Politica 30 Aprile 2019

Sorgente replica a Cepparello e Raspanti di Futuro su Livorno Capitale italiana della cultura

Livorno 30 aprile 2019. “Il Consiglio comunale ha approvato il rendiconto, l’atto col quale si libera l’avanzo di amministrazione che abbiamo prodotto ed è pari a 1,4 milioni di euro. Un voto che mi permette di rispondere con forza ulteriore alla inopportuna uscita polemica del duo Cepparello – Raspanti di Futuro, nella quale sostengono che i 500.000 euro richiamati nell’avviso pubblico del Comune per progetti e idee legate a Livorno a capitale italiana della cultura sarebbero “una promessa elettorale”” così Stella Sorgente, candidata sindaco di Livorno, nel post “http://stellasorgente.it/il-cielo-e-la-palude/.

“La giunta ha espresso un chiaro indirizzo politico: candidare Livorno a Capitale italiana della cultura 2021 e, al termine della prima fase di confronto con gli attori principali del sistema livornese e la cittadinanza, ha deciso di chiedere agli uffici di creare un percorso di raccolta dei progetti elaborati da chiunque possa arricchire questo percorso – associazioni, imprese, cittadini – indicando di voler destinare allo scopo 500mila euro dell’avanzo di amministrazione” prosegue Sorgente.
“L’avanzo è reale, la decisione è reale, l’avviso pubblico è reale (lo trovate qui livornine2021.it) e tutto è stato creato nella massima correttezza amministrativa” chiarisce la candidata sindaca del Movimento 5 Stelle.
“Con questa uscita la lista Futuro vorrebbe forse mettere le mani avanti e far sapere alla cittadinanza che, in caso di vittoria del loro Luca Salvetti, quei 500mila euro dell’avanzo di amministrazione non vorrebbero investirli per Livorno Capitale della Cultura?” si chiede Sorgente.
“A questo punto vorrei capire da Luca Salvetti quanto vorrebbe investire su questo progetto visto che era già uscito criticando il fatto che noi vi avessimo investito “solo 40mila euro”. Adesso che noi invece proponiamo questa ulteriore cifra importante, vorremmo capire come mai non vada bene nemmeno così: 40mila erano poco, 500mila sono troppe?” prosegue la candidata sindaco.
“Concludo dicendo a Cepparello e Raspanti che dovrebbero sapere come funzionano gli avanzi di amministrazione e già in passato persino il Consiglio comunale ha fatto atti di indirizzo politico su come investire questo “tesoretto”. Quindi mi meraviglio di questo tipo di strumentalizzazione – conclude Stella Sorgente -. Una cosa è certa: ancora una volta il mondo del PD e affini dimostra di non saper far spiccare il volo a questa città e la vuole incatenare a terra, forse per quel piacere di governare la palude che li caratterizza da sempre”
CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, promozioni 21 giugno – 4 luglio
Banner 730 caf usb
Banner 5x1000 svs 2022
Precisamente a Cala Beach
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Inassociazione