Cecina 11 Aprile 2021

Tunisino scende dal treno a Cecina con 15 dosi di cocaina, arrestato

Cecina: alla stazione due tunisini scendono dal treno: uno di loro alla vista dei carabinieri tenta la fuga. fermato, aveva 15 dosi di cocaina ed eroina finalizzate allo spaccio. arrestato.

Tunisino scende dal treno a Cecina con 15 dosi di cocaina, arrestato dai carabinieri

Livorno 11 aprile 2021

Nel pomeriggio del 10 aprile intorno alle ore 17, i militari dell’Aliquota Operativa del NORM, dipendenti della Compagnia Carabinieri di Cecina, diretta dal Capitano Christian Bottacci; durante un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati presso la Stazione ferroviaria di Cecina, la cui situazione di degrado è stata discussa, nei mesi scorsi, anche nel Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presso la Prefettura di Livorno, hanno individuato:

due soggetti di nazionalità tunisina, un 50enne e un 44enne scendere dal treno proveniente da Pisa.

 

Il primo alla vista dei militari, ha tentato invano la fuga dirigendosi verso viale della Repubblica dove è stato fermato e portato in caserma assieme al secondo per essere identificati.

Entrambi senza documenti sono stati fotosegnalati e dagli accertamenti esperiti entrambi sono risultati con numerosi precedenti penali.

 

Dalle perquisizioni personali effettuate è emerso che il 50enne, che aveva tentato la fuga, era in possesso di:

·       gr. 4,65 di sostanza stupefacente del tipo “eroina”, suddivisa in 13 (tredici) involucri di cellophane;

·       gr. 0,75 di sostanza stupefacente del tipo “cocaina”, suddivisa in 2 (due) involucri di cellophane;

·       240,00 di denaro contante, verosimile provento attivita’ di spaccio;

mentre il 44enne aveva solo € 35,00 di denaro contante, anche questo verosimile provento attivita’ di spaccio, nonche’ diverso materiale atto al confezionamento delle dosi.

Il tutto veniva, quindi, sottoposto a sequestro.

 

Nella circostanza il 44enne veniva deferito in stato di libertà;

il 50enne veniva associato in regime di “arresti domiciliari” presso il proprio domicilio a Livorno su disposizione dell’A.G. competente

Nei confronti dei due tunisini sono scattate anche le sanzionati per l’infrazione della normativa in merito all’emergenza Covid-19.

CONDIVIDI SUBITO!
EKOM Promozioni 11-24 maggio
SVS 5x1000
Inassociazione

Lascia il tuo commento