Politica 15 Novembre 2022

“Salvetti presidente autorità idrica?” Sorgente: “Sa molto di riconosciuto poltronificio da parte del PD”

E aggiunge: "Un salvacondotto in caso di mancata ricandidatura?" "Una parte del PD non vorrebbe la riconferma"

Livorno 15 novembre 2022

“Apprendiamo da LivornoPress che il nostro Sindaco è stato eletto presidente dell’Autorità Idrica Toscana; l’ente pubblico regionale che regola il funzionamento delle aziende che erogano l’acqua.
Un incarico che Salvetti vuol far passare come un segnale importante e di riconoscimento del ruolo e della funzione della città di Livorno.

In verità Livorno c’entra ben poco. Perchè come riportato dai media, il nome di Salvetti è stato fatto da Giovanni Bettarini,; che risulta essere un esponente del PD fiorentino oltre ad essere stato nominato da poco Assessore al Bilancio, partecipate, commercio, attività produttive, fiere e congressi, rapporti con il Consiglio comunale e rapporti con la Regione Toscana all’interno della Giunta del Comune di Firenze.

Un appoggio alla candidatura di Salvetti che viene quindi dall’enclave regionale del PD ovvero dalla Giunta fiorentina e regionale che ne sono la massima espressione.

 

Del resto ci sono alcuni esponenti di questa giunta che a suo tempo sono stati direttamente indicati dal PD regionale in ruoli chiave. Ruoli chiave appunto come l’assessorato all’urbanistica e ai lavori pubblici, di chiara espressione fiorentina come Silvia Viviani.

Questo incarico a Salvetti quindi sa poco di riconoscimento alla nostra città, ma sa molto di riconosciuto poltronificio verso l’operato del nostro Sindaco, almeno secondo una parte del PD. Forse una sorta di “salvacondotto” che lo proietterà altrove? Un modo forse per comunicare ad un’altra parte del PD (che non vorrebbe una riconferma di Salvetti) che questo sindaco è ben visto dai vertici regionali, in quanto buon esecutore dei suoi ordini?

Forse serve invece per avere una “vittima” da sacrificare sull’altare della multiutility di prossima approvazione e dell’acqua sempre meno pubblica e più privata?

Oppure infine si tratta solo di un incarico “di forma” come fu, a suo tempo, per Cosimi?

Non ci è dato sapere, ma certamente l’indicazione del Partito Democratico garantirà in ogni caso al sindaco un ruolo politico certo anche dopo la scadenza del mandato elettorale, in caso di mancata ricandidatura o di mancata rielezione.

Un segnale che, d’altro canto, potrebbe invece far presagire che:

il PD alle prossime elezioni comunali non punterà più su Salvetti “annusando” il clima non proprio sereno che si respira in città e che lo si vuole indirizzare verso un diverso incarico (magari regionale).

La situazione si fa ancora più curiosa in quanto Salvetti; ad ogni occasione propizia non manca mai di ricordare le distanze politiche tra lui e il PD.

Pensiamo a questo punto che il sindaco farebbe meglio ad essere più chiaro e onesto intellettualmente. Perché la sua presunta alterità dal Partito Democratico appare sempre più di facciata”.

Stella Sorgente e gruppo consiliare M5S

CONDIVIDI SUBITO!
@labrolens · Negozio di occhiali da sole e da vista
Inassociazione
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua