Aree pubbliche 6 Novembre 2019

Scuole, il Comune partecipa al bando MIUR per le verifiche  sui solai e controsoffitti delle scuole

La vicesindaca Mannucci interviene a seguito del crollo di una parte di intonaco del solaio della scuola Micali di Montenero

Livorno, 6 novembre 2019 – “Ci siamo attivando per rendere le nostre scuole sempre più sicure e dignitose, principalmente per l’incolumità dei ragazzi ma anche per la qualità della didattica che non può prescindere dagli ambienti di apprendimento“. Lo dichiara la vicesindaca Monica Mannucci  a seguito dei danni subiti dalla scuola media Micali di Montenero dove durante i giorni festivi è crollato una parte di intonaco del solaio.

La scuola comunque è aperta già da stamani grazie ad un pronto intervento del Comune che ha collocato un ponteggio di emergenza nel vano scale  per consentire l’accesso agli studenti. Nel pomeriggio, quando i ragazzi sono a casa,  si effettueranno i lavori di ripristino dell’intonaco crollato  per poi passare al rifacimento dell’impermeabilizzazione della torretta da cui è partita l’infiltrazione che ha causato il distacco.

“Colgo l’occasione per ricordare – prosegue la vicesindaca-  che il Comune di Livorno  sta inoltrando domanda di partecipazione ad un nuovo bando del Miur ( Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca)  che stanzia 65,9 milioni in favore degli enti locali specificatamente per crolli di solai e controsoffitti negli istituti scolastici”. “ Una boccata di ossigeno che ci permetterebbe indagini diagnostiche  sullo stato in cui versano i nostri edifici scolastici ed intervenire laddove è necessario”.

Si ricorda che il Comune di Livorno è intervenuto in più occasioni sui soffitti e sui solai delle scuole. Nell’agosto del 2015 l’Amministrazione comunale  partecipò ad un primo bando MIUR candidando interventi per 10 scuole della città. Ne furono accolti la metà per un contributo complessivo di 13 mila euro utilizzato per indagini diagnostiche sulle strutture. Successivamente, nel 2018, l’Amministrazione finanziò autonomamente  50 mila euro per effettuare ulteriori indagini su 24 scuole. A seguito di queste indagini sono stati stanziati dall’ente 100 mila euro per l’effettuazione dei lavori necessari. Nel luglio di quest’anno la nuova Amministrazione ha deliberato i progetti definitivi per i lavori che verranno affidati entro la fine dell’anno.

CONDIVIDI SUBITO!