Rugby 15 Dicembre 2017

Rugby giovanile, tutti i risultati

Lions Amaranto Livorno, festa ai 4Mori
In un affollatissimo teatro 4 Mori, i Lions Amaranto Livorno, con una splendida festa coinviviale, hanno celebrato in anticipo di 15 giorni il Natale. La società labronica è andata in meta, con l’organizzazione di un riuscitissimo spettacolo, che ha coinvolto in questa piovosa domenica mattina, gli oltre 200 giocatori amaranto (dalla prima squadra agli under 6), con relativi tecnici, dirigenti e familiari. Per una volta gli atleti Lions non hanno indossato maglie da gioco e scarpette, non sono stati protagonisti di mischie e placcaggi, ma si sono simpaticamente distinti come ‘attori’, con tanto di travestimenti. Sotto la perfetta regia di Emanuele Bertolini (l’attivissimo consigliere amaranto, che insieme a Mauro Fraddanni fondò il primo gennaio 2000 il club labronico), sono saliti sul palco dello storico teatro livornese tutti gli atleti delle formazioni amaranto. I piccolissimi atleti under 6, i piccoli under 8, gli under 10, gli under 12, gli under 14, i giocatori della prima squadra ed anche alcuni dirigenti hanno simpaticamente interpretato alcuni noti personaggi della tv. Tema di questa edizione del 2017 i ‘Telegatti’. Ciascuna rappresentativa amaranto ha messo in scena serie televisive particolarmente apprezzate dal pubblico (i Puffi, Gomorra, Mai dire tv, Superquark e non solo), rivedute in chiave comica. Al termine delle applauditissime recite, tutti i giocatori-attori sono stati chiamati sul palco, per ricevere in dono dalla società simpatici omaggi. Premiati anche i dirigenti e gli allenatori. Infine è stato proiettato un (bellissimo) filmato con immagini delle varie squadre dei Leoni impegnate sui vari campi da gioco. Significativa la prima parte del filmato, dedicata alla tragica alluvione dello scorso 10 settembre. Si sono visti i giovanissimi giocatori amaranto spalare il fango dal campo amico di Salviano. Un vero rugbista non si arrende dopo un duro placcaggio, ma è sempre pronto a ripartire di slancio, con la massima determinazione. E dunque, dopo le immagini relativi ai danni dell’alluvione e del lavoro effettuato per pulire l’impianto, spazio alle partite ed alle mete siglate dalle varie squadre dei ‘Leoni’. E’ quella del sodalizio labronico, una storia già ricca di allori. Al di là dei tre campionati vissuti dalla prima squadra in B (l’obiettivo è quello di tornare al più presto nella serie cadetta..), nelle fila amaranto sono rugbisticamente nati e cresciuti tanti atleti che poi hanno spiccato il volo verso le nazionali giovanili e verso il professionismo. Quando, il primo gennaio 2000, Mauro Fraddanni ed Emanuele Bertolini fondarono i Lions, mai avrebbero immaginato di ottenere così tante belle mete, nell’arco di pochi anni, di riuscire a riempire un prestigioso teatro, come quello dei 4 Mori, e di vedere sul palco così tanti atleti-attori…
Torneo minirugby Telethon
Pur ostacolato dal maltempo, dalla pioggia copiosa, dal freddo e dal vento, è stato un grande successo il torneo minirugby Telethon, tenutosi domenica mattina sul campo in sintetico ardenzino ‘Maneo’. L’evento è stato organizzato dal Livorno Rugby. Coinvolto nell’iniziativa tutto il settore propaganda biancoverde. Kermesse interamente volta a beneficio della ricerca Telethon. La società labronica intende pubblicamente ringraziare tutti i numerosi intervenuti e tutti i volontari che si sono prodigati per lo scopo nobile della manifestazione. Nella categoria under 12, al via del mini torneo due rappresentative del Livorno Rugby (non potevano che prendere il nome, nel richiamare i colori sociali dello storico e glorioso sodalizio nato nel lontano 1931, ‘squadra bianca’ e ‘squadra verde’), Valdinievole e Rufus San Vincenzo. Il Livorno Bianco ha battuto 11-0 il Valdinievole, mentre il Livorno Verde ha superato 12-0 il Rufus. Poi salomonico pareggio tra le due squadre labroniche padroni di casa. Più che mai vista l’importanza del profetto Telethon, i risultati tecnici – le marcature messe a segno e quelle incassate – hanno un valore del tutto relativo. Il dato saliente è stato vedere così tante persone coinvolte nel progetto. I giovanissimi under 12 (nati negli anni 2006 e 2007) si sono divertiti non poco sotto la pioggia battente. Anche sul piano prettamente sportivo, tutti i giocatori biancoverdi stanno crescendo a vista d’occhio. Ecco, in rigoroso ordine alfabetico, l’elenco degli atleti del Livorno Rugby protagonisti in questa invernale domenica mattina sul campo amico ‘Maneo’: Giacomo Autorino, Nicola Bargagna, Giorgio Barsotti, Saverio Bianchi, Vittorio Borgiotti, Federico Cannone, Davide Canziani, Pietro Celi, Mattia Cioni, Edoardo D’Ammando, Jacopo De Rossi, Bruno Fava, Flavio Germelli, Matteo Lottini, Ettore Maltinti, Giorgio Mannucci, Andrea Liberto Michelucci, Mattia Mistri, Diego Norfini, Davide Quercioli, Matteo Ricci, Ania Rosini, Enrico Sabatini, Giulio Tavani, Leonardo Tosi.
Livorno Rugby under 10
Sono giovanissimi, ma già credono in determinati valori, che vanno ben al di là di un evento sportivo. La squadra del Livorno Rugby under 10, composta da elementi nati negli anni 2008 e 2009 ha partecipato con grande slacio ed entusiasmo al trofeo Telethon, svoltosi a Cecina. I biancoverdi, di scena sul campo ‘Castellani’, hanno messo in vetrina qualità di primissimo ordine per la categoria. La rosa ampissima ha consentito anche nella circostanza agli allenatori-educatori Tavella, Borgiotti e Quartararo dei labronici di presentare due formazioni: il Livorno Bianco e il Livorno Verde. Ecco, in rigoroso ordine alfabetico l’elenco degli atleti protagonisti a Cecina. Livorno Bianco: Massimiliano Agostini, Michael Baggiani, Mattia Bartolini, Diego Celati, Romeo Celi, Alessio Galvagno, Cristian Isozio, Giulio Lenzi. Livorno Verde: Federico Alfaroli, Daniele Bardi, Giano Bianchi, Federico De Villa, Jacopo Gambogi, Matteo Orlandi, Diego Padella, Alessandro Quartararo, Alberto Saltapari, Daniele Tosi. Questi i punteggi (ogni meta un punto) delle gare giocate: Livorno Bianco – Cecina 9-0; Livorno Verde – Valdinievole 10-1; Livorno Bianco – Valdinievole 6-2; Livorno Verde – Cecina 8-1. Ma, come è evidente, nell’occasione i risultati tecnici passano in secondo piano. E’ stato bellissimo vedere così tante persone coinvolte nell’iniziativa benefica. Complimenti a tutti i partecipanti: giovanissimi, giovani e meno giovani.
Livorno Rugby under 14
Due giornate a tinte in chiaroscuro per le due rappresentative del Livorno Rugby under 14, che nel giro di due settimane rimediano (in coppia) due vittorie e due sconfitte. Nel girone ‘1’, nel quale sono impegnate le migliori dieci squadre di categoria della regione, la formazione biancoverde maggiore – il Livorno Rugby ‘1’, composto da atleti del 2004, al secondo anno in categoria – ha dapprima perso 19-17 sul terreno del Florentia ‘1’, per poi superare 27-12, in casa, sul sintetico del ‘Maneo’, il Cecina. A livello under 14 non viene stilata una vera classifica. Una graduatoria ‘ufficiosa’ viene calcolata, solo a titolo di curiosità, dagli allenatori. Ebbene, al netto delle partite da recuperare, il Livorno Rugby ‘1’ (che ha giocato finora 6 partite) figurerebbe al primo posto a quota 23, in compagnia del Gispi Prato ‘1’ (5 partite). Sul terreno del Florentia ‘1’ è andata in scena un match all’insegna dell’equilibrio (3 mete per parte). Gli ospiti, in formazione rimaneggiata, hanno gestito a lungo il pallone, senza però sfruttare le ghiotte occasioni costruite. Ben più brillante e grintosa la prestazione fornita sette giorni più tardi in casa con il temibile Cecina. Un derby della provincia nel quale i biancoverdi sono cresciuti nel finale (5-5 il punteggio all’intervallo). 