umbri) hanno permesso ai biancoverdi allenati da Igli Borsato e Alberto Pietra Caprina di assicurarsi – oltre ai 4 punti relativi al successo – anche il bonus-attacco. Questa la nuova situazione in classifica: US Firenze 23 p.; Cavalieri Prato/Sesto 21; Lyons Piacenza/Valnure 19; Reggio E. 17; Modena 12; Parma’31 e Livorno 11; Amatori Parma 6; Perugia 4; Reno Bologna 0. Sul campo amico ‘Maneo’, i livornesi sono parsi tonici e concentrati fin dai primi giri di lancetta. Al 5′ è il terza linea dei padroni di casa Tori a realizzare la meta, con la quale il punteggio si sblocca: 5-0. Perugia pareggia i contri all’8′ (meta non trasformata: 5-5). Al 13′, grazie alla meta del pilone Ficarra, trasformata dal mediano di mischia e capitano Tomaselli, i biancoverdi rimettono (definitivamente) il muso avanti: 12-5 all’intervallo. La certezza della preziosa e meritata vittoria giunge al 21′, con la meta del trequarti centro Baldi, condita dalla trasformazione di Tomaselli: 19-5. La meta-bonus (non trasformata) del definitivo 24-5 viene firmata dall’ala Piram in dirittura d’arrivo (al 30′). La squadra labronica, in questo duro campionato elite nel quale sono impegnate tutte le migliori formazioni italiane della categoria, è in confortante crescita. Lo schieramento: Simi; Vallati, Barsotti, Baldi, Piram; Gesi, Tomaselli (cap.); Eliseo, Tattanelli, Tori; Angiolini, Gragnani A.; Ficarra, Nannoni, Nanni. Entrati nel corso del match anche: Bernardini, Quaglia, Bargellini, Nicastro, Danti e Strazzullo.
CONDIVIDI SUBITO!