Ambiente 30 Novembre 2020

Silvia Noferi (M5S) sul gassificatore di Livorno: “Fermiamo la falsa economia circolare e bonifichiamo l’area costiera”

Firenze, 30 novembre 2020

La Consigliera della Regione Toscana, Silvia Noferi (Movimento 5 Stelle), dichiara:

“La decisione di costruzione di un gassificatore a Livorno viene presentata come esempio di economia circolare ma nasconde una realtà molto diversa.

Nel sito che dovrebbe sorgere a Stagno, nella zona industriale a nord di Livorno; secondo il progetto verranno trattati circa 200.000 tonnellate l’anno di rifiuti plastici non riciclabili e rifiuti indifferenziati per produrre; carburante a base di metanolo destinato alla Raffineria di Ravenna”.

“Nelle delibere  il gassificatore viene presentato come elemento fondamentale di una nuova economia circolare alla maniera toscana; una fantasiosa interpretazione della Direttiva 2008/98/CE del Parlamento e Consiglio Europeo in fatto di rifiuti.

In realtà è solo una forma diversa d’inceneritore,

come evidenziato dal Protocollo d’intesa allegato alla delibere, in cui si dichiara che “il processo di bio-raffineria immette in atmosfera solo Co2 e azoto”.

 

Nessuna menzione della necessità di indagare gli effetti del progetto e gli impianti industriali esistenti, né del monitoraggio sanitario ambientale o delle opere di compensazione.

E’ opportuno quindi – conclude la consigliera del Movimento Cinque Stelle – che la Giunta Regionale annulli le due delibere del 5 luglio 2019 e definisca un piano alternativo basato su politiche effettivamente circolari di riduzione dei rifiuti e riciclo industriale: per questo abbiamo presentato una mozione che dovrebbe essere discussa in una delle prossime sedute della commissione Ambiente.”

 

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, promozioni 21 giugno – 4 luglio
Banner 730 caf usb
Banner 5x1000 svs 2022
Precisamente a Cala Beach
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Inassociazione