Aree pubbliche 6 Aprile 2018

Siringhe abbandonate nei parchi: “la misura è colma”, Nogarin promette il pugno duro

Filippo Nogarin: “PUGNO DURO CON CHI LASCIA LE SIRINGHE NEI PARCHI

Stamattina mi hanno segnalato la presenza di una siringa incastrata nella pavimentazione in legno di un gioco per bambini all’interno del parco di centro città.

Non sono disposto a tollerare in alcun modo episodi simili
E visto che si tratta della seconda segnalazione in meno di dieci giorni, direi che la misura è colma.

Non appena siamo stati messi al corrente del fatto abbiamo inviato sul posto una pattuglia della municipale e una squadra dell’Aamps per rimuovere la siringa e abbiamo incaricato gli agenti di fare un sopralluogo in tutti i parchi cittadini.

Da lunedì, poi, in accordo con l’ufficio del verde e la polizia municipale, cominceremo ad alleggerire e ripulire alcune siepi posizionate nelle zone più nascoste dei parchi pubblici e che in alcuni casi diventano il luogo ideale per abbandonare oggetti pericolosi come le siringhe.

Ciò che più conta però è che abbiamo avviato un’indagine approfondita, con il coordinamento di Prefettura e Questura, per arrivare ai responsabili di queste azioni.
Anche perchè ci sono alcune cose che non quadrano.

Vogliamo capire se si tratta davvero di tossicodipendenti o se c’è qualcuno che si diverte a seminare il panico tra i genitori dei bimbi e i frequentatori dei parchi, abbandonando “strategicamente” le siringhe nei luoghi più frequentati, specie dai più piccoli.

Se così fosse e se dovessimo rintracciare il responsabile, non ci limiteremo a una lavata di capo“.

 
CONDIVIDI SUBITO!