Rugby 13 febbraio 2018

Rugby giovanile, tutte le partite del weekend (10/11 febbraio)

Tutte le partite giovanili di rugby del weekend (10/11 febbraio)

Gli under 8 degli Etruschi Livorno non si sono fatti ‘distrarre’ dal carnevale. Anche in questo secondo fine settimana del mese di febbraio, i giovanissimi verde-amaranto (nati negli anni 2010 e 2011) si sono ‘sdoppiati’. Gli allenatori-educatori David Franceschi, Fulvio Incrocci e Mario Pracchia hanno diviso la propria ampia rosa: una parte si è presentata sabato 10 a Empoli e l’altra parte domenica 11 a San Vincenzo. Tutti gli elementi ruotati nei due raggruppamenti hanno mostrato buoni numeri. Tutti gli ‘Etruschini’ sono in confortante crescita. Il lavoro e la serietà pagano. E’ evidente come in questa categoria il dato saliente sia rappresentato dal divertimento. I bambini giocano con un entusiasmo inimitabile. Indipendemente dai risultati registrati nell’arco dei concentramenti, sia a Empoli sia a San Vincenzo si sono vissute autentiche ‘feste dello sport’. Ecco il lungo elenco degli atleti labronici protagonisti in questo intenso fine settimana: Adriano Biagi, Alessandro Brunelli Felicetti, Samuele Michel, Karim Niang, Gregorio Guidi, Edoardo Biasin, Mattia Fraschi, Cristian Ricci, Valentino Ferro, Pietro Potenza, Diego Gennari, Andrei Ciuperca, Ryan Romano, Mattia Dell’Unto,Tito Franceschi. A Empoli, solo larghi successi (4 su 4 partite) per gli Etruschi: superati, in successione, il Sesto ‘1’ 10-2 (ogni meta un punto), il Sesto ‘2’ 8-2, lo Iolo 7-2 e il Valdelsa 9-3. Imbattuta pure la squadra verde-amaranto di scena a San Vincenzo: vittorie 10-2 e 8-3 con due rappresentative della società locale del Rufus e pareggio 5-5 con il Livorno Rugby.
In casa contro i pari età dei Cavalieri Prato/Sesto, seconda forza del campionato (con un solo punto di ritardo dalla vetta), la Costa Toscana under 18 ‘A’ paga a caro prezzo il gap fisico con i solidi antagonisti e le condizioni fisiche precarie di alcuni propri elementi, debilitati dall’influenza. Nella 13° giornata del campionato elite, girone del centro Italia, la formazione ‘sinergica’ – nata nel 2016 grazie alla stretta collaborazione tra Livorno Rugby, Emergenti Cecina, Amatori Rosignano e Bellaria Pontedera – ha perso 8-53 (1 meta a 9; 0 punti a 5). Successo ospite indiscutibile, ma, per quanto emerso nell’arco dei 70′, il punteggio conclusivo è severo per i padroni di casa. La Costa Roscana ‘A’, che domenica prossima renderà visita al Perugia, scivola, in classifica al quinto posto, sorpassata dal Firenze’31. La nuova situazione in graduatoria (5 turni alla fine): Granducato Livorno 56 p.; Cavalieri 55; Amatori Parma 47; Firenze’31 35; Costa Toscana ‘A’ 34; Romagna 32; Florentia 31; Perugia 30; Reggio E. 9; Modena 8. Sono i padroni di casa a sbloccare, in avvio, il punteggio con un piazzato di Gesi. Poi però i Cavalieri crescono e al 20′ operano il (definitivo) sorpasso con una meta non trasformata: 3-5. La Costa Toscana ‘A’ reagisce: il piazzato dell’eventuale contro-sorpasso di Gesi viene respinto dal palo. In chiusura di frazione, gli ospiti trovano due volte il pertugio per realizzare altre due mete (una trasformata) e presentarsi all’intervallo in vantaggio 3-17. Nella ripresa, complice l’uscita dal campo dell’infortunato Merani, i ragazzi allenati da Ceccherini, Gesi e Barsacchi faticano a contenere la fisicità degli antagonisti. I Cavalieri – che pure pagano con due gialli la propria aggressività – prendono il largo con altre 6 mete (3 trasformate). Nella ripresa, c’è spazio anche per la meta della bandiera dei locali, siglata dall’attivo Piras. Lo schieramento della Costa Toscana ‘A’, composta, di fatto, solo da giocatori di formazione Livorno Rugby: Romano; Bagnoli, Politano, Zannoni G., Freschi; Gesi, Zannoni N.; Piras, Merani, Pardini; Pini, Ianniciello; Andreotti, Mattei, Campanile. Entrati anche Saylon, Bagagli, Vellutini, Larini.
Una ricca scorpacciata di mete per gli Etruschi Livorno under 10 in quel di Lucca. La formazione verde-amaranto ha confermato anche in questo secondo fine settimana del mese di febbraio di possedere mezzi di primissimo piano per la categoria. Al di là dell’ingente quantitativo di marcature, rifilate in questa occasione agli antagonisti, il dato saliente, per l’allenatore-educatore Nicolas Borella è relativo al miglioramento costante ed inesorabile di tutti gli elementi della rosa. I piccoli-grandi guerrieri Etruschi (nati negli anni 2008 e 2009) hanno giocato, a Lucca, due tempi a partita ed hanno battuto i Titani Viareggio 18-1 (ogni meta un punto), il Bellaria Pontedera 8-4 ed i padroni di casa 7-1. Le giovanissime promesse labroniche ruotate nel corso di tali gare: Ryan Peruzzi, Alessio Serra, Maurizio Biagi, Francesco Guantini, Alessio Cervelli, Matteo Parenti, Tommaso Del Secco, Matteo Nuti Filippo Consani. Quella degli Etruschi è, tra i sodalizi cittadini, il secondo per anzianità. Il club verde-amaranto, nato nel 1995, sta effettuando un grande (e proficuo) sforzo con il proprio vivaio. Grazie anche al proprio quartier generale – l’impianto ‘Tamberi’ di via Russo -, nel quale si trova, oltre al campo, anche la club house e la segreteria, la società ha una sua precisa identità ed è diventata sempre più un punto di riferimento prezioso per tanti ragazzi residenti nei quartieri nord..

Gli under 8 dei Lions Amaranto Livorno sfrecciano veloci nella città della…Vespa. Nel pomeriggio di sabato 10, sul campo della Bellaria Pontedera, i giovanissimi labronici (nati negli anni 2010 e 2001), sotto la guida degli allenatori-educatori Vittorio Abbiuso e Vincenzo Liguori hanno disputato un raggruppamento di qualità. Due le rappresentative amaranto al via dell’evento. Presenti al concentramento (o raggruppamento che dir si voglia) anche due formazioni del Bellaria Pontedera, tre del Florentia ed una del Sieci. I Lions ‘1’ hanno chiuso con tre vittorie su tre partite (con Pontedera ‘1’, Florentia ‘1’ e Sieci), mentre i Lions ‘2’ hanno affrontato il Pontedera ‘2’, il Florentia ‘2’ ed il Florentia ‘3’ ed hanno racimolato un successo, un pareggio ed una sconfitta (peraltro di misura). Al di là dell’ingente bottino di mete messe a segno, Abbiuso e Liguori sono estremamente soddisfatti delle risposte giunte anche in questo primo impegno del mese di febbraio. Le ‘loro’ due squadre, in gare sempre disputate all’insegna del puro divertimento, si sono espresse su buoni livelli. I ‘bimbi’ amaranto protagonisti a Pontedera: Niccolò Giaconi, Gabriele Archibusacci, Filippo Serafini, Luca Brondi, Edoardo Rovelli, Francesco Prestinari, Alessandro Botti, Valerio Donati, Damiano Casolari, Mattia Gasparri, Emanuela Pacini, Dario Padovani.
In questa assolata – anche se fredda – seconda domenica del mese di febbraio le due squadre under 8 del Livorno Rugby hanno vissuto, in contemporanea, due raggruppamenti distinti. La formazione di fascia ‘1’, seguita dall’allenatore-educatore Gabriele Biagiotti era ospite del Rufus San Vincenzo, dove si è scontrata con due rappresentative dei padroni di casa ed una degli Etruschi Livorno. I biancoverdi di fascia ‘1’ hanno disputato un girone all’italiana, giocando tre partite: due vittorie contro le compagini padroni di casa ed un pareggio, giunto al termine di una sfida molto combattuta, con gli Etruschi Livorno. La squadra del Livorno Rugby di fascia ‘2’, diretta dall’allenatrice-educatrice Alessia Fraschetti è stata invece ospitata dal Lucca Rugby, insieme ai Titani Viareggio ed al Versilia: anche in terra lucchese i giovanissimi biancoverdi si sono fatti valere capitolando solamente contro i Titani. Il Livorno Rugby under 8 – categoria che coinvolge bambini del 2010 e 2011 – è in costante crescita. Tutti gli atleti labronici stanno interpretando il loro impegno agonistico con il giusto slancio ed il giusto entusiasmo. Il divertimento è alla base del gioco della palla ovale. Squadra ‘1’ (di scena a San Vincenzo) composta da: Giorgio Campora, Filippo Carrai, Filippo Del Moro, Tommaso Del Vivo, Francesco Fiorentini, Simone Frà, Christian Paolini, Lorenzo Savi. Squadra ‘2’, protagonista a Lucca, composta da: Filippo Aspromonti, Gregorio Cecere, Nicolò Compagnone, Lorenzo Danza, Thomas Gennari, Gabriele Mannucci, Pietro Marini, Filippo Tani.
Con il loro inimitabile slancio e con il loro inimitabile entusiasmo, i Lions Amaranto Livorno under 10 hanno sconfitto anche il freddo pungente. I giovanissimi atleti guidati dagli allenatori-educatori Landi, Siviero, Russo e Ubaldi, si sono cimentati lo scorso sabato pomeriggio, al ‘Castellani’ di Cecina, nel ‘raggruppamento della costa toscana’. Avversario principale (per tutti, non solo per i leoncini) si è dimostrato il ‘Generale Inverno’. Gli amaranto hanno presentato al via dell’evento due squadre miste, composte – entrambe – da elementi del 2008 e del 2009. Si è giocato, come spesso succede in questo tipo di kermesse riservate a compagini propaganda, un girone all’italiana: tutte le compagini presenti si sono sfidate l’un l’altra in mini gare di 10 minuti l’una. Oltre alle due formazioni Lions, hanno partecipato al raggruppamento (o concentramento che dir si voglia) il Livorno Rugby ‘2’, il Cecina, il Rufus San Vincenzo ed il Grosseto. Le due squadre amaranto si sono messe in grande evidenza, chiudendo l’evento rispettivamente al secondo e al terzo posto. Tutti i 14 atleti Lions ruotati nell’arco delle varie partite hanno messo in mostra buoni numeri. Tutti i giocatori amaranto sono in costante crescita. Una crescita che rende soddisfatti – ben più del numero delle mete messe a segno nel singolo raggruppamento – i quattro allenatori-educatori. I leoncini capaci, a Cecina, di sconfiggere il gran freddo: Ubaldi, Russo, Montino, Botti, Bertolini, Buscarino, Di Profio, Rum, Del Nista, Morini, Braccini, Pannocchia, Monti, Pavesi.
Pur giocando in trasferta, le due squadre del Livorno Rugby under 10 sono rimaste – entrambe – in questo fine settimana, all’interno dei ‘confini della provincia’. Le due rappresentative biancoverdi si sono messe in grande evidenza, al ‘Castellani’ di Cecina, nel raggruppamento andato in scena nel pomeriggio di sabato 10, e al ‘Falchini’ di Rosignano, nel raggruppamento svoltosi nella mattinata di domenica 11. La squadra ‘2’, composta in prevalenza da atleti del 2009, al primo anno nella categoria, si è presentata a Cecina con questi giocatori (l’ordine è rigorosamente alfabetico): Massimiliano Agostini, Michael Baggiani, Andrea Bascietto, Federico De Villa, Diego Celati, Romeo Celi, Cristian Isozio, Giulio Lenzi, Massimo Ricciardi, Daniele Tosi. Accompagnati dall’allenatore-educatore Ferdinando Tavella, tali atleti, al ‘Castellani’ hanno vinto tutte le partite del proprio concentramento (di fascia ‘2’). In rapida successione superati il Grosseto 9-0 (ogni meta un punto), il Rufus San Vincenzo 8-1, i Lions Amaranto Livorno ‘2’ 6-2, il Cecina 2-0 ed i Lions ‘1’ 5-2. Ha chiuso imbattuta anche la compagine del Livorno Rugby ‘1’ nel raggruppamento di domenica al campo ‘Falchini’ di Lillatro, Rosignano. Questi gli atleti (quasi tutti del 2008, al secondo anno in categoria) protagonisti in terra solvaina: Diego Andreotti, Mattia Bartolini, Giano Bianchi, Giovanni Campora, Alessio Desideri, Jacopo Gambogi, Jonny Giorgi, Matteo Orlandi, Diego Padella, Alessandro Quartararo, Aldo Romano, Alberto Saltapari, Riccardo Tozzi. La squadra è stata guida dagli allenatori-educatori Piero Chiesa e Michele Quartararo. Si sono giocate partite di andata e ritorno. I biancoverdi hanno battuto due volte su due l’Elba (8-1 e 4-1) e i padroni di casa (7-1 e 6-0), ed hanno ottenuto contro il Piombino una larga vittoria (7-1) e poi un pareggio (1-1). A livello di rugby propaganda non viene stilata, al termine di ogni raggruppamento, una vera classifica: superfluo sottolineare come, per i risultati ottenuti, i biancoverdi avrebbero vinto sia l’evento di Cecina, sia quello di Rosignano. Tutti gli atleti biancoverdi sono in costante crescita.
Under 16 del Livorno Rugby sugli scudi. I biancoverdi – classe 2002 e 2003 – in casa, sul sintetico ‘Maneo’, contro i solidi pari età dei Cavalieri Prato/Sesto hanno disputato un match ricco di contenuti. I labronici, allenati da Igli Borsato e Alberto Pietra Caprina si sono imposti 23-17. La partita era valida per la 13° giornata del campionato elite di categoria, raggruppamento del centro Italia. 2 mete per i locali e 3 per gli ospiti: a far pendere l’ago della bilancia dalla parte dei livornesi l’ingente bottino di punti (13) frutto dei calci da fermo. ‘Man of the match’ lo scatenato estremo dei labronici Tomaselli, che ha siglato tutti i punti della sua squadra. I biancoverdi, per la classifica, si sono assicurati 4 punti e sono così restati sul quarto gradino, raggiunti dal Parma’31 che ha ottenuto il massimo (successo e bonus-attacco) nel derby emiliano con il Reggio. I Cavalieri, invece, si devono accontentare di un punto (relativo al bonus-difesa), restano sul secondo gradino e mancano l’occasione di sorpassare la capolista Firenze’31 che a sua volta ha perso a Modena 22-17. Questa la situazione in graduadoria dopo la 4° di ritorno (5 turni alla fine): Firenze’31 57 p.; Cavalieri Prato/Sesto 54; Modena 44; Parma’31 e Livorno 37; Reggio 36; Lyons Piacenza/Valnure 35; Perugia 14; Amatori Parma 12; Reno Bologna 0. Superfluo sottolineare come nel campionato elite siano impegnate le migliori squadre italiane. I biancoverdi si sono presentati con: Tomaselli; Simi, Barsotti, Cristiglio, Piram; Gesi, Meini; Lavorenti, Tattanelli, Tori; Gragnani, Eliseo; Ficarra, Nannoni, Nanni. Entrati anche: Mannucci, Quaglia, Bernardini, Nicastro, Giusti, Lampugnale e Orsini. Tomaselli, con due piazzati (7′ e 9′) scava un primo solco. Espulsione temporanea per un giocatore dei Cavalieri e nuovo penalty di Tomaselli (9-0 al 17′). Ancora l’estremo dei locali protagonista al 23′: sua la meta (e la successiva trasformazione) del massimo vantaggio: 16-0. Gli ospiti accorciano le distanze al 31′ con una meta trasformata: 16-7 all’intervallo. Ancora Cavalieri a bersaglio al 3′ della ripresa: meta non trasformata e sul 16-12 margine dei locali che diventa esiguo. E’ il solito Tomaselli ad incaricarsi di siglare la nuova meta (17′) e la nuova trasformazione del nuovo allungo 23-12. I Cavalieri, con una meta trasformata, si riportano (26′) sotto la distanza del break (23-19) e così, pur sconfitti, portano a casa un punticino. Livorno Rugby under 16 concreti in ogni fase, in chiara crescita di condizione.
