Cronaca 26 Aprile 2019

Un 25 Aprile triste, col pensiero alla vittima dell’incidente in porto

Le riflessioni di Barbara La Comba e Marco Cannito

LIVORNO, 26 aprile 2019 – L’incidente mortale accaduto mercoledì in porto, oltre a riportare l’attenzione sull’importanza della sicurezza sul lavoro, ha segnato anche il clima festivo del 25 aprile. Barbara La Comba e Marco Cannito ci hanno inviato le riflessioni che seguono.

Scrive Barbara La Comba (Per Livorno Insieme): “Oggi celebriamo la Liberazione dell’Italia,  listati a Lutto. Oggi, dopo mesi di battaglie perche’la sicurezza sulle navi ed in porto sia portata ai livelli necessari affinché le persone non continuino a morire, di nuovo ci troviamo a piangere un altro caduto sul lavoro nel nostro porto. Basta! Non è possibile continuare. Un anno fa a maggio in Provincia collaborando con sindacati e le forze politiche chiesi un impegno straordinario a Autorità portuale, Regione, Capitaneria  ASL e Comune.

(Foto fornita da Barbara La Comba)

Siamo andati personalmente dal Direttore Sanitario per chiedere una più efficace organizzazione del Dipartimento della Prevenzione, maggiore trasparenza e maggiori dotazioni in porto.  Tutti uniti nel rassicurare e promettere massimo impegno. A settembre è stato sottoscritto il protocollo sulla sicurezza con la Regione, dovevamo tutti stare sereni dissero! Ma ancora non sono pienamente operativi dopo ANNI gli RLS di sito!!

Ancora ci sono tragedie mortali, ancora i controlli non sono sufficienti. Allora basta con le rassicurazioni, LE LEGGI VANNO RISPETTATE e serve presenza forte e numerosa degli addetti alla sicurezza perché solo controlli capillari possono salvare vite umane.

Chiediamo con forza: 1) IL POTENZIAMENTO DEGLI ADDETTI ALLA SICUREZZA IN PORTO; 2) 2.LA LORO PIENA OPERATIVITA’ IN TRASPARENZA 3) L’AUMENTO DELLE DOTAZIONI PER TUTTI GLI ORGANI ISPETTIVI.

Non è più tempo di promesse!”

————————

Scrive Marco Cannito: “Un 25 Aprile amarissimo , listato a lutto per l’ennesima Morte sul Lavoro, che ha visto vittima un Operaio rimasto schiacciato sul Traghetto “Moby Kiss”.
Sul tema sicurezza negli ambienti di Lavoro, su tutto ciò che ne concerne e i problemi ad esso legati , riguardanti soprattutto la Nostra Città’, come altre volte interverrò nei prossimi giorni, visto che in molti si sono affrettati a esporre il proprio pensiero, rischiando di fare solo una vetrina Elettorale.
Si deve essere al fianco di chi ogni giorno lavora in condizioni che non sono in linea con le disposizioni, di chi è costretto a lavorare senza rispetto della Legge 81/08.
Oggi però è anche una giornata particolare per chi crede nella Libertà , oggi è quel 25 Aprile anniversario di quel giorno in cui dopo aver versato sangue, Uomini e Donne Liberi ci resero nuovamente Liberi.
Avrei voluto Onorare questa Ricorrenza con il Cuore sereno, ma purtroppo ieri la libertà è mancata, ieri  è stata negata la Libertà più importante, quella del Diritto alla Vita e a Vivere di Lavoro”.

CONDIVIDI SUBITO!
Banner laboratorio ottico Labrolens
Ekom, promozioni 12-25 ottobre
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
SVS 5x1000
Inassociazione