Provincia 9 Giugno 2017

Tecniche di salvataggio in acqua, 600 studenti terminano il corso.

S.O.S.- Squadra Operativa di Soccorso, consolida l’attività di sicurezza in acqua e tecniche di cardioprotezione nelle scuole.

L’associazione di volontariato di protezione civile Squadra Operativa di Soccorso-S.O.S. ONLUS ( Collesalvetti – Livorno) che si occupa di soccorso acquatico, alluvionale e subacqueo, sviluppa ormai da anni un’attività progettuale nelle scuole primarie e secondarie delle Provincia di Pisa, Livorno.

Quest’anno il progetto, vincitore per la seconda volta del Premio Verdigi, e Patrocinato dal MIUR, dalla Provincia di Pisa e di Livorno, dal Comune di San Giuliano Terme, Collesalvetti, Pontedera, ed inserito nel CRED/CIAD delle scuole di Livorno è entrato nelle scuole offrendo a circa 600 studenti l’opportunità di acquisire conoscenze sulle tecniche di cardio-protezione con le manovre salvavita e tecniche di auto-salvamento e salvamento in acqua.

[URIS id=11441]

In alcune realtà scolastiche – Liceo Buonarroti di Pisa, IC Gandhi di Pontedera, Scuola Primaria Oltrera e Hack – sempre di Pontedera è stato possibile integrare il percorso sulla sicurezza in acqua con attività tecnico pratiche in piscina nel primo caso presso la Piscina Concetto Marchesi nel secondo presso la Piscina Comunale di Pontedera permettendo l’acquisizione tecnica delle manovre di soccorso in caso di arresto cardiaco improvviso e di auto-salvamento con la valutazione concreta di prestare soccorso in sicurezza. In altri istituti – IC Michelangelo (LI) IC Pistelli (LI) IC Fibonacci Succursale (PI) Scuola Primaria Parmini (PI)- , invece, sono state svolte le attività teorico pratiche “a secco” con attività di gestione delle emergenze svolte direttamente dagli studenti sotto la supervisione degli istruttori volontari di Squadra Operativa di Soccorso.

Nella sola zona Valdera, l’attività ha riguardato più di 200 studenti dell’IC Gandhi, Scuola Primaria Oltrera e Scuola Primaria Marcherita Hack. La serata conclusiva del percorso progettuale presso Sala UTE – Università della terza età – del Centro Otello Cirri di Pontedera è stata possibile grazie al Patrocinio del Comune di Pontedera, che ha concesso lo spazio per offrire agli studenti, ai genitori e ai docenti la possibilità di vedere una presentazione delle attività svolte e dei percorsi fatti dagli studenti, con l’opportunità per i presenti di fare domande o chiedere delucidazioni sullo sviluppo delle attività praticate. Con l’occasione è stato consegnato ai rappresentanti delle classi presenti un attestato di partecipazione davanti ad una sala gremita di partecipanti.

L’attività progettuale si è sviluppata seguendo un iter informativo formativo che ha come scopo primario quello di trasmettere le buone norme di comportamento in acqua e di far acquisire le tecniche base di intervento in caso di arresto cardiaco improvviso e l’uso del defibrillatore. Gli studenti vengono seguiti, per tutto l’iter progettuale, da volontari con competenze e professionalità specifiche come maestri di salvamento, istruttori di nuoto e assistenti bagnanti per la parte di sicurezza in acqua e di istruttori certificati di tecniche BLSD – basic life support and defibrillation -.

CONDIVIDI SUBITO!