Aree pubbliche 3 Dicembre 2018

Stalli Blu, “Il ricorso al Tar c’è ancora”

“Noi commercianti – sostiene Michele Gasparri, uno dei 51 ricorrenti del Viale Italia e proprietario della gelateria Fiori Rosa – dopo tante promesse non mantenute, ma soprattutto, dopo una stagione estiva che purtroppo ha confermato tutte le nostre preoccupazioni con un calo di lavoro registrato da molte attività commerciali, abbiamo chiesto ai nostri avvocati di presentare al Tar un’istanza di prelievo d’urgenza, ovvero una richiesta per arrivare presto ad una sentenza di merito sugli stalli blu.

E’ una situazione difficile: gli stabilimenti balneari che si affacciano sul Viale Italia nel tratto interessato dai nuovi stalli, hanno avuto un calo della clientela nell’ordine del 20% e le attività commerciali del lungomare, nonostante sia stata una stagione calda, piena di turisti, hanno registrato perdite d’incassi e grandi difficoltà a non licenziare il proprio personale di lavoro”.

Da sempre al fianco dei commercianti, contro gli stalli blu, si è schierata la Lega, che con Costanza Vaccaro in una conferenza stampa organizzata con i ricorrenti, attacca: “con questa contromossa, i commercianti del Viale Italia, rilanciano l’importanza del ricorso, poiché non è vero che il Tar ne ha bocciato l’impianto, come lasciarono intendere Vece e Nogarin, cantando vittoria per la bocciatura della sospensiva, poiché gli stalli blu non erano ancora a regime.

E non è vero – prosegue Vaccaro – quanto sostenuto da Vece, quando afferma che il Tar gli ha dato ragione, ribadendo che gli stalli blu favoriscono il commercio. Il ricorso dei 51 commercianti, è l’unico provvedimento in grado di cancellare con un colpo di spugna, migliaia di stalli blu in questa città e a breve, sapremo se il Tar darà ragione a loro, o a Nogarin e al Suo assessore, che con questi interventi hanno danneggiato centinaia di attività commerciali e anche molti residenti, che non trovano più parcheggio, perché la giunta ha decimato centinaia di posti auto in città”.

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento