Collesalvetti 6 Febbraio 2021

“Schedatura” unioni omosessuali, “Il Consiglio comunale non avrebbe dovuto inserire l’atto all’ordine del giorno”

Rifondazione e La Sinistra chiamano in causa il presidente

coppie lgbtCollesalvetti (Livorno) 6 febbraio 2021

Rifondazione Comunista Collesalvetti e La Sinistra di Collesalvetti parteciperanno alla manifestazione in programma oggi 6 Febbraio “Collesalvetti Comune Arcobaleno” precisando quanto segue:

“Siamo stati tra i primissimi a condannare l’ignobile atto presentato dalla Lega di Collesalvetti all’ordine del giorno del Consiglio Comunale.

Lo abbiamo fatto concentrandoci, in primis solo sull’atto, senza però analizzare in modo adeguato il contesto entro il quale questa interpellanza sia stata presentata. 

Abbiamo attribuito ogni tipo di responsabilità alla Lega di Collesalvetti e al suo firmatario

Soffermandoci sul funzionamento del Consiglio Comunale riteniamo che tale atto non avrebbe dovuto neanche arrivare ad essere inserito all’interno dell’ordine del giorno del Consiglio

 

Riteniamo pertanto che in tutta questa storia ci siano anche altri tipi di responsabilità, sicuramente minori rispetto a chi ha firmato un’interpellanza dal vago sentore fascista, ma sicuramente ci sono.

Rispetto a questo, nessuna forza politica rappresentata in Consiglio Comunale si è ancora espressa. 

Lo diciamo perché la responsabilità della presentazione di un ordine del giorno del Consiglio Comunale, dipende dal Presidente, che fissa la scaletta dei lavori, data e orario all’interno della Conferenza dei Capogruppo di tutte le forze politiche e liste civiche presenti in consiglio

 

Noi, mai avremmo permesso che un’interrogazione così agghiacciante, fosse discussa all’interno della massima assemblea democratica del comune.

Lo avremmo fatto opponendoci politicamente e assumendocene tutte le responsabilità del caso

È sempre molto triste per noi vivere oggi in un Paese in cui gli episodi di razzismo, intolleranza, discriminazione e disuguaglianza sono ritornati ad essere prepotentemente al centro della narrazione quotidiana, ed è ancora più triste che possano trovare spazio in un consiglio comunale

Siamo convinti che chi siede nella Conferenza dei Capogruppo poteva fare molto di più per evitare che la vicenda avesse tutta questa risonanza mediatica che non fa certo onore alle tradizioni di un comune come il nostro.

Gridare allo scandalo quando era possibile evitare tutto questo permetteteci di dire, rende poco onore a tutte le forze politiche e liste civiche.

 

Esistono dei valori imprescindibili che secondo noi mai dovrebbero essere messi minimamente in discussione proprio oggi dove c’è sempre più il dovere di salvaguardare le istituzioni democratiche e proteggerle da pericolose forme di discriminazione di razza, religione e appartenenza sociale

Apprezziamo certamente la totale seppure tardiva indignazione espressa da parte di tutte le forze politiche presenti in Consiglio ma nel contempo ribadiamo convintamente che nessuna di loro, maggioranza e minoranza, sia scevra da responsabilità su questa vicenda, compreso in primo luogo, il Presidente del Consiglio Comunale

In chiusura vorremmo esprimere tutta la nostra incredulità sul fatto che su tutta questa vicenda il Sindaco non abbia ancora sentito il dovere di esprimersi o condannare determinati atti

 

Lasciateci esprimere di fronte a questo episodio tutta la nostra indignazione, rabbia e vergogna nella speranza che tutto questo serva a capire l’importanza di arginare sul nascere ogni forma possibile di razzismo”

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, promozioni 21 giugno – 4 luglio
Banner 730 caf usb
Banner 5x1000 svs 2022
Precisamente a Cala Beach
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Inassociazione