Cronaca 12 giugno 2019

Violazione dei domiciliari, i carabinieri portano una donna in carcere

Violazione degli arresti domiciliari: i Carabinieri portano in carcere una donna livornese.

Livorno – Nella tarda mattinata del 10 giugno, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Livorno, hanno eseguito ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di una 60enne , per l’aggravamento della misura degli arresti domiciliari.

La donna era sottoposta agli arresti domiciliari dal mese di febbraio, quando i Carabinieri della Sezione Operativa l’avevano arrestata insieme a un cittadino nordafricano per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti, perché trovata in possesso di cocaina.

Durante questo periodo la donna ha infranto in diverse circostanze gli obblighi connessi alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

Tra marzo e maggio, i Carabinieri della Sezione Radiomobile constatavano che la stessa non si trovava c/o il proprio domicilio, seppur priva di permesso di allontanarsi, e laddove in possesso di tale documentazione non rispettava le prescrizioni indicate per fruire del beneficio in questione, sforando gli orari indicati e non comunicando gli spostamenti alle competenti autorità.

La sollecitudine dei militari dell’Arma nelle segnalazioni, unitamente al continuo e costante controllo dei soggetti sottoposti a misure restrittive, ha fornito un quadro esaustivo alla competente A.G., che ha valutato l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare c/o la Casa Circondariale di Firenze, dove la livornese è stata tradotta ed è attualmente ristretta.

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento