Aree pubbliche 24 Novembre 2020

Tosap e ICP, la Giunta approva le tariffe del Canone Unico Patrimoniale

La Giunta ha approvato le tariffe del Canone Unico Patrimoniale che unifica e sostituisce Tosap e ICP

Il Consiglio Comunale dovrà approvare il regolamento relativo al nuovo canone

municipioLivorno, 24 novembre 2020

La Giunta Comunale ha approvato le tariffe – senza aumenti – del nuovo Canone Unico Patrimoniale, con efficacia a decorrere dal 1° gennaio 2021.

Si tratta del canone che riunisce in una sola forma di prelievo le entrate relative all’occupazione di aree pubbliche e la diffusione di messaggi pubblicitari.

Di fatto sostituisce la tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche; il canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche; l’imposta comunale sulla pubblicità e il diritto sulle pubbliche affissioni; il canone per l’installazione dei mezzi pubblicitari.

La nuova tipologia di entrata è stata introdotta dall’art. 1, commi 816-847, della Legge 160/2019 (Legge di Bilancio 2020) e persegue il complesso obiettivo di unificare il regime del prelievo fiscale previgente in materia di TOSAP, ICP, diritti sulle pubbliche affissioni.

 

Lo studio degli uffici comunali e dell’assessorato al Bilancio che ha preceduto la deliberazione delle tariffe; è stato orientato a modulare il nuovo canone senza incidere sul prelievo fiscale dei contribuenti.

Sono state, quindi, eliminate le tipologie non più contemplate dalla norma ed attualizzate le altre ancora valide, con l’obiettivo anche di creare minor disagio possibile agli attuali titolari di autorizzazioni e concessioni.

Per l’esercizio finanziario 2021, in considerazione del difficile contesto socio-economico contrassegnato dall’emergenza sanitaria in atto; l’Amministrazione comunale ha espressamente previsto una “clausola di salvaguardia” tesa, appunto, a tutelare le situazioni che; per effetto degli adeguamenti normativi, potrebbero vedere un incremento nella tassazione dovuto ai nuovi parametri di determinazione della tariffa.

La disciplina del nuovo canone è rimessa al Consiglio Comunale al quale, a breve, verrà presentato il Regolamento.

“Un adeguamento normativo -evidenzia l’assessora al Bilancio Viola Ferroni – che consente di superare alcune criticità riscontrate in questi mesi, prima tra tutte la rigidità della TOSAP, che divenendo un canone consentirà all’Amministrazione maggiore flessibilità nell’attuazione delle politiche tributarie. Un lavoro importante, quello svolto dagli uffici, che ci permette di essere tra i primi comuni ad approvare il canone unico ed allo stesso tempo di applicare le normative conformemente alle peculiarità della città”.

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, promozioni 13-26 aprile
SVS 5x1000
Inassociazione

Lascia il tuo commento