Cronaca 18 Dicembre 2019

Tassa di Soggiorno, Vaccaro (Lega): “L’aumento del 70% sta danneggiando il settore alberghiero”

Livorno – Scrive il gruppo consiliare Lega, in una nota ufficiale a firma di Costanza Vaccaro:

Costanza Vaccaro, capogruppo Lega

“Oltre 1 mese fa, i consiglieri della Lega – prima firmataria la capogruppo Costanza Vaccaro –  hanno presentato una mozione riguardante la tassa di soggiorno che la giunta Salvetti ha deciso di aumentare di oltre il 70% nelle varie strutture ricettive per tutto il 2020. Lo scopo di questa ulteriore stangata, è finanziare la mostra di Modigliani che, stando a quanto si racconta, non ne avrebbe affatto bisogno visto che sta riscuotendo un grande successo, pur non avendo portato un incremento di presenze in città, come ci spiegano gli albergatori di Confcommercio ai quali, giustamente, l’aumento dell’imposta è apparso un ulteriore disincentivo a soggiornare in città, per non parlare del doversi vedere imporre lo sgradito ruolo di esattori per conto del comune.

Purtroppo, il timore che avevamo sta prendendo corpo infatti, ad essere colpiti dall’infelice aumento, non saranno solo i turisti, ma sopra tutto chi dovrà fermarsi a Livorno per necessità di lavoro (penso a coloro che vengono dalle isole o, ad esempio, un saldatore temporaneo del cantiere) o per motivi di giustizia. Questo aumento, è l’ennesima stangata di una sinistra tassaiola, che spreme cittadini e imprese, solo per fare cassa. Nel settore alberghiero livornese gravitano 350 addetti e gli imprenditori del settore temono che, se continuasse ad essere questo l’andamento, presto potrebbero essere costretti a licenziare del personale. Chiediamo pertanto al sindaco Salvetti di votare a favore del primo punto del nostro atto, riconoscendo la necessità di rimuovere subito questo assurdo provvedimento”.

 

 

Costanza Vaccaro – Gruppo Lega Livorno

 

 

CONDIVIDI SUBITO!