Politica 2 Maggio 2019

Sorgente replica al PD “Basta pregiudizi sui dipendenti comunali. PD prende in giro i livornesi”

Sorgente replica al PD “Basta pregiudizi sui dipendenti comunali. PD prende in giro i livornesi”
Livorno –  “Dopo aver iniziato la campagna elettorale sostenendo, sul filo della querela, che avessi indotto dei vigili a controllare i permessi della loro propaganda (cosa assolutamente falsa e smentita dalla stessa Polizia Municipale), adesso il PD si inventa una mia invettiva contro i dipendenti comunali, strumentalizzando una frase estrapolata da un mio intervento pubblico” così Stella Sorgente, candidata sindaca di Livorno nel post “Basta pregiudizi sui dipendenti comunali pubblicato su stellasorgente.it
“Ho parlato molto chiaramente di un problema di condizionamento mentale che porta ancora i livornesi a pensare di poter accedere ai servizi comunali così come ai posti di responsabilità solo con una tessera in tasca. Una mentalità che noi abbiamo ribaltato persino nella scelta degli assessori, presi per criteri di merito e curriculum e non per appartenenza” puntualizza Sorgente.
“I cittadini livornesi che lavorano al di fuori del Comune continuano spesso ad avere questo tipo di pregiudizio verso i dipendenti comunali, unito allo stereotipo molto italico del dipendente pubblico poco incline alla fatica – sottolinea la candidata sindaca -. Dopo 5 anni di amministrazione posso dire che questo condizionamento mentale non rende merito alle molte professionalità che esistono all’interno degli uffici comunali e danno ogni giorno tutte loro stesse per garantire la massima efficienza ai servizi comunali. E il mio pensiero da questo punto di vista va proprio al post alluvione quando sotto l’enorme complessità di quell’emergenza ha prevalso in modo straordinario la capacità e abnegazione di tante e tanti per tirarci letteralmente fuori dal fango”.
“Compito di un’ Amministrazione che voglia lavorare in modo efficiente e trasparente sarà quello di rendere giustizia a queste persone, valorizzandone i meriti con la determinazione di obiettivi di performance validi, realmente raggiungibili, ma sfidanti al tempo stesso” aggiunge Sorgente.
La mia posizione e quella del Movimento 5 Stelle Livorno sul personale comunale è pubblica. Basta leggere il programma dedicato: condivisione con la più ampia parte del personale comunale degli obiettivi del PEG-PDO, partecipazione e team building con la prosecuzione della sperimentazione del metodo U-Lab elaborato dal MIT di Boston, un fabbisogno assuntivo stabilito per carichi di lavoro e da tutti i settori per fare assunzioni mirate e infine la creazione di un rapporto corretto e collaborativo con i sindacati, che deve essere finalizzato, prima di tutto, alla convergenza su grandi obiettivi strategici  – precisa Sorgente -: la massima efficacia ed efficienza dell’ente per il bene dei cittadini e modalità di lavoro rispettose dei lavoratori e delle lavoratrici, con valutazioni basate sulla trasparenza degli obiettivi e degli indicatori”.
“Vogliamo uscire da questa concezione meccanicistica delle “risorse umane” – conclude la candidata sindaca di Livorno  -, tramutando la macchina amministrativa in un ecosistema capace di riflettere, organizzarsi, fare delle scelte e compiere delle azioni che possano essere armoniche fra parte politica e parte tecnica, nel rispetto dei ruoli e nella condivisione di obiettivi di merito che possano condurre al bene comune della nostra città, in modo trasversale e multidisciplinare”
CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, promozioni 21 giugno – 4 luglio
Banner 730 caf usb
Banner 5x1000 svs 2022
Precisamente a Cala Beach
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Inassociazione