5, in tutto, le mete degli scatenati padroni di casa (3 negli ultimi 10′). Nel girone toscano ‘2’, il Livorno Rugby ‘2’ – che gioca con una rosa composta da elementi del 2005, al primo anno in categoria ed affronta squadre ‘miste’, formate da elementi del 2004 e del 2005 – ha superato dapprima 30-7 il Pontedera, per poi cedere 10-49 con il Piombino, nettamente più dotato in termini fisici. Al di là dei risultati delle ultime settimane, gli allenatori dell’under 14 del Livorno Rugby Massimiliano Ljubi, Alessandro Gragnani e Luca Isozio sono estremamente soddisfatti delle risposte che giungono in ogni seduta e della serietà dei (tanti) giocatori a disposizione. Ecco il lungo elenco dei giocatori utilizzati nelle due rappresentative: Bianchi Amedeo, Bianchi Gioele, Borgi, Bruni, Buda, Casini, Casolaro, Coradeschi, De Ranieri, Freschi, Gambini G., Gambini T., Giordano, Giunta, Gizzarelli, Gufoni, Isozio, Lenzi, Mazzoni, Migli, Bernocchi, Morelli, Nanni, Nicastro, Niccolai, Paglini, Quartararo, Raffo, Rossi, Santuari, Tavella, Nunziata, Bianchini, Mannucci, Giammattei, Lubrani.
Granducato Livorno under 18
Il penultimo impegno del 2017 – coinciso con il penultimo appuntamento del girone d’andata – è memorabile per il Granducato Livorno under 18. I giallo-bianco-rossi non solo raccolgono il massimo della posta al ‘Padovani-Lodigiani’ di Firenze, contro i temibili pari età locali dei Medicei (14-24 il punteggio, 2 mete a 4), ma ‘sfruttano’ anche le disgrazie altrui per affiancare sul secondo gradino della classifica i Cavalieri Prato/Sesto (che hanno solo pareggiato a Perugia) ed avvicinare la capolista Amatori Parma (che ha vinto ma non ha ottenuto il bonus-attacco a Reggio Emilia). Questa la situazione in classifica nel torneo elite, raggruppamento del centro Italia, dopo 8 giornate: Amatori Parma 33 p.; Granducato Livorno e Cavalieri 31; Florentia 25; Cus Perugia 23; I Medicei Firenze 20; Romagna 18; Costa Toscana 14; Reggio Emilia 9; Modena 3. Al termine della regular season, la prima entrerà direttamente nel girone finale per il titolo italiano; spareggio per l’accesso al girone finale per la seconda e la terza. A Firenze, l’allenatore dei ‘Granduchi’ Riccardo Della Rosa ha utilizzato tutti gli elementi a referto, vale a dire: Magni, Mori, Barsali, Chiarugi, Jelic, Bientinesi, Lucchesi, Mannelli, Buonaccorso, Krifi, Solimani, Vitiello, Andorlini, Rum, Migliori, Pacini, Tonelli, Del Bono, Sheu, Freschi, Batista e De Robertis. Successo costruito per intero nella ripresa. 0-0 all’intervallo. Al 3′ della seconda frazione, sbloccano il punteggio i livornesi, con la meta di Bertini: 0-5. Al 5′ allungo degli ospiti con la meta di Mori trasformata da Del Bono: 0-12. Al 15′ accorciano i gigliati con una meta trasformata: 7-12. Al 20′ Jelic va in meta e arrotonda con la trasformazione: 7-17. La meta bonus dei labronici (22′) viene firmata da Del Bono, con Jelic che trasforma per il massimo vantaggio esterno: 7-24. I Medicei riducono il margine con la meta trasformata del definitivo 14-24. In classifica 0 punti per i fiorentini, 5 per i livornesi. Squadra, quella giallo-bianco-rossa con i mezzi per puntare decisamente in alto. Domenica prossima, al ‘Maneo’ di Livorno derby con la Costa Toscana ‘1’. Il Granducato è la Franchigia attiva nelle categorie under 18 e under 16, nata nel 2015 e frutto del lavoro sinergico tra Lions Amaranto Livorno ed Etruschi Livorno.
Livorno Rugby under 6
Cantando sotto la pioggia, ci si diverte anche di più… Gli under 6 del Livorno Rugby non si sono impressionati, né si sono scomposti, di fronte a condizioni atmosferiche proibitive e con il solito inimitabile entusiasmo hanno affrontato un raggruppamento per certi versi memorabile. Sul sintetico amico del ‘Maneo’, in una domenica mattina caratterizzata dal freddo e dalla pioggia copiosa, i giovanissimi atleti biancoverdi si sono esaltati e hanno giocato simpatiche gare contro gli ospiti degli Etruschi Livorno e del Sesto Fiorentino. Gare gradevoli: superfluo sottolineare come il dato delle mete messe a segno e di quelle incassate nell’arco delle mini-partite disputate abbia un valore del tutto secondario. L’ampissima rosa a disposizione ha permesso anche stavolta agli allenatori-educatori Daniele Aspromonti e Ilaria Cirillo di schierare ben tre rappresentative. Al termine della fase ‘agonistica’, doccia calda per tutti e ricco terzo tempo, allestito dalla stessa società labronica. Giove Pluvio è stato sconfitto da queste giovanissime promesse della palla ovale del Livorno Rugby: Mattia Battagello, Claudio Benedetti, Giorgio Benetti, Alma Bocci, Athos Bonucci, Giacomo Borgioli, Diego Borrelli, Suan Catanorchi, Adriano Cosci, Marco Criscuolo, Pietro De Leonibus, Duccio Di Domenico, Filippo Fiorentini, Gregorio Ghezzani, Vittorio Lemmi, Manuel Mazzotta, Ginevra Natale, Lorenzo Pezzin.
Premiazioni Comitato Toscano FIR
Nella serata dedicata agli auguri di fine anno, curata dal Comitato Toscano della FIR e tenutasi lunedì 11 a Firenze, hanno ricevuto significativi riconoscimenti, tra gli altri, quattro giovanissimi atleti del Granducato Livorno – la Franchigia nata nel 2015 grazie al lavoro sinergico tra le società Lions Amaranto ed Etruschi – ed un ‘personaggio’ livornese un po’ meno giovane. A far da cerimoniere dell’evento il presidente del CRT Riccardo Bonaccorsi. Hanno partecipato al tradizionale incontro rappresentanti di tutte le società toscane. Si è brindato, in leggero anticipo, al Natale e si è fatto un consuntivo di un anno solare positivo per la palla ovale della regione. L’auspicio, come ha sottolineato nel suo intervento il vice presidente federale, l’avvocato livornese Nino Saccà, è che in futuro i vari sodalizi toscani riescano a collaborare in modo più stretto per il bene comune. Il tutto nella speranza che nuovi atleti toscani possano vestire la maglia della nazionale maggiore. Al termine della ‘cerimonia’, relativa ai saluti istituzionali ed alla premiazione, con tanto di consegna di targhe personalizzate, il Comitato Toscano della FIR ha offerto agli intervenuti una cena a buffet. Premiati, per l’attività internazionale svolta nel corso del 2017 e relativa alle loro presenze nella nazionale under 17 i giocatori del Granducato Livorno Albert Eistein Batista, Gianmarco Lucchesi, Nadir Krifi e Federico Mori. Premiato pure il giornalista livornese Fabio Giorgi (attualmente addetto stampa delle varie società rugbistiche livornesi), per la sua attività di cronista specializzato (dal lontano 1988) nello sport della palla ovale.