Sia pur dovendo rinunciare a propri elementi di punta, vale a dire a giocatori di interesse nazionale (ogni riferimento ai trequarti Batista e Mori è puramente voluto), il Granducato Livorno under 18 continua a vincere. In casa, sul terreno ‘Tamberi’ di via Russo, nella sfida valida per la 13° giornata del campionato elite di categoria, raggruppamento del centro Italia, i ragazzi giallo-bianco-rossi allenati da Fabio Gaetaniello si sono imposti 28-0 (4 mete trasformate a 0) contro i pari età del Reggio Emilia. Un’affermazione (l’undicesima ‘omologata’, la dodicesima sul campo) condita dal bonus-attacco. Un successo che consente di conservare la prima piazza solitaria. Domenica prossima i Granduchi renderanno visita, al campo ‘Chersoni’ di Iolo, ai Cavalieri Prato/Sesto, secondi in graduatoria e staccati dai labronici di un solo punto. In palio, di fatto, il primo posto del campionato. La prima accederà direttamente alle finali per il titolo tricolore, mentre la seconda disputerà un barrage con la terza. Questa, dopo 13 turni (5 al termine), la classifica: Granducato Livorno 56 p.; Cavalieri 55; Amatori Parma 47; I Medicei Firenze 35; Costa Toscana 34; Romagna 32; Florentia 31; Perugia 30; Reggio E. 9; Modena 8. Contro il Reggio, i padroni di casa sbloccano il punteggio al 7′ con la meta del terza linea Krifi, trasformata dall’apertura Del Bono. Al 13′ meta del mediano Jelic, trasformata da Del Bono: 14-0 all’intervallo. Nella ripresa, al 4′, marcatura dell’ala Orifici, trasformata ancora da Del Bono: 21-0. Comincia la lunga caccia alla meta-bonus, che giunge a tempo scaduto, sugli sviluppi dell’ultima azione del match (36′): a bersaglio ancora il mediano Jelic. Del Bono condisce con la sua quarta trasformazione: 28-0 e primato solitario difeso. Lo schieramento: Del Fiorentino; Orifici (11′ st Chiarugi), Sheu, Barsali, Freschi (11′ st Bientinesi); Del Bono, Jelic; Krifi, Mannelli, Lucchesi; Pacini, Rum (13′ st Solimani); Migliori, Vitiello (13′ st Andorlini), Bertini (cap.). A disp.: Bonaccorsi, Tonelli. Il Granducato è la Franchigia nata, nel 2015, grazie al lavoro sinergico tra Lions Amaranto Livorno ed Etruschi Livorno. La squadra under 18, formata in gran parte da quei giocatori, nati nel 2000 e nel 2001 capaci di sfiorare, due anni fa il titolo italiano under 16, sta confermando di possedere qualità di primissimo ordine. Gli obiettivi sono decisamente ambiziosi.
