Aree pubbliche 20 Settembre 2018

Sosta in zona D, la disperazione dei residenti

L’intervento di un lettore che scrive per “portare alla luce il disagio che il Comune ha causato ai residenti di Livorno Centro zona D”.

Non riusciamo più a trovare un parcheggio per l’auto né di giorno né di notte. Per esempio oggi mi è toccato lasciare l’auto al parcheggio di via del Fagiano a più di 2 km da casa: io sono giovane e in 25 min a piedi lo faccio tranquillamente ma pensiamo a un signore di 80 anni… come fa?

Ieri sera ho avuto la necessità di prendere l’auto e non ho trovato posto al rientro verso le 00.40: male di poco, l’ho messa sui fossi pensando tra me e me “tanto domattina mi sveglio prima delle 8.00 e la sposto“; invece non è andata così. Dopo essere arrivato all’auto e dopo aver provato a cercare parcheggio per 30 minuti senza successo, sono dovuto andare a lavorare in auto: quindi ho perso altro tempo nel traffico mattutino.

Lo stesso problema l’ho avuto alle 12.40, quando al rientro del lavoro e dopo aver girato per 20 minuti ho rimesso l’auto sui fossi essendo gratuito dalle 13 alle 15. Infine alle 14, infastidito dal non dover trovare parcheggio, vado a ri-spostare l’auto trovando parcheggio alle 14.40 riuscendo così a poter andare a lavoro in motorino.

Nella zona “D” sono stati tolti più di 100 posti auto: è una situazione di disagio.  Mi costringono così a non spostare più l’auto e in tal maniera occuperò un posto a tempo indefinito non facendo neppure guadagnare il Comune con gli stalli blu….

Il Comune, se voleva mettere i posti  a pagamento, avrebbe dovuto aumentare i posti auto  e non ridurli causando così disagi ai cittadini che non rieleggeranno il sindaco.

In aggiunta a questa situazione adesso i residenti zona C possono parcheggiare nella zona D, ma non viceversa: è diventato un incubo“.

Lettera firmata

CONDIVIDI SUBITO!