Aree pubbliche 14 settembre 2018

Aurigi sui giochi inclusivi: Sì, ma preferibilmente nei parchi chiusi la notte (quindi non in Terrazza Mascagni)

Terrazza Mascagni, Aurigi: “Per i giochi inclusivi meglio i parchi chiusi di notte”

L’assessore Alessandro Aurigi, in una nota emessa in serata ha reso noto che “abbiamo investito quasi mezzo milione di euro che ci permetteranno di realizzare altre tre grandi aree gioco, alla Rotonda d’Ardenza, al parco Lenci e al parco di Centro città, e di installare nuove altalene e giochi a molla in altre dieci aree verdi”.

“Dopodiché – prosegue Aurigi – abbiamo in programma di installare alcuni giochi inclusivi in alcuni di questi parchi.
Ma è bene chiarire che non tutte le aree sono adatte per ospitare questo tipo di strutture, che sono particolarmente delicate. La cosa migliore, per scongiurare il rischio di atti vandalici e il conseguente spreco di soldi pubblici, è installarle preferibilmente nei parchi che la notte vengono chiusi. Proprio come è stato fatto al parco Pertini e come faremo in villa Fabbricotti dove nei prossimi giorni verrà montata un’altalena inclusiva, grazie alla generosità di un privato.
Prendiamo atto della disponibilità dell’assessore regionale alla Salute Stefania Saccardi di contribuire economicamente all’acquisto di alcuni giochi inclusivi. Saremo felici di trasmettere le fatture a Firenze, anche perché sarebbe la prima volta che un amministratore del Pd investe concretamente in un parco giochi a Livorno”.
“In ogni caso – conclude l’assessore – accusare questa amministrazione di discriminazione nei confronti dei cittadini con disabilità è semplicemente ridicolo: nessuno a Livorno ha mai fatto tanto per rendere la città realmente inclusiva come stiamo facendo noi”.

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento