Aree pubbliche 13 marzo 2018

Stalli blu lungomare, Parlano i commercianti: “basta penalizzare i cittadini”

Ignorate le due petizioni depositate in Comune

Lungomare e stalli blu, le ragioni del no dei commercianti:

 

Michele della gelateria Fiori Rosa: “Come commercianti verremmo penalizzati, non è stata rispettata la par condicio, penalizzare una parte del viale Italia dove ci sono moltissime attività non va bene. Saremo costretti a ridimensionare il personale

I costi dei parcheggi sono alti anche rispetto ad altre località, come ad esempio Viareggio.

Questa sembra una speculazione e non solo: vogliono incentivare i nuovi investimenti che hanno fatto dalla baracchina della Vela in poi, ed è per questo che noi ci sentiamo penalizzati.

Basta penalizzare i  cittadini,  Livorno ha bisogno di vivere l’estate.

Il Comune deve essere al servizio dei cittadini, non i cittadini al servizio del Comune. Diciamo no agli stalli blu, chiediamo un incontro democratico per confrontarci e capire i perchè di questa scelta senza considerarci”.

 

Paolo della Baracchina Bianca: “La contrarietà al piano riguarda principalmente una disuguaglianza di trattamento con l’introduzione delle strisce blu che tagliano a metà il lungomare.

Attività commerciali e stabilimenti balneari penalizzati dal parcheggio a pagamento; altri invece non penalizzati.

Già l’anno scorso chiedemmo all’amministrazione l’uniformità di comportamento sul lungomare, o tutto il viale a mare o niente ed evidentemente non ci hanno ascoltato.

Altra domanda, i titolari ed i dipendenti pagano 5 euro al giorno di parcheggio visto che entrano a lavorare alle 6,30 del mattino e che il turno serale termina lle 01,30 o si devono comprare una bicicletta per tornare a casa a fine turno?

Nessun incontro e nessun dialogo con l’amministrazione, questo lascia un po di amaro in bocca”

 

Giampaolo del Giampa’s Bar: “Fare le strisce blu sul lungomare a Livorno è una cosa inutile; non siamo in zone altamente turistiche, ci sono solo livornesi; non serve un ricambio di parcheggi perchè poi alla fine li trovi tranquillamente tutto l’anno.

Ci vogliono incentivi che portino le persone sul lungomare e non a mandarle via. Questo porterebbe a tutte le attività un grave danno sui guadagni. 

Questo porterebbe anche molte attività a licenziare tanti ragazzi e con la carenza di lavoro che c’è a Livorno non mi sembra il caso di dover creare nuovi disoccupati.

Assolutamente no agli stalli blu”. 

 

 

Lascia il tuo commento