Etruschi Livorno under 10
Pioggia copiosa, freddo, vento e fango sono stati i protagonisti del raggruppamento riservato ad atleti under 10, effettuato domenica mattina, in condizioni atmosferiche non facili (eufemismo…), sul campo ‘Tamberi’ di via Russo, quartier generale degli Etruschi Livorno. La società verde-amaranto labronica ha organizzato l’evento, al quale hanno partecipato – oltre ai padroni di casa – Lucca, Cus Pisa/Union Versilia e Titani Viareggio. Gli Etruschi hanno chiuso la giornata con due vittorie su due gare disputate: impossibile, per il freddo e per il violento acquazzone, giocare anche la terza gara (quella con il Lucca) inizialmente in programma. I verde-amaranto hanno superato 10-5 (ogni meta un punto) la mista Cus Pisa/Union Versilia e per 5-3 Titani Viareggio. I giocatori livornesi protagonisti del raggruppamento: Alessio Cervelli, Maurizio Biagi, Francesco Guantini, Alessio Serra, Matteo Parenti, Ryan Peruzzi, Tommaso Del Secco, Filippo Consani, Matteo Nuti, Alex Bernini. Al di là dell’esito brillante delle due partite giocate, il dato saliente di questa fase centrale della stagione è relativa alla crescita di tutti gli elementi. L’under 10 verde-amaranto, affidato alle cure degli allenatori-educatori Carlo Ghiozzi, Nicolas Borella e Federico De Robertis, è formata da elementi (classe 2008 e 2009) maturi per la loro età. Atleti che affrontano con costanza le sedute settimanali. Più in generale gli Etruschi stanno – da anni – effettuando, con il loro settore giovanile, un serio lavoro che sta portando frutti concreti. La presenza di un vero e proprio quartier generale (l’impianto ‘Tamberi’ appunto), nel quale si trova non solo il campo ma anche la sede, la segreteria ed un’organizzata club house, stanno agevolando il compito dei dirigenti nel reclutare – e far crescere – i piccoli-grandi rugbisti. è formata da elementi (classe 2008 e 2009) maturi per la loro età. Atleti che affrontano con costanza le sedute settimanali. Più in generale gli Etruschi stanno – da anni – effettuando, con il loro settore giovanile, un serio lavoro che sta portando frutti concreti. La presenza di un vero e proprio quartier generale (l’impianto ‘Tamberi’ appunto), nel quale si trova non solo il campo ma anche la sede, la segreteria ed un’organizzata club house, stanno agevolando il compito dei dirigenti nel reclutare – e far crescere – i piccoli-grandi rugbisti.


Etruschi Livorno under 6

I piccoli guerrieri etruschi hanno sfidato senza paura anche il freddo e la pioggia copiosa in occasione del raggruppamento andato in scena in questo ‘terribile’ (meteorologicamente parlando) seconda domenica di dicembre. Sul terreno labronico in sintetico ‘Maneo’, nel concentramento (o raggruppamento che dir si voglia) organizzato dalla ‘locale’ società del Livorno Rugby, gli under 6 degli Etruschi Livorno si sono messi in grande evidenza. Al via tre rappresentative del Livorno Rugby, una del Sesto Fiorentino ed una, appunto degli Etruschi. I giovanissimi atleti verde-amaranto, sotto la guida del terzetto di allenatori-educatori composto da Silvia Nocelli, Stefano Biagi e Andrea Brondi hanno ottenuto, su tre partite giocate, due vittorie ed una sconfitta. In questa categoria – è bene ricordarlo ogni volta… -, il dato meno importante è relativo al numero delle marcature messe a segno e di quelle incassate: ben più importante è far crescere in modo sano questi piccoli atleti ed insegnar loro i valori propri della palla ovale. L’ultimo match – quello con il Sesto – è stato annullato per le condizioni atmosferiche proibitive. Un plauso vero a tutti i protagonisti della giornata, capaci di affrontare con slancio anche lo scatenato Giove Pluvio. Veri rugbisti si nasce, non si diventa… I giocatori Etruschi under 6 di scena al ‘Maneo’: Lorenzo Angeli, Nicola Ascenzi, Edoardo Bani, Federico Bianchi, Saverio Bollaro, Geronimo Conforti, Samuele Marinari e Daniele Serra.

Etruschi Livorno under 8
Hanno sopportato pioggia e freddo, ma ne è valsa la pena. Sfidando situazioni atmosferiche proibitive, ci si tempra e si cresce – rugbisticamente e non solo rugbisticamente – più in fretta. In questa domenica condizionata dal maltempo, gli under 8 degli Etruschi Livorno, sotto la guida degli allenatori-educatori David Franceschi, Fulvio Incrocci e Mario Pracchia si sono ritagliati un ruolo da protagonisti nel raggruppamento andato in scena sul campo labronico ‘Maneo’ di via Settembrini. Ben due le rappresentative verde-amaranto presenti nell’evento, organizzato dal Livorno Rugby. Nella squadra ‘1’ hanno trovato spazio Alessandro Brunelli Felicetti, Andrei Ciuperca, Samuele Michel, Valentino Ferro, Karim Niang, Cristian Ricci, Mattia Dell’Unto e Edoardo Biasin. Nella squadra ‘2’, sono stati schierati invece Adriano Paolo Biagi, Tommaso Incrocci, Tito Fransceschi, Nathan Ferri, Ryan Romano, Diego Gennari, Pietro Potenza ed Elia De Giulli. Tra gli under 8, i risultati registrati nel corso delle varie partite hanno un significato secondario: l’importante è far crescere i giocatori in modo sano. Il divertimento è alla base di questi simpatici raggruppamenti. Per dovere di cronaca, segnaliamo che gli Etruschi ‘1‘ hanno battuto 3-1 (ogni meta un punto) il Sesto Fiorentino ‘1’ e perso 0-1 con il Livorno Rugby ‘1’. Un pareggio (2-2 con il Sesto ‘2’) ed una vittoria (con il Livorno Rugby ‘2’) per gli Etruschi ‘2‘. Questi giovanissimi atleti, nati negli anni 2010 e 2011 hanno soprattutto dimostrato di non sapersi smarrire di fronte a condizioni particolari: il freddo e la pioggia non riescono a fermare il loro impagabile entusiasmo. Nella circostanza il maltempo è stato l’avversario più duro da sconfiggere. Al pari dei loro coetanei di Livorno Rugby e Sesto Fiorentino, anche gli ‘Etruschini’ hanno mostrato grande maturità. Si può essere rugbisti veri anche da bambini….
 
Costa Toscana under 18
 
Le gravi e numerose assenze sono risultate fatali per la formazione ‘A’ della Costa Toscana under 18, che nell’ultimo impegno esterno dell’anno solare ha perso in modo severo a Cesena, contro i locali del Romagna. Il match, valido per l’ottava giornata del torneo elite di categoria, girone del centro Italia, si è chiuso sul 52-5 per i padroni di casa. Solo 17 i giocatori a referto nella squadra ospite. Il Romagna, sfruttando la propria notevole fisicità, parte subito lancia in resta: due mete trasformate messe a segno della prima parte del primo tempo indirizzano il match verso una direzione ben precisa (14-0). La Costa Toscana prova a reagire e attacca, ma in uno scontro nell’area dei ventidue metri degli antagonisti, Piras rimedia un brutto colpo al capo: per lui prima sostituzione temporanea e successivamente cambio definitivo. In chiusura di frazione, ulteriore allungo dei locali, con un piazzato: 17-0 all’intervallo. Nella ripresa, per i livornesi le difficoltà figlie di uno schieramento largissimamente rimaneggiato aumentano. Il Romagna va a bersaglio con altre cinque mete, tutte trasformate, e prende definitivamente il volo. La meta della bandiera, per gli ospiti (a bersaglio Politano), rende solo leggermente meno amara la netta sconfitta. Domenica prossima, nell’ultima uscita del 2017 – che coinciderà con l’ultima gara del girone d’andata – la Costa Toscana ospiterà (campo ‘Maneo’, ore 12,30) nel derby il Granducato Livorno. La Costa Toscana è la Franchigia nata nel 2016 grazie al lavoro sinergico tra Livorno Rugby, Emergenti Cecina, Amatori Rosignano e Bellaria Pontedera. E’ attiva con due squadre nei campionati under 18 (elite e regionale). La squadra ‘A’, protagonista nel torneo elite è di fatto composta solo da giocatori di formazione Livorno Rugby. Questi gli atleti utilizzati a Cesena dagli allenatori Ceccherini, Gesi e Barsacchi: Fabbri, Bagagli, Politano, Zannoni G., Freschi, Gesi, Zannoni N., Piras, Mattei, Pardini, Pini, Ianniciello, Andreotti, Campanile, Saylon, Vellutini, Ceccanti.


Livorno Rugby under 16

Al pari della prima squadra biancoverde, anche l’under 16 del Livorno Rugby è stata capace, domenica, di espugnare Bologna. La formazione ‘senior’, seconda nel campionato di B, ha vinto sul terreno del Bologna 1928. L’under 16, invece, nel quadro dell’ottava giornata (penultima di andata) del campionato elite di categoria, girone del centro Italia, si è imposta sul terreno del Reno Bologna 3-29. 5 le mete messe a segno dagli scatenati atleti guidati da Igli Borsato e Alberto Pietra Caprina. 5, ovviamente, anche i punti raccolti. Un bottino che consente, in classifica, di restare solitari al sesto posto, di scrollarsi di dosso la compagnia del Parma’31 e di avvicinarsi alla quinta piazza. I labronici, in questo duro torneo nel quale sono impegnate le migliori squadre nazionali, stanno crescendo a vista d’occhio. In terra felsinea, è bastato un primo tempo sugli scudi per assicurarsi l’intera posta in palio. La classifica ad un turno dalla fine del girone d’andata: Us Firenze 37 p.; Cavalieri Prato/Sesto 33; Modena e Reggio E. 26; Lyons Piacenza/Valnure 25; Livorno 21; Parma’31 17; Perugia 8; Amatori Parma 6; Reno Bologna 0. Lo schieramento vittorioso all’ombra delle Due Torri: Piram; Vallati, Barsotti, Cristiglio, Lampugnale; Gesi, Simi; Lavorenti, Tattanelli, Tori; Gragnani, Eliseo; Ficarra, Nannoni, Nanni. Entrati anche Quaglia, Danti, Bargellini, Strazzullo, Tomaselli. Ospiti in vantaggio già al 4′, con una meta di Tori. Poi è Gesi (10′) a siglare la meta e la successiva trasformazione: 0-12. Al 16′ meta di Piram. Al 23′ la meta-bonus, firmata da Ficarra (Gesi trasforma). Al 30′ seconda meta personale di Piram, per il massimo vantaggio esterno (0-29 all’intervallo). Nella ripresa, i biancoverdi – nati negli anni 2001 e 2002 – si permettono il lusso di vivere di rendita. Si registra un’espulsione temporanea per Nanni. I locali siglano dalla piazzola i punti della bandiera. Senza scomporsi, né rischiare, i labronici amministrano il largo margine. Finisce 3-29. Una vittoria preziosa e mai in discussione per i biancoverdi, che domenica prossima chiuderanno il loro 2017 agonistico ospitando (alle 11,30 sul ‘Maneo’) il Parma’31.


Granducato Livorno under 16

Rocambolesco il pareggio ottenuto sul campo ‘Scagliotti’ di Portoferraio e rocambolesco il rientro in continente: preso al volo l’ultimo traghetto disponibile della giornata (è stato concreto il rischio, visto il maltempo, di dover pernottare fuori casa). Il Granducato Livorno under 16 impatta 10-10 (due mete non trasformate per parte) sul campo dei coetanei dell’Elba. ‘Derby della provincia’ divertente e all’insegna dell’equilibrio. I due punti conquistati consentono ai giallo-bianco-rossi allenati da Giampaolo Brancoli, Michele Pelletti e Alessandro Crivellari di conservare un margine di tutta sicurezza sulla formazione dei Ghibellini ‘2’, attualmente terza (e con una partita disputata in più). Al termine della regular season (ancora due le gare per i Granduchi), le prime due del girone ‘2’ accederanno al girone delle migliori: già certe dell’accesso a tale raggruppamento Amatori Rosignano e Granducato. Questa la situazione in graduatoria dopo la 3° di ritorno (tra parentesi le gare disputate): Amatori Rosignano 30 (6); Granducato Livorno 20 (6); Ghibellini ‘2’ 13 (7); Scarlino 10 (7); Elba 9 (6). Cominiciano meglio gli isolani, che ben presto sbloccano il punteggio: 5-0. La risposta degli ospiti è affidata al seconda linea degli Barsacchi, che realizza la meta del pareggio (5-5). La marcatura del sorpasso è firmata, prima dell’intervallo, dall’ala Pellegrini (5-10). Nella ripresa, meta elbana per il definitivo (e salomonico) 10-10. Match condizionato da pioggia e freddo. I Granduchi sono parsi più pimpanti e concreti rispetto alla prova fornita sette giorni prima sul campo dei Ghibellini ‘2’ (i senesi locali si sono imposti 7-5). Il Granducato Livorno, come noto, è la Franchigia – attiva nelle categorie under 18 e under 16 – nata nel 2015 grazie alla stretta collaborazione tra Lions Amaranto ed Etruschi. Nella squadra under 16 – impegnata nel campionato regionale, dopo le sconfitte di inizio stagione nei barrage per l’accesso al girone elite – militano anche giocatori provenienti dal Bellaria Pontedera. Il tutto a dimostrazione della volontà dei Granduchi di allargare il progetto della Franchigia, anche a realtà non livornesi. Lo schieramento protagonista a Portoferraio: Bicchierai; Madrigali, Uccetta, Porciello, Pellegrini; Mazzoni, La Rosa; Chiarugi, Rondelli, Marchi; Castelli, Barsacchi; Barba, Cappelli, Lischi. Entrati anche: Cadau, Tellini, Bernieri, Taddeini, Paolini, Dalla Valle.
CONDIVIDI SUBITO!