Politica 29 Aprile 2019

Salvetti e la promessa su Shangai: “Da sindaco ogni primo lunedì del mese sarò a parlare con gli abitanti”

Ogni primo lunedì del mese, dal giorno in cui sarò sindaco, sarò a Shangai a parlare con i cittadini. Dedicherò uno sportello agli abitanti di Shangai, per ascoltarli e trovare la soluzione ai problemi”. E’ questa la promessa che Luca Salvetti, candidato sindaco della coalizione di centro sinistra, composta dalle due liste Casa Livorno e Futuro e da Pd ed MdpArticolo 1, ha fatto questa mattina durante l’incontro pubblico in piazza Fratelli Bandiera, nel cuore del quartiere nord.

“Ho sempre frequentato questo quartiere, da piccolo, con i miei genitori e mia sorella, ospiti di amici di famiglia. Da giornalista, per raccontare le storie di Shangai.

Ora da candidato sindaco per capire cosa è necessario ed urgente fare affinchè il disagio si trasformi in benessere”.

Salvetti ha proseguito parlando di emergenza abitativa e e ribadendo il concetto già espresso in altre sedi, di lasciare il canone di concessione che Casalp paga al Comune, alla società pubblica che gestisce le case di Livorno e provincia. Con questo denaro, nell’arco di tre anni dovranno essere effettuati investimenti per recuperare le situazioni di degrado e recuperati i piani per la costruzione di nuovi blocchi abitativi.

Un discorso a parte merita la “Chiccaia”. E’ notizia di pochi giorni fa che la Regione ha deliberato un cospicuo investimento per l’abbattimento e la ricostruzione del blocco abitativo. Quindi la nuova amministrazione avrà la possibilità di intervenire tempestivamente e risolvere un grave problema che da anni affligge il quartiere.

Il quartiere dovrà rinascere anche grazie ad una rete composta da amministrazione comunale, associazioni culturali e sportive, che avranno il compito di riportare a nuova vita il campo sportivo, ormai chiuso da tempo ed animare il borgo con corsi ed esibizioni teatrali e musicali.

Per quanto riguarda la raccolta rifiuti, l’Aamps dovrà avere la possibilità di entrare nei cortili, per mantenerli puliti e liberi da scarti di ogni tipo.

Shangai e Corea, inoltre dovranno avere una Casa della salute, per i servizi sanitari dei cittadini.

Un contenzioso in atto sta bloccando la costruzione della struttura in via Fratelli Gigli. La promessa di Salvetti è che da sindaco si impegnerà a capire la natura del contenzioso ed a risolverla velocemente.

“Grande è la volontà di collaborazione” conclude Salvetti di fronte ad una piazza gremita di cittadini “questo luogo deve ritrovare una nuova vita e gli abitanti l’orgoglio di vivere a Shangai”.

Dopo l’incontro pubblico il candidato sindaco ha visitato il blocco della Chicchaia e le nuove costruzioni, lasciate incompiute dall’attuale amministrazione, in via Stenone”.

CONDIVIDI SUBITO!