Rubriche 8 Novembre 2021

Salute e Benessere – Gambe gonfie e microcircolo, cosa fare?

Rubriche, Salute e Benessere – Gambe gonfie e microcircolo, cosa fare?

Ti è capitato o ti capita più o meno costantemente di avere quel fastidioso senso di pesantezza e gonfiore alle gambe alla fine della giornata?

Hai provato tutte le creme e tutti i beveroni possibili e immaginabili ma quel maledetto gonfiore non se ne vuole andare?

Non è colpa tua, probabilmente non ti hanno spiegato qual è il problema!

Molto probabilmente, se non hai patologie, quello che sperimenti è ritenzione idrica, un processo fisiologico che accompagna ogni donna nel corso della giornata e della vita ed è causato da vari fattori tra cui un’alterazione del microcircolo a livello degli arti inferiori.

Come detto prima, il gonfiore fa parte di un processo fisiologico naturale:

se confronti le tue gambe del mattino a quelle della  sera vedrai sicuramente una differenza.

 

Il gonfiore si può fortunatamente attenuare e migliorare tramite diversi accorgimenti. A questo proposito vediamo innanzitutto cos’è il microcircolo.

Cos’è il microcircolo

Parlando di microcircolo intendiamo quella parte della circolazione sanguigna e linfatica che permette lo scambio di sangue, nutrienti e tossine tra arterie e vene.

In assenza di patologie, ci sono una serie di fattori che possono causare un ostacolo ed un rallentamento del microcircolo con conseguente ritenzione idrica, tra cui:

La Sedentarietà

Stare molte ore in piedi

Una dieta squilibrata

Il sovrappeso

Variazioni ormonali

Alcuni farmaci

Ecco quindi che uno stile di vita scorretto influisce negativamente sulla capacità dei vasi di scambiare sangue e di conseguenza nutrienti e sostanze di scarto.

Tuttavia non è l’unico motivo, è possibile che patologie renali, cardiovascolari, diabete, problemi alla tiroide si manifestino sotto questa forma, ecco che a questo punto diviene necessario parlarne con il tuo medico.

In ogni caso avere ritenzione idrica durante la giornata come abbiamo detto è normale e fisiologico, Ci sono però dei motivi che facilitano uno squilibrio con conseguente ritenzione idrica:

Fai un lavoro sedentario

Credi di mangiare correttamente ma in realtà non è cosi

Variazioni ormonali

Sei ginoide (ovvero un biotipo in cui si tende ad accumulare adipe principalmente nella parte inferiore del corpo)

Esercizi per riattivare il microcircolo delle gambe

Non esistono degli esercizi specifici per riattivare il microcircolo. Sicuramente lavorare sulla propriocezione del piede, sulla flessione plantare e su femorali e glutei aiuta e favorisce la circolazione agli arti inferiori. Via libera quindi a camminate all’aperto anche in leggera pendenza, ad esercizi per i femorali e i glutei in palestra o a casa come stacchi, ponte glutei, hip thrust anche a piedi scalzi, in modo da lavorare anche sulla propriocezione plantare. Ecco quindi che il miglior modo che hai per contrastare o gestire una circolazione sofferente è il movimento!

Rimedi naturali

Diversi studi, fatti principalmente su donne in gravidanza, hanno evidenziato che due metodi efficaci per ridurre temporaneamente il senso di gonfiore e pesantezza alle gambe sono le immersioni in acqua e l’elevazione delle gambe. A questi metodi si aggiunge anche l’utilizzo delle calze compressive.

Altri Studi dimostrano che immergere le gambe fino al ginocchio per almeno 20 minuti consente di ridurre il senso di gonfiore alle gambe.

Stesso effetto positivo si otterrebbe applicando un getto di acqua molto fredda a livello dei piedi per qualche secondo (10 secondi circa), oppure alternando acqua molto fredda ad acqua molto calda.

Altri studi ancora provano che sollevare le gambe ad un’altezza superiore a quella del cuore per 20 minuti 3/4 volte al giorno riduce significativamente la ritenzione alle gambe se la forma di edema che presenti è lieve o moderata.

Concludiamo dicendo che se vuoi contenere, gestire e risolvere per quanto possibile questa situazione devi necessariamente porre maggiore attenzione al movimento e alla tua alimentazione.

 

Sono infatti questi due aspetti a fare la differenza nel momento in cui vuoi migliorare il microcircolo e gestire la ritenzione idrica che accompagna ogni donna nel corso della propria vita.

Rubrica a cura di Vincenzo Sudi, Dottore in scienze delle attività motorie e sportive, divulgatore e Personal Trainer

Instagram -> https://www.instagram.com/vincenzosudi_chinesiologo/

Facebook -> https://www.facebook.com/vincenzosudichinesiologo/?ref

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, offerte 23 novembre - 6 dicembre
Inassociazione