Rubriche 28 Maggio 2020

Toscana, estate covid: Parchi di divertimento, prenotazioni per evitare le code

parchi divertimento acquaticiLivorno 28 maggio 2020 – Fase 2, è stata firmata dal Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi l’ordinanza che disciplina tutte le linee guida anti-Covid per campeggi e villaggi

Le regole generali rimangono le stesse

Prima regola, che è poi una conferma: la distanza di sicurezza obbligatoria tra le persone per ridurre il rischio di contagio da coronavirus è un metro. In Toscana continua ad essere raccomandato il metro e ottanta.

In caso di attività sportiva i metri diventano due.

Seconda regola: obbligo di mascherina al chiuso in locali accesibili al pubblico (non importa se pubblici o privati) ma anche all’aperto, nel caso sia impossibile mantenere la distanza tra le persone.

Potranno non indossarla solo i bambini fino a sei anni, obbligatoria sui mezzi di trasporto pubblici, su taxi e veicoli a noleggio con conducente.

Possibilità infine di essere sottoposti alla misurazione della temperatura per accedere alle strutture e invito a lavarsi frequentemente le mani.

Parchi di divertimento, prenotazioni per evitare le code

Mascherina obbligatoria nei parchi a tema, anche in quelli acquatici ma non nel momento in cui si utilizzano le piscine e le altre attrazioni con acqua.

Va da sé però che in fila per salire sugli scivoli e in piscina, quando si è senza mascherina, si dovrà stare distanti almeno un metro e se sarà un metro e ottanta sarà ancora meglio.

Sono esentate, non solo nei parchi di divertimento, le persone che fanno parte dello stesso nucleo familiare.

Per evitare le file all’ingresso si chiede di incentivare prenotazioni e pagamenti on line

Per rintracciare invece velocemente i contatti nel caso di contagi dovrà essere tenuto un elenco con i nomi di almeno un componente per ciascun gruppo.

Dispenser di gel igienizzante dovranno essere disponibili all’accesso ad ogni area ed attrazione, dove l’obbligo di distanziamento potrebbe portare ad una riduzione dei posti.

Lettini, sedie a sdraio, gonfiabili, mute, audioguide ma anche gli armadietti dovranno essere disinfettati ad ogni cambio di persona o nucleo familiare.

Nei parchi avventura le imbragature di sicurezza si dovranno indossare evitando il contatto diretto con la pelle scoperta e i caschetti dovranno essere disinfettati dopo ogni utilizzo.

“Gli addetti ai lavori – racconta l’assessore regionale Bugli – dicono per organizzarsi forse avranno bisogno di un mese. Ma finalmente potranno riaprire”.

Documenti correlati: 
Ordinanza 60 del 27 maggio 2020 – Contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ulteriori misure per la Fase 2
Allegato 1 – Allegato 1

Allegato 3 – Parchi tematici e di divertimento

CONDIVIDI SUBITO!