Provincia 31 Luglio 2018

Tari arretrata agli agricoltori di Rosignano, Interviene la Lega

Tari, richiesti arretrati dal 2014 agli agricoltori. La posizione della Lega Rosignano e Bassa Val di Cecina: “Scandalo tassa sui rifiuti Rosignano”.

 

Rosignano (Livorno) – La Lega sezione Comunale di Rosignano e della Bassa Val di Cecina denuncia la grave situazione di molti agricoltori di Rosignano cui sono state notificate fatture di pagamento della Tari, così detta “tassa sui rifiuti”, per migliaia di Euro per ciascun contribuente.

Pare infatti che siano in corso richieste di arretrati Tari risalenti anche al 2014 e che, pur a fronte di incontri recentemente tenutisi con l’ Amministrazione comunale, la data del 02 agosto permanga come termine ultimo della scadenza per l’integrale pagamento.

Vi sono state anche richieste di chiarimento pervenute al Comune di Rosignano dai Sindacati di categoria del mondo agricolo che non hanno avuto alcuna risposta. In queste missive si domandava, come chiarimento, il perché il calcolo delle tariffe Tari dovute non tenesse correttamente abbattuti gli importi che, secondo Regolamento comunale Tari, prevedono sconti per la realtà degli imprenditori agricoli, genericamente intesi.

Costanza Vaccaro “Sentiamo il dovere di fare appello alla corretta ma ponderata applicazione delle regole da parte di chi governa l’ Ente locale, onde evitare serie conseguenze al tessuto delle piccole imprese agricole del nostro Comune, che rischiano di rimanere esposte ad azioni esecutive.

A questi operatori esprimiamo la nostra vicinanza per il trattamento loro riservato, evidentemente uno dei primi amari frutti della grave gestione del ciclo dei rifiuti di Rosignano”.

Commissario sezione Rosignano e Bassa Val di Cecina
Costanza Vaccaro

CONDIVIDI SUBITO!