Cronaca 30 Gennaio 2020

Scongiurato lo sciopero dei lavoratori AVR previsto per domani 31 gennaio

Simoncini: “Grazie all’interessamento del Comune e di AAMPS la ditta ha adempiuto ai propri obblighi nei confronti dei lavoratori”

Livorno, 30 gennaio 2020 – E’ stato scongiurato lo sciopero dei lavoratori AVR che i sindacati avevano convocato per la giornata di domani, venerdì 31 gennaio, a causa di ritardi da parte dell’Azienda AVR sul fronte dei pagamenti dei contributi a fini pensionistici e di altri istituti contrattuali.

Lo annuncia l’assessore al Lavoro Gianfranco Simoncini, a seguito dell’ultimo incontro, avuto stamattina a Palazzo Comunale, e convocato dall’Amministrazione comunale, con i rappresentanti dell’azienda e delle organizzazioni sindacali Funzione Pubblica CGIL, FIT Cisl, UilTrasporti, Fiadel.

Incontro che fa seguito a quello di due giorni fa, sempre organizzato allo scopo di sbloccare la grave situazione che aveva portato appunto alla proclamazione dello sciopero.

Come avevano chiesto con forza il 28 gennaio scorso, sia dal sindaco Luca Salvetti che dall’assessore Simoncini, AVR ha finalmente versato gli arretrati relativi ai fondi pensionistici complementari e a quello sanitario, confermando infine di avere ordinato i buoni pasto e di essere in grado di distribuirli a breve.

Di fronte a queste notizie i sindacati hanno espresso compiacimento, manifestando la volontà appunto di ritirare lo sciopero e nel contempo sottolineando che continueranno a svolgere momenti di verifica con l’Azienda.

L’assessore Simoncini, nel manifestare la propria soddisfazione, ha rivolto all’azienda un forte invito ad adempiere regolarmente ai propri obblighi nei confronti dei lavoratori e anche a fare il possibile per evitare che si ripetano momenti di tensione come quelli degli ultimi giorni.

“Non è giusto nei confronti dei lavoratori – dichiara l’assessore – così come non è giusto che la città si trovi a sopportare gli esiti di uno sciopero che inciderebbe fortemente sul decoro della città”. AVR svolge infatti servizi vari integrati con AAMPS, che vanno dallo spazzamento, a parti del porta a porta, svuotamento dei cestini, ecc.

Simoncini ha ringraziato AAMPS che si era adoperata per pagare le fatture ad AVR non oltre 30 giorni, per evitare ritardi sul fronte dei pagamenti dei contributi a fini pensionistici e di altri istituti contrattuali ai dipendenti. Ha ringraziato inoltre le organizzazioni sindacali e i lavoratori stessi per il senso di responsabilità e di attenzione ai bisogni della città dimostrati in questi mesi.

CONDIVIDI SUBITO!