Cronaca 29 Giugno 2020

Viaggio fotografico nel cimitero ebraico di viale Ippolito Nievo

Cimitero ebraico di viale Ippolito Nievo

Cimitero ebraico di viale Ippolito Nievo

Livorno 29 giugno 2020 – Il Cimitero monumentale ebraico di Viale Ippolito Nievo inaugurato nel 1840 è frutto di quella  politica cimiteriale iniziata in Toscana dal Granduca illuminato Pietro Leopoldo, portata avanti da Napoleone e ripresa dai Lorena, dopo la Restaurazione.

Il Cimitero si estende in vasta area e ospita circa 4.000 sepolture. Vi si accede da viale Ippolito Nievo, attraverso una maestosa  cancellata in ghisa decorata edue piccole porte ai lati

Qui riposano all’ombra dei cipressi i grandi saggi di Livorno, circa cinquanta  rabbini tra cui Koriot ed Elia Benamozegh.

Nel cimitero sono seppelliti molti membri della famiglia di Amedeo Modigliani. Vi è la cappella degli Attias, una ricca famiglia che possedeva una lussuosa villa nella piazza che ora porta il suo nome, dei Chayes, dei Corcos.

Le sepolture presentano una ricca simbologia classica nella forma a obelisco, a sarcofago, a tempietto e nelle decorazioni:

la falena notturna, la clessidra alata, le capsule dell’oppio, le faci.

I sepolcri più ricchi sono ornati da stemmi parlanti.

Sono stemmi non nobiliari ma familiari che rappresentano le attività di famiglia o il cognome e da simboli legati alle attività svolte dal defunto.

Domenica 5 luglio visita guidata

Per info e prenotazioni telefonare al 3208887044 o scrivere a amarantaservice@tiscali.it.

 

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento