Cronaca 14 Agosto 2021

Un luogo pubblico intitolato a Gino Strada, Tomei PD presenterà un atto in consiglio comunale

Gino StradaLivorno 14 agosto 2021

Il consigliere comunale PD Piero Tomei a seguito della recente scomparsa della figura di Gino Strada, fondatore di Emergency propone a suo ricordo e per tutto quello che ha fatto, l’intitolazione di unao spazio pubblico nella nostra citta a Strada

Tomei: “E’ purtroppo venuto a mancare  Gino Strada non mi soffermerò sul ricordare l’immensità di ciò che ha fatto e quanto importante e impegnativo sarà continuare nella sua opera di impegno civile e umanitario, non basterebbero le parole.

Mi attiverò da subito come Consigliere Comunale in accordo con il Gruppo PD per presentare un Ordine del Giorno al prossimo Consiglio Comunale di Livorno affinché sia possibile intitolare uno spazio pubblico, una struttura o una strada a Livorno.

Un piccolo riconoscimento di fronte all’immensità di ciò che ha fatto”.

 

L’atto che ripercorre la vita di Gino Strada con la richiesta di intitolazione di uno spazio pubblico

Il 13 agosto 2021 veniva a mancare Gino Strada fondatore di Emergency insieme alla moglie Teresa Sarti. Con l’Ong nata 25 anni ha promosso la costruzione di ospedali e posti di primo soccorso in 18 Paesi.

Nato a Sesto San Giovanni nel 1948, laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università Statale di Milano nel 1978, all’età di trent’anni, e si è poi specializzato in Chirurgia d’Urgenza.

Viene assunto dall’ospedale di Rho facendo poi pratica nel campo del trapianto di cuore fino al 1988, quando si indirizza verso la chirurgia traumatologica e la cura delle vittime di guerra.

Nel periodo 1989-1994 lavora con il Comitato internazionale della Croce Rossa in varie zone di conflitto: Pakistan, Etiopia, Perù, Afghanistan, Somalia e Bosnia ed Erzegovina.

Nel 1994 creando Emergency riuscirà a creare qualcosa di inedito e impensabile: un’associazione umanitaria internazionale per la riabilitazione delle vittime della guerra e delle mine antiuomo.

Fino ad oggi ha fornito assistenza gratuita a oltre 11 milioni di pazienti.

 

La sua figura è un esempio di impegno civile e umanitario, lo vogliamo ricordare attraverso le parole di Don Ciotti, fondatore di Libera che ha voluto riconoscere Gino Strada:

“Un caro amico, un lottatore, un uomo che ha vissuto non solo per sé ma per gli altri, Consapevole che il bene non è mai passivo o neutrale, che ogni vero bene è figlio del costruire giustizia”.

Un grande uomo che se ne va in un momento tragico della storia del mondo e, in particolare, di quell’Afghanistan. Terra per cui ha speso molte delle sue energie.

Invitiamo pertanto Il Consiglio Comunale di Livorno a ricordare e rendere omaggio a Gino Strada, alla sua immensa opera umanitaria ma soprattutto ergere a esempio la sua caparbietà nel lottare per portare la vita dove guerra vuol imporre la morte.

Si chiede inoltre che il Consiglio Comunale si faccia interprete della promozione dei valori che ci ha lasciato e che la Città di Livorno possa ricordarlo attraverso l’intitolazione di uno spazio pubblico, una struttura o una strada.

SVS 5x1000 2024
Inassociazione