Collesalvetti 11 Maggio 2022

Stato di agitazione dei dipendenti del Comune di Collesalvetti, Rsu e sindacati chiedono al Prefetto un tentativo di conciliazione

LivornoPress sindacati cgil-cisl-uil bandiereCollesalvetti (Livorno) 11 maggio 2022

Le Scriventi RSU aziendale e le organizzazioni Sindacali CGIL CISL UIL e CUB comunicano che nell’assemblea dei lavoratori comunali tenutasi il 10 maggio 2022 è stata decisa a maggioranza dei presenti e dei votanti (42 favorevoli e 2 astenuti su 44 partecipanti), la proclamazione dello Stato di Agitazione.

Tale decisione è stata assunta richiamando sia le motivazioni che spinsero le scriventi organizzazioni sindacali alla proclamazione dello stato di agitazione di cui alla comunicazione del 09/12/2021 prot. n. 22998 oltre le seguenti oggetto di discussione, valutazione e decisione odierna:

  1. Dopo l’accordo tra le organizzazioni sindacali e il Presidente delle delegazione trattante di parte pubblica, sottoscritto nell’incontro tenutosi in prefettura in data 21.12.2021, l’Amministrazione Comunale ha inoltrato la richiesta di parere alla Corte dei Conti in merito alla necessità di decurtare il fondo per la contrattazione decentrata, come suggerito dal consulente tecnico incaricato dall’Amministrazione. La Corte dei Conti, con deliberazione n. 40 del 21.03.2022 ha dato risposta al quesito dichiarandolo inammissibile sotto il profilo oggettivo, e specificamente motivando che “il parere richiesto andrebbe ad incidere su fatti gestori che hanno avuto già attuazione ed esplicato effetti, rimettendo in discussione, con l’avallo di questa Sezione, scelte discrezionali già effettuate”, dichiarando inoltre che “sussistono dubbi anche in merito alla circostanza che il quesito verta su materia di contabilità pubblica, in quanto non viene in discussione il corretto ambito applicativo di norme di contabilità pubblica o di coordinamento della finanza pubblica, bensì l’adozione di atti gestori relativi alla definizione e quantificazione del fondo del salario accessorio del personale non dirigente che vede nell’Aran prima e nel giudice ordinario dopo i soggetti competenti a risolvere eventuali profili di criticità”.

In sede di incontro della delegazione trattante svoltosi il 02.05.2022, nonostante la risposta fornita dalla Corte dei Conti che non indica alcuna necessità di decurtare il fondo, ma, anzi, qualifica come “atti gestori” e “scelte discrezionali già effettuate” le questioni prospettatele e relative alla eventuale necessità di decurtazione – facendo intendere quindi la sussistenza di margini di discrezionalità di cui gode l’Amministrazione Comunale – la delegazione trattante di parte pubblica, anche senza l’imposizione di un organo di controllo quale la Corte dei Conti o del Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha confermato la volontà di procedere alla decurtazione del fondo 2021/2022 per la contrattazione decentrata ed al recupero delle somme spese, a loro avviso, indebitamente nei cinque anni pregressi;

  1. Lo stato di malcontento generalizzato del personale determinatosi a causa delle politiche sul personale attuate dall’Amministrazione, come espressamente segnalate all’Amministrazione con lettera del 15.03.2022 prot. n.5127 da queste RSU e la mancata risposta a tali problematiche;

Dato che, le scriventi RSU aziendali e le organizzazioni Sindacali, nell’incontro del 02.05.2022 svoltosi con la delegazione trattante di parte pubblica e con la stessa Amministrazione, hanno chiesto di costituire il fondo per la contrattazione decentrata per l’anno 2022 senza applicare alcuna riduzione, in virtù del parere fornito della Corte dei Conti e della mancata imposizione di decurtazioni dovute a seguito di accertamento imposto da competente organo di controllo;

Vista la volontà ribadita dalla delegazione trattante di parte Pubblica nell’incontro del 02.05.2022, di procedere comunque alla decurtazione del fondo per la contrattazione decentrata;

Le Scriventi RSU Aziendali e le OO.SS. , richiamato tutto quanto sopra esposto, al fine di tutelare i diritti dei Dipendenti rappresentati, dichiarano di proclamare l’immediato STATO DI AGITAZIONE CON BLOCCO DEGLI STRAORDINARI, del personale dipendente del Comune di Collesalvetti, dandone notizia agli organi di informazione, ed in ragione delle vigenti norme di Legge e contrattuali disciplinati la materia,

CHIEDONO

Voglia l’Ill.mo Sig. Prefetto procedere, nei tempi di legge all’esperimento, del tentativo di conciliazione al fine di convocare le parti per l’attivazione delle procedure di raffreddamento dei conflitti ai sensi dell’art. 2 comma 2 della L. 146/90 così come modificata dalla L. 83/2000”

La procedura richiesta, che la S.V Illustrissima vorrà attivare è necessaria al fine di scongiurare l’avvio di altre ed improcrastinabili azioni sindacali.

RSU Aziendali

CGIL

CISL

UIL

CUB

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, promozioni 21 giugno – 4 luglio
Banner 730 caf usb
Banner 5x1000 svs 2022
Precisamente a Cala Beach
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Inassociazione