 
Il Granducato under 16 ha iniziato con il botto la seconda fase del campionato regionale di categoria. Nella 2° giornata del torneo, girone 2, in quello che rappresentava, per i giallo-bianco-rossi labronici il debutto in questa appendice della stagione (nel turno d’apertura i Granduchi erano fermi), è giunto un successo in trasferta brillante e convincente. Sul terreno dei coetanei dell’US Firenze, la squadra ospite, allenata dal terzetto di tecnici composto da Giampaolo Brancoli, Michele Pelletti e Alessandro Crivellari si è imposta 15-24 (2 mete a 4). Il Granducato, oltre all’affermazione, si sono assicurati il bonus-attacco. Questa la classifica: I Puma Bisenzio 9 p.; Ghibellini ‘1’ 6; Granducato Livorno* 5; US Firenze e Molon Labe* 0. *Granducato e Molon Labe hanno già osservato il loro turno di riposo e dunque figurano con una partita in meno. Come noto, il Granducato è la Franchigia – attiva nelle categorie under 18 e, appunto, under 16 – nata nel 2015 grazie al lavoro sinergico tra Lions Amaranto Livorno ed Etruschi Livorno. La volontà dei dirigenti è quella di allargare il progetto anche a realtà non labroniche: significativo in tal senso l’innesto nella squadra under 16 di elementi provenienti dal Bellaria Pontedera; lo stesso allenatore Crivellari è espressione del club pontederese. A Firenze, a bersaglio Mazzoni (per lui una meta e due trasformazioni), Lischi, Pioli e Madrigali (una meta a testa). Il Granducato under 16, dopo aver mancato, ad inizio stagione, l’accesso al girone elite di categoria, sta disputando, con buoni risultati, il campionato regionale. Nel girone della costa, i labronici hanno colto la seconda piazza. Ora c’è la volontà di ritagliarsi un ruolo da protagonisti nel nuovo raggruppamento. Lo schieramento vittorioso in terra gigliata: Bicchierai; Dalla Valle, Porciello, Bernieri, Paolini; Mazzoni, La Rosa; Pioli, Rondelli, Marchi; Castelli, Meini; Barba, Cadau, Lischi. Entrati anche: Pellegrini A., Tellini, Capobianchi, Taddeini, Pellegrini L., Madrigali.

Ben due le rappresentative del Livorno Rugby under 12 di scena nel raggruppamento interregionale effettuato sul campo ‘Coiano’, quartier generale del Gispi Prato. La rosa ampia e di grande qualità ha permesso agli allenatori-educatori Riccardo Fabbrini, Rossano Campochiari e Alessandro Borgiotti di schierare, in terra laniera, due compagini: il Livorno Rugby ‘1’, formato quasi esclusivamente da atleti del 2006, al secondo anno in categoria, ed il Livorno Rugby ‘2’, formato in larga parte da giocatori del 2007, al primo anno tra gli under 12. Tutti gli elementi del roster sono in confortante crescita. E’ stato un raggruppamento di grande spessore, con al via solidissime realtà del rugby propaganda. Per i biancoverdi il modo migliore per testare il grado di forma raggiunto. Il Livorno Rugby ‘2’ si è presentato con: Raffaello Agostini, Giacomo Biagini, Davide Canziani, Bruno Fava, Jacopo Giusti, Tommaso Guzzo, Matteo Lottini, Ettore Maltinti, Mattia Mistri, Tommaso Perucci, Matteo Ricci, Ania Rosini. Contro il Sesto ‘2’, il Gispi ‘2’ ed il Parma ‘2’, i labronici hanno rimediato tre sconfitte su tre partite. Ribadiamo: il modo migliore per crescere è quello di affrontare – a costo di perdere – formazioni di prima fascia e non limitarsi a ‘scorpacciate di mete’ al cospetto di antogonisti di basso livello. Il Livorno Rugby ‘1’, invece, era composto da: Giacomo Autorino, Giorgio Barsotti, Vittorio Borgiotti, Federico Cannone, Pietro Celi, Edoardo D’Ammando, Jacopo De Rossi,  Giorgio Mannucci, Andrea Libero Michelucci, Diego Norfini, Mattia Cioni, Giulio Tavani, Leonardo Tosi. Per il Livorno Rugby ‘1’, sconfitta di misura con il Sesto ‘1’, sconfitta severa con il Gispi ‘1’ e salomonico pareggio con il Parma ‘1’. La squadra biancoverde ‘1’ sta migliorando in modo evidente ed anche a Prato, al cospetto di squadre decisamente valide, si è ritagliata un ruolo da protagonista.

 

 



 

Lascia il tuo commento