Rugby 3 gennaio 2019

Rugby. Scatta per gli Etruschi il 25° anno d’attività

La prima uscita ufficiale di una rappresentativa Etruschi nel nuovo anno solare è fissata per sabato 12 gennaio, alle ore 16,30 e vedrà protagonista, sul terreno amico ‘Tamberi’, la squadra under 14. I giovanissimi verde-amaranto (classe 2005 e 2006), in un triangolare valido per la 9° giornata della fase centrale del campionato regionale di categoria, se la vedranno con Mugello e Piombino. E’ significativo che proprio l’under 14 (tornata dallo scorso settembre a calcare i campi da gioco, dopo un periodo piuttosto lungo ‘di transizione’) aprirà ufficialmente il 26° anno agonistico della (ormai ‘storica’) società di via Russo. Il sodalizio degli Etruschi è nato nel 1995: rugbisticamente parlando si tratta di ‘un’era geologica’ fa. Il 13 gennaio, poi, ci sarà il debutto del 2019 anche per le tre formazioni del Granducato Livorno: l’under 18 ospiterà al ‘Tamberi’ i Puma Bisenzio e le due rappresentative dell’under 16 giocheranno in trasferta con Iolo e Scarlino. Il Granducato, come noto, è la franchigia, attiva proprio nelle categorie under 18 e under 16, nata nel 2015 e frutto del proficuo lavoro sinergico tra gli stessi Etruschi ed i Lions Amaranto Livorno. Solo domenica 20 gennaio, dopo un ‘letargo invernale’ di ben cinque settimane, si riaprirà il sipario sulle gare di campionato della prima squadra Etruschi, targata ‘Fulgida’. La formazione seniores allenata da Daniele Campani ospiterà il Pistoia. Regolarmente a disposizione, per tale confronto, il terzetto composto da Bartoli, Bonaretti e Borella, che, espulsi nella gara esterna con il Gambassi giocata lo scorso 16 dicembre (ultima uscita del 2018), scontano – per loro fortuna – il periodo di squalifica nel corso delle vacanze natalizie (squalifica finita il 30 dicembre per Bartoli e ‘lunga’ fino al 6 gennaio per Bonaretti e Borella). Per la Fulgida Etruschi, impegno casalingo pure domenica 27, con il Rufus San Vincenzo. Le prime due uscite del nuovo anno solare coincidono con le ultime due gare del girone eliminatorio di C2. I labronici sono inseriti nel raggruppamento ‘1’, quello della Toscana occidentale. Da tempo i verde-amaranto, abbandonate le possibilità di accedere alla poule promozione, hanno impostato il proprio lavoro a media e lunga scadenza. Nella seconda parte dell’annata, la Fulgida giocherà dieci partite nella cosiddetta poule consolazione, con al via sei formazioni. In tale girone (dove non ci saranno ‘finestre’ per la C1: il salto di categoria viene messo in palio nella poule promozione), la Fulgida si ritroverà ‘in compagnia’ di due delle tre squadre già affrontate nella prima fase (Rufus, Bellaria e Gambassi: solo una di queste festeggerà, con il terzo posto, il passaggio alla poule ‘dei grandi’) e tre squadre provenienti dal girone eliminatorio della Toscana orientale (sicuramente Cortona e Colligiana e, con ogni probabilità, il Sieci). Insomma, per la Fulgida sono ancora da giocare, in questa stagione, 12 partite. Gare utilissime per acquisire utili esperienze, far crescere i tanti giovani in rosa e gettare le basi per un futuro più ricco di mete e soddisfazioni. Il 25° anno di attività deve essere festeggiato in grande stile, non solo con l’intensa attività delle under….

 

 

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento